olimpiadi della cultura e del talento

Largo ai giovani: le Olimpiadi della Cultura e del Talento

Giovani. Una parola abusata nei dibattiti televisivi ma che spesso non trova compimento in atti politici concreti a favore di questa generazione tanto sbandierata. Non sembra riscuotere successo neanche la proposta del Presidente del Consiglio Renzi sul bonus di 500 euro ai neo diciottenni, visto più come una mancia elettorale che come un incentivo ai consumi di ragazze e ragazzi.

Oggi nel nostro paese, non è un mistero, ci sono giovani (troppi) che non hanno un lavoro, che guadagnano poco e sempre di meno, che sono costretti a vivere con i loro genitori, che vivono in un paese dove si investe sempre di meno nell’istruzione, che – in percentuali sempre più alte – fuggono all’estero per realizzare le loro aspirazioni.

Ogni tanto, però, in questo panorama desolante, fortunatamente esce una notizia che, a quanto pare, ha un segno diametralmente opposto.

Le Olimpiadi della Cultura e del Talento sono un “concorso a premi ad iscrizione libera disputato da squadre formate da sei elementi tutti iscritti nella medesima scuola”.

Possono partecipare alla manifestazione tutti gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado italiane. La competizione, partita ufficialmente con la chiusura delle iscrizioni il 9 dicembre scorso, ha registrato 1200 squadre partecipanti per quest’ultima edizione (la settima!!) per un totale di circa 7200 studenti che si sfideranno a colpi di domanda e risposta!

L’evento vede impegnate, tra le altre cose, scuole provenienti da tutte le regioni nonché afferenti ai più disparati indirizzi di studio. Dai licei agli istituti professionali, l’interesse per la manifestazione e l’adesione sono stati praticamente trasversali. Recentissime notizie ci danno tra i partecipanti anche la Scuola Aeronautica Militare.

Interesse, dunque, davvero, a mio avviso altissimo. Ed aggiungo…fortunatamente!

Nella giornata di lunedì scorso (25 gennaio ndr) si sono svolte le fasi eliminatorie, tenute online e finalizzate a selezionare i partecipanti alla semi finale che si svolgerà a Civitavecchia (RM) a marzo. La fase finale e le premiazioni, circa un mese dopo, avranno luogo con una manifestazione conclusiva che si terrà a Tolfa (Roma) nei giorni 22, 23, 24 aprile.

AGGIORNAMENTI

Il luogo, dove si svolgeranno le prove della semifinale è il teatro Traiano di Civitavecchia; i giorni sono il 17 e il 19 marzo; le squadre che hanno superato la fase ELIMINATORIA sono circa 300 provenienti da tutte le scuole italiane.

Le squadre (170 al giorno) sono state ripartite per regione di appartenenza; Giovedì 17 marzo: Emilia Romagna – Friuli – Liguria – Lombardia – Piemonte – Valle d’Aosta – Trentino – Umbria – Veneto -Toscana – Marche – Lazio – Abruzzo – Molise – Sardegna – Campania; Sabato 19 marzo: Puglia – Calabria – Sicilia – Basilicata. 

Tra queste saranno selezionate le squadre che affronteranno a Tolfa la fase FINALE (44 + 1 che gode del bonus).

AGGIORNAMENTI

Civitavecchia 17/19 marzo 2016

SEMIFINALE DELLE OLIMPIADI DELLA CULTURA E DEL TALENTO( OCT )

Ore 8.30: Tutti riuniti nel Teatro Traiano (Capitani delle squadre, Docenti tutor, Personalità di Civitavecchia, Staff organizzativo del Concorso)

Accoglienza calorosa del Sindaco di Civitavecchia, ing. Antonio Cozzolino, che “riconosce le Olimpiadi come vanto e patrimonio della città”

Ringraziamenti sentiti, da parte dell’assessore alla cultura Vincenzo d’Antò, che attesta il forte contributo che l’OCT dà alla città attraverso la promozione della cultura e dell’economia grazie al turismo locale incentivato da tale evento.

Saluti entusiastici dell’onorevole Alessandro Battilocchio, Presidente onorario dell’OCT, che si definisce “onorato da tale onore” perché accogliere ragazzi che rappresentano l’eccellenza scolastica italiana è davvero un privilegio

Soddisfazione piena dell’avvocato Rosalba Padroni del cda della Fondazione CARICIV (Cassa di Risparmio di Civitavecchia) che evidenzia quanto questo genere di eventi e l’OCT in particolare portino lustro alla città

Apprezzamento vigoroso da parte del Presidente della Commissione Inglese del Concorso, Sophie Bennet,  per il “movimento positivo” che tutto lo staff organizzativo dei giovani è riuscito a creare nell’intera comunità cittadina.

Conclusione importante del Presidente della Commissione Italiana dell’OCT, Mario Guida, che tra i commenti positivi inerenti la partecipazione numerosa di squadre appartenenti a tutto il territorio nazionale ha evidenziato che ” tra i ragazzi della nostra generazione, c’è chi sceglie, nel proprio tempo libero, di uscire con gli amici, chi di non far nulla in particolare e chi si mette in squadra da sei, si cimenta con qualcosa di nuovo e si confronta con studenti provenienti da altre scuole

Ore 9.30: Inizio delle prove riguardanti le materie Inglese – Scienze – Storia e Geografia – Letteratura – Educazione Civica e Attualità – Musica (i Test della Prova e le relative soluzioni saranno pubblicati su questo sito non appena la Commissione dell’OCT li renderà disponibili).

Docenti accompagnatori e ragazzi partecipanti hanno espresso forte entusiasmo per l’intera iniziativa 

Tra i docenti in particolare la prof.ssa  Mangerelli del Liceo classico G. Carducci di Napoli definisce l’esperienza del concorso bella perché competitiva e costruttiva per i ragazzi ma anche gratificante per gli insegnanti, perché fa constatare, nei propri alunni voglia di cimentarsi in situazioni nuove e altrettanto spirito di squadra.

Non è mancata anche qualche critica! La prof.ssa Labasin del Liceo Gobetti di Torino fa presente la  necessità di una maggiore rispondenza, nel grado di difficoltà, tra i Test proposti nella fase eliminatoria e quelli proposti in Semifinale

Tra i ragazzi, in particolare Valerio della squadra Aliseo e Marco della squadra Levante definiscono l’esperienza positiva, interessante, nuova e costruttiva perché mette alla prova le proprie capacità e fa prendere coscienza dei propri limiti.

Anche i ragazzi della Scuola Aeronautica Militare di Firenze, delle squadre I Coltivati, Potentemente, Errore 404 e Gli Elementi due, evidenziano quanto questo Concorso sia un’occasione per stringere nuove amicizie e permetta di sentirsi protagonisti di una comunità scolastica che  va oltre i limiti dei singoli Istituti di appartenenza.

Appuntamento a questo punto per i giorni 22-23-24 aprile 2016 per la fase Finale che si svolgerà a Tolfa.

AGGIORNAMENTI

Siamo alla tappa conclusiva: a chi la vittoria finale?

Quest’anno, alle Olimpiadi si sono iscritti circa 7000 studenti, suddivisi in 1200 squadre. La severa selezione del 17 e 19 marzo, avvenuta a Civitavecchia, ha dato l’opportunità a 46 squadre di prendere parte alla fase finale del Concorso.

Ed ora siamo a Tolfa (Roma) per lo sprint definitivo: questa è la settimana che decreterà, tra gli studenti che si sono cimentati in questa competitiva manifestazione, quelli che a livello nazionale risulteranno i più talentuosi.

Congratulazioni, intanto, alle squadre Quintacci e Illuministi del Liceo Marconi Delphino di Chiavari (Liguria) perché nella graduatoria complessiva hanno conquistato sia il primo che il terzo posto sul podio della Semifinale; elogi  anche alla squadra Illuministi del Liceo Scientifico S. Cannizzaro  di Roma (Lazio) che vediamo sempre sul podio, al secondo posto .

Le regioni rappresentate dalle squadre degli studenti in Finale sono 15: Abruzzo – Calabria – Campania – Friuli Venezia Giulia – Lazio – Liguria – Lombardia – Marche- Emilia Romagna – Piemonte – Puglia – Sicilia – Toscana – Valle d’Aosta – Veneto.

Ma quale squadra avrà la gratificazione e l’onore di conquistare, per sé e per il proprio Istituto, il podio e  così “rappresentare l’eccellenza degli studenti  del nostro Paese”? (cit. On. Battilocchio)

Per scoprirlo restiamo in attesa delle decisive giornate di venerdì 22, sabato 23 e domenica 24 aprile con le varie, articolate e impegnative prove che richiederanno ai ragazzi non solo competenze didattiche ma anche performance artistiche come rappresentazioni teatrali, componimenti poetici e musicali, produzione di cortometraggi, fotografie.

Tolfa, l’attento ed efficiente promotore Sindaco, dott. Luigi Landi e l’accogliente popolazione ci aspettano e noi siamo tutti pronti a godere di questa interessante  esperienza  ed entusiasti…………….arriviamo!

Qui il programma delle tre giornate Finali del Concorso.

Cosa altro dire se non augurare un grosso “in bocca al lupo!” a tutti? Un, due, tre…si parte!

Ed ecco a voi l’elenco di tutti i vincitori!

Intervistati dallo staff della manifestazione, i ragazzi del team Deltaforce ‐ Liceo classico V. Alfieri di Torino rispondono orgogliosi alle domande manifestando la loro grande soddisfazione.

vincitori VII

Staff: Complimenti ancora per la vittoria. Durante i tre giorni di finali vi siete scontrati contro altre 37 squadre. Le olimpiadi sono però iniziate a gennaio, con la prima sul web, dove eravate ben 10000 iscritti! Come è stato scontrarsi con tanti altri ragazzi come voi, provenienti da tutta Italia? Ha prevalso lo spirito della competizione o la voglia di confrontarsi con altre realtà?

D: È stata un’occasione per mettere in gioco le nostre abilità e di certo ci ha stimolato molto il confronto con altri ragazzi di regioni diverse. Comunque con il susseguirsi delle prove è aumentato un sano spirito di competizione che ci ha “solo” spinto a dare il meglio di noi.

Staff: Ogni anno il livello è sempre più alto e quindi sempre più difficile vincere. Dopo tanta fatica, ce l’avete fatta. Ci speravate? Qual è stato il momento più felice, oltre ovviamente a quello della vittoria, e quale quello più “stancante” della competizione?

D: Quando siamo partiti con le prove eliminatorie, il nostro era solo un tentativo per mettersi in gioco in modo diverso da quello prettamente scolastico, alle semifinali la vittoria si era trasformata in un sogno e, arrivati alla finale, è diventata una speranza sempre più concreta. Ciononostante la vittoria ci ha colti di sorpresa. Il nostro momento più felice è stato quello dopo la prova talento perché il nostro senso di soddisfazione è stato ampiamente confermato dai numerosi complimenti della commissione. Il lungo lavoro di preparazione per le finali e in particolare la realizzazione del cortometraggio è stata la parte più stancante.

Staff: Cosa pensate delle altre squadre arrivate in finale? Siete rimasti in contatto con gli altri ragazzi?

D: Ci siamo resi conto che il livello era molto alto ma tra le diverse squadre non c’era una rivalità tale da impedirci di socializzare con altre squadre. In particolare siamo rimasti in contatto con i ragazzi delle squadre del D’Azeglio di Torino (conosciuti alle Semifinali) e in Finale ci siamo particolarmente legati ai ragazzi della Valle d’Aosta, de L’Aquila e con quelli della scuola militare di Firenze.

Staff: Oltre ad essere campioni di cultura avete anche dimostrato di saper dominare la scena: la finale delle Olimpiadi della Cultura e del Talento, è infatti composta da varie prove e tra queste vi siete distinti in particolare in quella del “talento”, appunto. Come l’avete preparata? Perché avete scelto quel tema? Cosa pensate abbia fatto la differenza?

D: La prova talento ha richiesto un impegno non irrilevante da parte nostra: lo spunto di partenza è stata la domanda: “Che cosa caratterizza ciascuno di noi?”. Nel tentare di dare una risposta ci siamo resi conto che questo è un interrogativo comune a molti nostri coetanei e abbiamo ritenuto che ciascuno di noi potesse essere un lato diverso del carattere di una persona. Individuato il nostro talento lo abbiamo messo in campo e unito a tutti gli altri. Con il senno di poi crediamo che ciò che abbia fatto la differenza non sia solo l’originalità di fondo della storia ma anche l’essere riusciti ad amalgamare talenti così diversi come quello della recitazione teatrale, della composizione poetica, della risoluzione di rompicapi, del ballhandling e del Parkour.

Staff: Malta vi attende ad agosto (il primo premio è proprio una vacanza-studio di una settimana nella bellissima isola), come vi hanno accolto invece al rientro a casa?

D: L’accoglienza a Torino è stata molto calorosa, a partire dai nostri genitori, che ci hanno subito espresso i loro complimenti con striscioni e applausi all’arrivo in stazione. Anche a scuola i professori hanno ritenuto opportuno premiarci con una piccola festa durante l’intervallo. Sentite, infine, sono state le congratulazioni di molti amici e conoscenti, che non hanno fatto che aumentare la nostra soddisfazione. Malta waiting!

Staff: Lo staff OCT sta già lavorando alla nuova, ottava, edizione. Consigliereste ai ragazzi di tutta Italia di partecipare? Perché?

D: Consigliamo assolutamente di partecipare perché è un’esperienza che aumenta il bagaglio di conoscenze, permette il confronto diretto con realtà diverse e dà enormi soddisfazioni al di là della vittoria o meno. Di certo tutto quello che abbiamo vissuto in questi mesi lo ricorderemo per sempre. Grazie a tutto lo Staff!

Una menzione altrettanto speciale va ai secondi e terzi classificati nonché a ciascun altro team che si è saputo contraddistinguere in questa lunghissima competizione:

  • Secondi classificati: Last Minute 2.0 ‐ Liceo scientifico E. Fermi di Ragusa;
  • Terzi classificati: I Lumi Nati ‐ Liceo classico Giulio Cesare di Roma;
  • Premio della Critica: La Cantera ‐ Liceo scientifico G.marconi di Pesaro;
  • Miglior CortOlimpiadi: Last Minute 2.0 ‐ Liceo scientifico E. Fermi di Ragusa;
  • Migliore Esibizione Artistica: Deltaforce ‐ Liceo classico V. Alfieri di Torino;
  • Migliore Esposizione Orale: In Hoc Signo Vinces ‐ Liceo scientifico S. Pertini di Ladispoli;
  • Miglior Talento Femminile: Aurora Silanos ‐ Liceo scientifico S. Cannizzaro di Roma;
  • Miglior Talento Maschile: Francesco Bravi ‐ Liceo classico Giulio Cesare di Roma;
  • Migliore Prova SMS Climax:  I.I.S.S. C. Agostinelli di Ceglie Messapica;
  • Migliore Esposizione in Inglese: Thomas Mackay – Liceo linguistico D. Cotugno di L’Aquila;
  • Menzione Speciale Prova Orale: Francesco Ranieri – Liceo scientifico opz.sc.app. M. Hack di Bari.

 

 

 



'Largo ai giovani: le Olimpiadi della Cultura e del Talento' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Shares