La storia e il diritto. Il diritto e la storia.

Potrebbe risultare poco veritiero pensare che il diritto nasca dalla storia ma è invece un dato di fatto. Il diritto nasce e si fortifica con la storia. Il diritto è in continua evoluzione come il continuo mutare storico; è possibile dire che diritto e storia passeggiano a braccetto lungo un viaggio in trasformazione. Il diritto viene a connaturarsi in un insieme di fatti: giuridici, politici e culturali. Per capire il diritto oggi si deve conoscere la sua nascita e la sua evoluzione. Il diritto non è né lo studio dei codici e delle norme di oggigiorno, né una mera e formale conoscenza di articoli e definizioni. Il diritto è passione storica: essere informati sul passato per interpretare il diritto vigente.

Una raccolta che ha delineato la normativa del diritto romano e  che ha aperto le porte del diritto in molti stati moderni, è il Corpus Iuris Civilis(533 d.c). Questa opera, da molti storici moderni definita “antica e  impolverata”, rappresenta la base del diritto comune europeo. Tuttavia, il Corpus ha aperto la visione del diritto scritto, con una impronta nuova e imperialistica.

Oggi, la grande polemica tra antico e moderno attanaglia il pensiero di molti studiosi del diritto; l’unica soluzione è seguire l’esempio del diritto antico per trarne le soluzioni moderne. L’occhio attento e, informato, è il dato essenziale per l’unicità e la costruzione stessa del giurista. Senza radici storiche non avremmo conoscenze per affrontare il diritto oggi, né la passione per evolvere il nostro sapere.

GLORIA PAOLONI



'La storia e il diritto. Il diritto e la storia.' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Shares