La puzzetta

Oggi la deputata Angela Napoli ha dichiarato che per essere elette in parlamento, con questa legge elettorale che consente solo al padre padrone di turno di scegliere i nomi dei parlamentari, senza alcuna meritocrazia, c è il rischio che qualche deputata sia stata scelta dopo essersi prostituita.

La scoperta dell’acqua calda…………Apriti cielo….

Dalle deputate Pdl Barbara Saltamartini, Jole Santelli, Alessandra Mussolini, Melania Rizzoli e  Beatrice Lorenzin sono giunte fulminee le reazioni indignate…..

C è un famoso detto popolare che afferma che quando nell’aria si sente l’odore di una scorreggia, chi si affretta a urlare “mamma mia che puzza, chi è stato?”, ne è quasi sempre il responsabile…

Nessuna reazione per ora dell’onorevole Santanchè, forse perché deve aver considerato il discorso della Napoli valido solo in relazione alle nomine avvenute in periodo elettorale, quando era ancora quella che si vantava di non averla mai data al padrone….. essendo stata nominata (sotto)segretaria in seconda…battuta, non si considera una partecipante alle selezioni…

A parte il linguaggio un pò colorito, credo che il concetto espresso, in realtà, sia abbastanza chiaro e sotto gli occhi di tutti, forse se l’onorevole Napoli avesse specificato che non sono solo le donne a prostituirsi per un posto in parlamento, ma praticamente tutti i maschioni della politica italiana possono considerarsi a pieno titolo, dei gran _________(libera interpretazione), sarebbe stato più chiaro che il riferimento non era esclusivamente relativo all’atto sessuale, ma riguardava la sfera della coerenza, dell’onestà e soprattutto della dignità personale degli appartenenti all’attuale classe politica….

E comunque, le deputate del sultano che sono state così solerti nell’attaccare l’onorevole Napoli per rivendicare oggi l’orgoglio femminile, non hanno proferito verbo mentre Gheddafi sfogliava il catalogo delle hostess da portarsi sotto la tenda, o quando ha dichiarato che le donne islamiche sono trattate meglio delle donne europee; quando il sultano organizzava festicciole a Palazzo Grazioli e in Sardegna in compagnia di non sempre ragazze maggiorenni, quando cercava di sistemare amiche e amichette nei programmi della tv di stato per meriti..orizzontali o quando ha insultato alla maniera di Alvaro Vitali – versione Pierino – l’onorevole Bindi.

Anche il girl pride è una questione di…pari opportunità……

L’onorevole Angela Napoli ha anche definito “ipocrita” il ddl del Ministro Mara Carfagna che prevede il carcere per i clienti delle prostitute. “Se veramente diventasse legge”, ha detto, “sarebbero non tanti, ma tantissimi i parlamentari arrestati….”

Vediamo chi sarà la prima dichiarazione sdegnata!!!! 

 VINCENZO PACILE’



'La puzzetta' have 1 comment

  1. 8 settembre 2010 @ 10:30 pm Francesco Angeli

    la Napoli però fu pure firmataria nel documento anti-Grillo, il quale aveva dichiarato che in parlamento era stata eletta “qualche zoccola”

    con tutto il rispetto che ho per questa donna che veramente lotta contro la ‘ndrangheta, non posso, però, in questa occasione, evidenziare una sua forte incoerenza


Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Shares