La sicurezza sul lavoro e il business FAD: un giornalista tenta di vederci chiaro

Quest’oggi vi presentiamo in esclusiva una video inchiesta, realizzata dal giornalista Enzo Di Frenna, sul mondo della sicurezza sul lavoro e del business della FAD (Formazione a distanza).

LA SECONDA PUNTATA:


About

Giornalista pubblicista, fondatore e direttore di Wild Italy. Ha collaborato con varie testate nazionali e locali, tra cui Il Fatto Quotidiano e La Notizia Giornale, ed è blogger per l’Huffington Post Italia. Nel 2011 ha vinto il Primo Premio Nazionale Emanuela Loi (agente della scorta di Paolo Borsellino, morta in Via d’Amelio) come “giovane non omologato al pensiero unico”. Studioso di Comunicazione Politica, ha lavorato in campagne elettorali, sia in veste di candidato che di consulente e dirige, da fine 2016, Res Politics - Agenzia di comunicazione politica integrata . DIRETTORE DI WILD ITALY.


'La sicurezza sul lavoro e il business FAD: un giornalista tenta di vederci chiaro' have 2 comments

  1. 31 luglio 2011 @ 12:38 pm Giliberti

    Condivido in pieno le preoccupazione della FAD,che deve essere integrativa alla formazione frontale e non sostitutiva, per svariate ragioni prendiamo ad esempio i comparti come quelli dell’Edilizia o metalmeccanici dove la parte pratica rappresenta un aspetto di vitale importanza per imparare da vicino le manovre più consone da fare in caso di pericolo,come può trasmetterlo un docente a distanza?Questo il vero aneddoto per cui va rivista con la massima urgenza.La formazione in aula ,in azienda o sul cantiere è sicuramente la strada da percorrere.


Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Shares