Libia: Frattini, pronti a colpire… ndo cojo cojo!

(ANSIA) – ROMA, 19 MAR – ‘Abbiamo chiesto che la base di coordinamento sia spostata da Stoccarda a Capodichino, per volere del premier; dice che il nome gli ricorda tanto la D’addario. Giochiamo un ruolo fondamentale afferma Frattini, e già i ribelli libici si toccano le parti basse. Senza l’Italia questa operazione non si potrebbe svolgere’, cosi’ il ministro degli Esteri Frattini commenta al Messaggero l’intervento della coalizione internazionale in Libia. ‘Nessuna guerra’ sottolinea, citando gli esempi umanitari in Iraq Afghanistan Vietnam Iran. ‘Gli alleati non ci potranno lasciare da soli, avete notato quanto cazzo di petrolio c’è la sotto, e fa l’occhiolino alle giornaliste in sala. Anche la Lega capira’ le nostre ragioni’, abbiamo già stanziato qualche bonifico sui loro conti esteri per farli stare zitti. Siamo esposti aggiunge, ma la Nato ha il dovere di proteggerci… da noi stessi. E poi in conclusione sdrammatizza: Gheddafi ha altro da fare, Berlusconi da arguto statista e stratega gli ha inviato insieme ai pacchi umanitari qualche nipote avanzata di Mubarak, così per distrarsi un pò.



'Libia: Frattini, pronti a colpire… ndo cojo cojo!' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Shares