Lewis

Formula 1, la sfida infinita: Lewis Contro Nico

da grandepremio.uol.com.br

da grandepremio.uol.com.br

Lewis, il campione del mondo in carica. Nico, il pilota con il maggior numero di vittorie senza aver vinto un titolo iridato. Nella vita compagni di squadra e sulla pista i contendenti al mondiale piloti 2016. Se le stanno dando di santa ragione, come in un incontro di Boxe, colpi proibiti con il rischio della vittoria per K.O. tecnico. Per i Ferraristi di lungo corso le differite della Tv di stato e le dirette dei GP meno emozionanti sono solo un alibi per non seguire questo duello, al quale si puà dare il nome di “Dominio Mercedes”. Le uniche opportunità che la Ferrari aveva per inserirsi in questo duello le ha perse per delle decisioni, prese dai Box, che hanno portato soltanto a dei secondi posti.

Un duello che si rinnova ogni Gran Premio

Gare mai banali, suggestive e continui capovolgimenti di ruoli. Allo spegnimento dei semafori Lewis Hamilton ha sempre problemi nello scatto iniziale, mentre Nico è una furia e non lascia nulla agli avversari. Ma è durante la gara che si accende la competizione: Lewis ha la tranquillità del campione, che azzarda sempre un po’ (vedi GP Spagna), ma può infierire colpi devastanti. Come in Austria, all’ultimo giro: l’inglese, campione in carica, poteva gestirsi, aspettare. Invece no! Lewis è sul pezzo, tenta un colpo da maestro e Nico, impacciato, prova semplicemente a farlo fuori.

Da qui, poi, il danno e la successiva beffa. Rosberg perde una parte dell’alettone, arriva 4° fuori dal podio e con un vantaggio dimezzato nei confronti dell’avversario. I due Gp successivi, Gran Bretagna e Ungheria, hanno visto trionfare Lewis che addirittura è salito in testa alla classifica del mondiale superando il suo compagno di scuderia. Paradossalmente ha anche il vantaggio psicologico dato che ora Nico non può più sbagliare (il suo mondiale è stato costruito sulla costanza dei podi). Un ritiro oppure un errore sarà decisivo per il finale di stagione.

Ieri amici, Oggi rivali. Domani? 

da tkart.it

da tkart.it

Poi la storia di Lewis Hamilton e Nico Rosberg è pazzesca, per quanto le loro vite si siano sempre intrecciate. Tutti e due sono classe ’85, hanno corso nei kart sin da piccoli. L’Inglese, talento naturale, protetto dalla McLaren e da Ron Dennis. Il Tedesco, altro talento, è però protetto dal nome; è infatti il figlio di Keke, ex campione del Mondo. I due però non si sono mai scontrati fino a 3 anni fa, quando si sono sfidati nella lotta per il titolo mondiale l’uno contro l’altro.

In Formula 1, poi, Nico non ha mai avuto una macchina all’altezza per vincere un mondiale, mentre Lewis ha addirittura rischiato di vincere il mondiale al debutto in F1, risultando sempre uno dei protagonisti delle corse al titolo. Questa stagione potrebbe essere l’ultima grande opportunità per Rosberg. Nella formula 1, infatti, i cicli “Monomarca” non durano più di 5 anni: ci sono molti piloti che scalpitano, primo fra tutti un figlio d’arte come Verstappen che sicuramente non sente il peso del confronto con il padre come Rosberg, ma è molto più deciso del tedesco. Poi arriverà la scossa della Ferrari e magari qualche scuderia che nella prossima stagione troverà il giusto compromesso tra monoposto e pilota per poter competere, mentre la sensazione su Lewis è quella di ancora un lungo periodo di vittorie: perciò vinca il migliore!

 


About

Nato nel 1988 e diplomato al liceo B. Pascal. Grande passione per la radio, lo sport e molto attivo negli ambienti delle attività dilettantesche nel regionale romano. Fin da piccolo amante delle quattro e delle due ruote. BLOGGER DI WILD ITALY


'Formula 1, la sfida infinita: Lewis Contro Nico' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Shares