L’identikit del perfetto Ministro

Per adire alla carica di Ministro della Repubblica Italiana, bisogna avere dei titoli e delle caratteristiche ben specifiche.

Per capirci, il più volte ministro Claudio Scajola, è uno degli esempi più calzanti: in passato è stato ospite delle patrie galere per settanta giorni a causa di una storia riguardante la gestione del Casinò di Sanremo, storia per cui alla fine il Ministro venne prosciolto perché considerato estraneo ai fatti (in quel periodo il sindaco della città del festival era tale Osvaldo Vento, lui era solo un “consulente esterno” della gara d’appalto); un vero professionista della politica rispetto al padre Ferdinando che “solo” per aver favorito l’assunzione del cognato a primario, si dimise da Sindaco della città dei fiori (ma erano altri tempi…oggi sarebbe stato promosso all’istante sottosegretario).

Con queste premesse, Scajola venne nominato per la prima volta Ministro nel 2001 (dopo aver conseguito, alla veneranda età di 50 e più anni la laurea necessaria alla nomina…chissà se era sullo stesso torpedone per Reggio Calabria che ha permesso al Ministro Mery Star di diventare avvocato), salvo poi dimettersi per le infelici dichiarazioni su Marco Biagi appena assassinato e per aver dichiarato di aver disposto, in qualità di Ministro degli Interni, l’apertura del fuoco sui manifestanti del G8 di Genova, in caso di ingresso nella zona rossa.

Ma per non perdere colpi, bisogna insistere e perseverare, infatti il Ministro è noto anche e soprattutto per il suo interesse particolare verso alcune tratte dei voli nazionali, tutte le volte che viene nominato Ministro, spunta nell’aria un volo Alitalia o Air One (non cambia nulla, tanto chi paga è sempre il popolo italiano) che collega Roma ad Albenga, città dove risiede il Ministro, un volo che ha avuto come picco massimo di passeggeri…diciotto persone e che viene soppresso appena il Ministro perde la poltrona.

Questo personaggio, insieme ai molti altri che costellano l’universo della politica italiana attuale, rappresentano il divario abissale tra i normali cittadini onesti e gli appartenenti alla casta dei politici/imprenditori o amici degli uni o degli altri; raffigura a pieno quella categoria di persone che sfrutta i mille e più privilegi di cui gode senza nessuno scrupolo nell’approfittare della situazione di impunità nella quale si trova.

L’appartamento acquistato dal Ministro per la sua prole, è già di per se uno scandalo, se fosse reale il prezzo pagato “in chiaro” di 600.000 mila euro…per 180 metri quadrati (vista Colosseo!!)  la categoria dell’italiano onesto, non solo avrebbe difficoltà ad accedere ad un mutuo per comprarla, ma non riuscirebbe mai ad ottenere un trattamento così favorevole. Il Ministro paravento invece, si giustifica dicendo di aver dovuto addirittura fare un mutuo (quasi a giustificare il fatto che non è riuscito a pagarlo in contanti!), e naturalmente non chiarisce in alcun modo la storia degli ottanta assegni per la restante quota di 900 mila euro pagati al “nero“ delle tasse e i contatti con la cricca degli amici della protezione civile e degli appalti pubblici di Anemone.

Certo in Italia non bisogna scandalizzarsi troppo davanti a comportamenti del genere, come per i figli di Scajola, ci sono e ci saranno i figli di ex Ministri, deputati senatori ed “onorevoli” in generale, le varie trote e via via verso mogli, figli, amanti e parenti appartenenti al giro di quelli che contano.

Il resto degli italiani, intanto, continua a pagare tasse e a sgobbare una vita intera per riuscire ad avere un’esistenza dignitosa da persone oneste, in un paese di ladri e farabutti; d’altronde, se l’esempio più eclatante è divenuto Presidente del Consiglio, cosa ci si può aspettare?

Il vero cancro però non sta tanto nel fatto che è pieno di gente che approfitta della situazione, ma nella cultura dell’italiota, che non si indigna e combatte per avere parità di trattamento nel rispetto delle Leggi, ma fa di tutto per riuscire a saltare il fosso per appartenere al girone dei privilegiati.

VINCENZO PACILE’



'L’identikit del perfetto Ministro' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Shares