Le auto del grande schermo

Il cinema ha dato spazio a più di un’automobile nella storia. Alcune scivolano nel dimenticatoio, altre sono immortali come la DeLorean di Ritorno al futuro

Alle volte è solo un mezzo di trasporto, in altri casi si tratta della colonna portante di un film, o di una serie televisiva. Le automobili hanno sempre accompagnato i personaggi più gloriosi del grande schermo e in molti casi sono diventate più famose degli attori stessi. Abbiamo selezionato tre auto celebri che vi racconteremo in ordine cronologico.

IL GENERALE LEE – HAZZARD.genlee

Superpoteri? No, non è questo il caso, ma si trattava di un’auto indistruttibile e soprattutto guidata da un pilota d’eccezione: Bo Duke, accompagnato dal fedele cugino Luke, che sicuramente avrete visto scorrazzare per la contea di Hazzard e soprattutto scappare dall’ufficiale di polizia Rosco. Il bolide arancione che permetteva tali acrobazie era una Dodge Charger del 1969 da 375 cv di potenza. Un V8 americano a tutti gli effetti, con addirittura la bandiera dei “suddisti” sul tetto.

L’auto della serie TV montava un roll-bar interno come le auto da corsa e dei cerchi in lega American Racing che per l’epoca erano davvero un lusso.  La guida spericolata che attaccava il pubblico allo schermo aveva un costo, tant’è che durante le puntate era utilizzata una Unit 1 per le riprese innocue e una Unit 2 per le scene a rischio. Come potete immaginare sono esistite parecchie Unit 2. L’attore protagonista John Schneider mise all’asta una delle Dodge utilizzate, con un valore stimato di 200-300 mila dollari.

DELOREAN DMC-12 – RITORNO AL FUTURO.

Pochi giorni fa è stato festeggiato il trentesimo compleanno di Marty e Doc di Ritorno al futuro. La fortunata pellicola ha reso celebre un’automobile che altrimenti non avrebbe avuto una vita così felice. La produzione della DMC-12 avvenne in Irlanda e durò per due anni, dall’81 all’83. Furono realizzati poco più di 8.000 esemplari; una vettura dal design firmato Giugiaro e con 7qualche componente, come ad esempio telaio e sospensioni, ereditato dalla Lotus.

Il colore del modello originale era un “non-colore”, nel senso che non si trattava di vernice ma semplicemente dell’acciaio inox spazzolato della carrozzeria. Era sicuramente di un’auto appariscente dal punto di vista estetico con portiere ad ali di gabbiano e una linea aggressiva, ma per quanto riguarda le prestazioni non era poi così eccezionale. Motore V6 2.850 di cilindrata che erogava 130 cv comandato da un cambio manuale a cinque rapporti (9″5 sullo 0-100 km/h e 200 km/h di velocità max).

Alla sua uscita sul mercato americano, l’auto costava 25.000 dollari e ad oggi, rivolgendosi alla società che ha rilevato il marchio, i costi sono ben diversi: circa 40.000 dollari per la versione restaurata e circa 60.000 per la replica di Ritorno al Futuro. Ma forse è anche un prezzo giustificato considerando che parecchi anni fa fa Michael J. Fox & Christopher Lloyd riuscirono a viaggiare nel tempo. La fantasiosa impresa ebbe luogo in California a 88 miglia/orarie. È sì, perché la macchina del tempo ideata da Doc aveva bisogno di una potenza elettrica di 1,21 gigawatt scaturita da una reazione nucleare con il plutonio. Una volta all’interno della famosa DeLorean c’era bisogno di azionare i circuiti temporali ed accelerare fino a far attivare il flusso canalizzatore!

TUMBLER – BATMAN BEGINS.

Per quanto riguarda l’eroe dei fumetti non c’è nulla di reale, l’auto utilizzata è stata costruita realmente ma è solo frutto della fantasia di Christopher Nolan e compagnia. La Batmobile utilizzata nel film del 2005 aveva dimensioni importanti con una lunghezza di 4,57m e una larghezza di 2,84m. Il motore era un Vauxhall/GM da 5.0 litri, capace di 500 cavalli e la faceva accelerare fino a 100 km/h in meno di 6 secondi.DarkKnight_Tumbler_4WheelParts

Questa è solo una delle tante auto guidate dal vigilante di Gotham City nel corso della storia e pensate che il primo episodio al riguardo risale al lontano maggio 1939 in un fumetto Comics. Tuttavia la realizzazione dell’ultima vista al cinema si è ispirata alla tecnologia Stealth usata per i mezzi militari. Ovviamente non poteva essere da meno rispetto al passato e anche questa Batmobile aveva cannoni e quanto fosse necessario per far fuori i cattivi. Anche in questo caso l’asta è stata la destinazione finale di un’auto valutata per circa un milione di dollari.

Difficilmente vedrete circolare per le strade auto simili, a meno che non vi troviate negli Studios di Hollywood, ma forse è meglio così… Dal vivo perderebbero gran parte del loro fascino.


About

Appassionato di motori sin dall’infanzia, comincia il suo percorso professionale di giornalista auto e motociclistico dal compimento dei diciotto anni, subito dopo aver preso la patente di guida. Anche negli studi ha confermato la sua vena motoristica laureandosi nel 2012 in Scienze e tecnologie della comunicazione con una tesi riguardante la Fiat 500 come prodotto culturale e nel 2015 in Editoria multimediale e nuove professioni dell’informazione analizzando il Tg2 Motori in un progetto con la cattedra di formati e stili del giornalismo radio televisivo. Di pari passo con la frequentazione dell’Università la Sapienza di Roma, ha collaborato e collabora in qualità di redattore e tester con numerose riviste di settore; tra le più importati: Car Magazine e Special Cafe. Da aprile 2014 cura una galleria fotografica su Instagram Special_Racer. Dal 14 aprile 2010 è iscritto all’albo dei giornalisti pubblicisti del Lazio. RESPONSABILE SEZIONE RUOTIAMO (MOTORI).


'Le auto del grande schermo' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Shares