L’Inter vola, il Milan si arena

I nerazzurri schiantano il Bari (4-0) e approfittano del pareggio del Milan contro la Lazio (1-1) per volare da soli in testa alla classifica a + 5 dai cugini. Brescia e Chievo seconde.

Con le due doppiette di Eto’o e Milito l’Inter si sbarazza del Bari e cerca la prima fuga in campionato. Partita senza storia quella di San Siro con il Bari impotente davanti alla forza dei Campioni d’Europa, anche se dopo appena 20 secondi dal fischio iniziale la squadra pugliese ha colto un palo clamoroso con l’ex juventino Almiron; poi, come già detto, è solo Inter;dopo due occasioni sprecate da Sneijder e da Eto’o al 27’ è gia avanti; proprio il camerunense  lascia sul posto Pulzetti, cross in mezzo dove sotto porta trova il Principe Milito che da li non sbaglia; l’argentino torna al gol dopo esattamente 4 mesi dalla finale di Madrid. I nerazzurri continuano ad attaccare andando vicinissimi al raddoppio con Maicon, che non riesce a correggere sotto porta un cross dello scatenato Eto’o.  Il secondo tempo si apre come si era chiuso il primo; passano solo 5’ e la squadra di Benitez raddoppia; calcio d’angolo corto battuto da Sneijder, la palla torna all’olandese che crossa in mezzo dove nei pressi dell’aria piccola è appostato il difensore del Bari Rossi che ingenuamente tocca la palla con le mani; è calcio di rigore. Dal dischetto si presenta Eto’o che spiazza Gillet e firma il 2 a 0. Al 63’ altro penalty per i nerazzurri; Rivas stende in area Lucio; si ripresenta Eto’o che spiazza nuovamente il portiere francese e chiude i conti: 3 a 0. Nel finale accademia Inter con il poker firmato nuovamente da Milito al 86’, che si sblocca definitivamente. Dopo 4’ minuti di recupero l’arbitro decreta la fine dell’incontro; i campioni d’Italia e d’Europa battono il Bari e volano in testa alla classifica con 10 punti. Unica nota stonata l’infortunio al ginocchio di Walter Samuel, sostituito da Cordoba; l’argentino oggi si sottoporrà ai controlli; difficile vederlo in campo sabato sera nel big match dell’Olimpico contro la Roma.

Nella partita più interessante della giornata il Milan pareggia in casa della Lazio e rimane a – 5 dai cugini. Dopo un primo tempo tranquillo, la partita si sblocca al 66’ quando, Ibrahimovic approfitta di una dormita generale della difesa laziale, salta con un po’ di fortuna Muslera e porta in vantaggio i rossoneri; per lo svedese è il primo goal in campionato con la maglia del Milan. Partita che sembra nelle mani della squadra di Allegri, ma invece la Lazio reagisce e all’82’ trova il pareggio grazie ad una giocata di alta scuola del brasiliano Hernanes che si infila in mezzo a tre maglie rossonere, crossa nel mezzo trovando Floccari che anticipa tutti sul primo palo e fa esplodere l’Olimpico. Partita che si avvia alla fine; da segnalare un occasione per il Milan con la traversa di Zambrotta. Finisce 1 a 1. E L’Inter è già lontana.

Questi gli altri risultati della 4° giornata: il Brescia batte in casa la Roma priva di Totti e De Rossi grazie alle reti al 13’ di Hetemaj e al 67’ di Caracciolo su calcio di rigore. Inutile il goal di Borriello all’85’.

Prima sconfitta e primi goal subito per la ex capolista Cesena che cade in casa del Catania; al Massimino finisce 2 a 0 per gli etnei, con le reti firmate una per tempo; la prima di Silvestre al 23’, la seconda da Maxi Lopez al 61’.

Pareggio e spettacolo al stadio Ferraris di Genova; finisce 1 a 1 la sfida tra i grifoni e la Fiorentina con le reti tutte nel primo tempo; vantaggio di Gilardino all’11’ e pareggio 5 minuti dopo di Mesto.

Ma il colpo grosso lo fa il Chievo che espugna il San Paolo e batte il Napoli per tre reti ad uno. Al vantaggio dei partenopei firmato Cannavaro all’8’ rispondo Pellisier con una doppietta al 22’e al 75’ e Fernandes al 58’, al primo centro in assoluto nel campionato italiano.

Vittoria sofferta ed importantissima per la zona salvezza del Bologna che, in casa, batte l’Udinese 2 a 1 e lascia i friulani ultimi in classifica a quota zero punti; le reti siglate da Di Natale al nono minuto; pareggio di Gimenez al 16’ e goal decisivo del solito Di Vaio al 92’.

Pareggio 1 a 1 tra Lecce e Parma al Via del Mare, vantaggio giallorosso firmato su rigore da l’ex cagliaritano Jeda; pareggio a venti minuti dal termini si Hernan Crespo.

Altro pareggio, ma a reti inviolate, tra Cagliari e Sampdoria.

Conclude il quadro della 4° giornata la sfida di questa sera all’Olimpico di Torino tra la Juventus, che cerca conferma dopo la rotonda vittoria di Udine, e il Palermo di Delio Rossi, molto probabilmente all’ultima spiaggia.

DOMENICO LIMER

Segui Wilditaly.net anche su:

Facebook

Twitter

Youtube

Google+

Friendfeed



'L’Inter vola, il Milan si arena' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Shares