letizia battaglia maxxi

Per pura passione: la fotografia di Letizia Battaglia a Roma

L’archivio storico della grande fotografa Letizia Battaglia apre le sue porte per il MAXXI Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo, con la mostra antologica “Letizia Battaglia. Per pura passione” curata da Paolo Falcone, Margherita Guccione e Bartolomeo Pietromarchi, in collaborazione con ZAC – Cantieri culturali della Zisa di Palermo.

Fino al 17 aprile 2017 è esposta, presso il museo MAXXI di Roma, l’opera di una delle più grandi rappresentanti della fotografia del ‘900.

“Fotografa della mafia” la chiamano, ma Letizia Battaglia è molto di più. Il suo impegno civile, sociale, etico, l’ha resa occhio testimone attento e attivo della vita e della società italiana attraverso gli avvenimenti più significativi che hanno segnato gli ultimi cinquant’anni.

Poliedrica, incisiva, appassionata, la Battaglia è arrivata, con l’attività politica, editoriale, teatrale, cinematografica, agli occhi e alle orecchie anche di chi si ostinava a rendersi cieco e sordo di fronte a un Paese che viveva le pagine più nere della sua storia contemporanea.

Un viaggio lungo mezzo secolo fra materiale edito e inedito con i volti e i luoghi emblema della sua concezione del fare fotografia: dalle proteste di piazza a Milano negli anni Settanta al volto di Pier Paolo Pasolini, dai tanti morti per mafia alla inconsapevole eleganza delle bambine del quartiere della Cala a Palermo; e poi le processioni religiose, lo scempio delle coste siciliane, i volti di Piersanti Mattarella, Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, accanto alla ferocia del boss Leoluca Bagarella.

Non solo testimone di omicidi, stragi mafiose e arresti, dunque. Nel corso degli anni Letizia Battaglia ha messo il suo talento e il suo impegno al servizio di cause diverse. Se infatti la questione femminile ha sempre rappresentato uno degli aspetti centrali della sua opera, nel corso degli anni la Battaglia non ha mai mancato di dedicarsi a questioni quali problemi ambientali o diritti dei carcerati. Un impegno che le è valso molti riconoscimenti, come il premio “W. Eugene Smith” per la fotografia sociale (1985), il Deutschen Gesellschaft für Photographie (2007) o il Cornell Capa Infinity Award di New York (2009), fra i più prestigiosi.

Tutt’ora attiva per e con la sua città, Letizia Battaglia, oggi ottantaduenne, ha istituito a Palermo il Centro Internazionale di Fotografia e i cantieri culturali della Zisa.

La mostra

Al centro dell’esposizione la grande istallazione “Anthologia”. Si tratta di oltre centoventi foto in file di pannelli simmetricamente sospesi in uno spazio. Il vuoto che si crea marca la forza, la crudeltà, la poesia degli scatti della fotogiornalista.

L’alternarsi di volti, sguardi e scorci di quel suo modo di fare cronaca, che ha segnato un’epoca storica, è spiazzante e assoluto. Nonostante la violenza delle immagini immortalate che, come detto dalla stessa Battaglia, la costringevano ad estraniarsi da quella sua umanità che da sempre rende inequivocabili i suoi scatti. I ritratti in mostra arrivano intensi e struggenti, dritti all’occhio e al sentire dell’osservatore.

Nelle sale adiacenti all’istallazione, una serie di video, foto, lettere, riviste, interviste, giornali ricostruiscono perfettamente la storia recente del nostro Paese, con una cronaca puntuale e reale.
Costantemente presente, l’amatissima Palermo, città natale che la Battaglia ha celebrato in ogni sua sfaccettatura, immortalandola gloriosa e vile come soltanto il suo sguardo ha saputo fare, attraverso l’inconfondibile bianco e nero.

Una missione portata avanti da una donna in un mondo di uomini quella della Battaglia, una Donna Vera, protagonista del suo tempo e della sua vita. Una cronista innamorata delle persone, della sua gente, della sua Sicilia, della verità, “…una persona, non una fotografa”.

SE QUESTO ARTICOLO TI È PIACIUTO, SOSTIENI WILD ITALY CON UNA DONAZIONE!


About

Nata a Roma nel 1994, studia Economia e Management presso l'Università di Roma Tor Vergata. Contemporaneamente sta muovendo i suoi primi passi in uno studio commercialista. Appassionata di arte, musica e teatro e con il sogno di collaborare con un giornale. Wild Italy è la sua prima esperienza nel mondo del giornalismo. COLLABORATRICE SEZIONE CULTURA


'Per pura passione: la fotografia di Letizia Battaglia a Roma' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Shares