Le vere associazioni a delinquere

Per chi si trova nella condizione di lavoratore dipendente e ogni mese è “costretto” a pagare le tasse senza sgarrare di un centesimo finchè morte non ci separi da questo infame mondo (pensione compresa), chi traffica droga, ammazza, pretende il pizzo, rapisce, eccetera eccetera, rappresenta si un grave fenomeno criminale che andrebbe estirpato, ma è molto probabile che valga il detto, “tanto queste cose capitano sempre a qualcun altro”.

Il fatto che Spatuzza accusi buona parte della classe politica attualmente al Governo, o che Graviano, da perfetto uomo d’onore, muto resti, fino alle condanne per concorso esterno in associazione mafiosa di alcuni senatori e deputati attualmente da noi stipendiati profumatamente, ci riguarda in realtà in prima persona come la mancanza di coperte di lana in inverno per i brasiliani.

Quello che rappresenta la vera associazione a delinquere, per la classe media italiana, è in realtà la situazione di collusione e complicità tra lo Stato controllore e tutte quelle Lobby che garantiscono vantaggi, favori, soldi, e che finanziano intere campagne elettorali al momento opportuno.

Il 2009 sta – finalmente – per finire, inizia il 2010, e immediatamente, nell’ordine aumentano: canone Rai (senza alcuna garanzia che pagando si possa effettivamente accedere ai programmi), pedaggi autostradali (con lo stesso numero di cantieri e rustichelle, prodotte, tra l’altro, dallo stesso gestore dei pedaggi..), gas (+28 euro annui a famiglia, con ulteriori aumenti in aprile), benzina, rifiuti (a fronte di città come Napoli e Palermo sommerse dalla merda), servizi idrici (privatizzati), rc auto (ogni parlamentare che si rispetti possiede qualche quota in assicurazioni) e infine, come prospettato dalla Finanziaria, le tasse aeroportuali; aggiungeteci il normale rincaro delle tasse vere e proprie, la diminuzione delle pensioni, e allora sì che questo che sta arrivando sarà l’anno del rilancio economico; e ti credo, per questa gente la crisi sarà sicuramente alle spalle, a noi invece, purtroppo la crisi ci colpirà un po’ più giù delle spalle…..altro che ripresa.

Intestare poi una strada, al principale responsabile del nostro faraonico debito pubblico (secondo il nostro amato sire, il quale addebita la colpa del profondo buco nero nelle casse italiane alla classe politica governante nella prima repubblica) è altrettanto vergognoso, visto che lo statista scappato in Tunisia per libera scelta, in alternativa al carcere, ha vissuto insieme alla sua famiglia (che ci campa lautamente ancora oggi) con i soldi che gli italiani versavano e versano nelle casse dello Stato; d’altronde, bisogna ricordarsi che, il Tartaglia day, era cominciato con l’adesione incondizionata dell’attuale sindaco della città da bere (come una purga), al Popolo della Libertà e futuro partito dell’amore; una prova di fedeltà era indubbiamente dovuta.

Buon 2010…

VINCENZO PACILE’



'Le vere associazioni a delinquere' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Shares