Liste PD Europee: esempio di #IncoeRenzi

Tutto pronto in casa Pd per le Elezioni europee di maggio: Il Partito Democratico di Matteo Renzi ha composto le liste e con 73 candidati. Oltre a diversi nomi insoliti, qualche amministratore locale e diversi consiglieri regionali, tra cui Mercedes Bresso, sembra che sia tutto pronto per “cambiare verso”.

Nella lista della circoscrizione elettorale del centro Italia, il candidato espressione del Partito socialista Italiano, Claudio Bucci, è tra i più criticati in quanto nel 2005 venne candidato e successivamente eletto al consiglio regionale del Lazio per Forza Italia e successivamente rieletto nella IX Legislatura con il partito di Antonio Di Pietro, l’Italia dei Valori. Da candidato al consiglio comunale di Roma nel 2013 ottenne 790 preferenze, senza approdare in Campidoglio, ma da consigliere regionale del Lazio fece strada e, in qualità di segretario della presidenza del consiglio regionale, fu parte integrante dello scandalo che coinvolse la maggioranza di Renata Polverini, assieme all’ex presidente Mario Abruzzese e la moglie di Gianni Alemanno, Isabella Rauti.

Bucci però non è il solo, perchè un’altra candidatura anomala e di #incoeRenzi, è quella di Marco Zambuto, l’attuale sindaco di Agrigento che negli anni passati è stato esponente locale della Democrazia Cristiana, Cristiani Democratici uniti, Unione di Centro, Popolo della Libertà ed attualmente del partito democratico in qualità di presidente dell’assemblea regionale.

(Continua a leggere oltre il video)


logo-pd
Molti sono i candidati, ma molti altri sono i candidati attualmente in carica alla Camera dei Deputati o al Senato della Repubblica. Tra tutti emergono l’ex presidente della Provincia di Roma, Enrico Gasbarra, che soltanto pochi mesi fa è stato eletto segretario della presidenza della camera dei deputati, evidentemente disposto a lasciare Roma per Bruxelles, l’ex Ministro Kyenge, forse scomoda a Montecitorio, e l’ex sindaco di Padova e ministro dell’esecutivo Letta, Flavio Zanonato, rimasto senza incarichi dopo la “sola” di Renzi al nipotino di Gianni Letta.

Candidature anomale se si pensa che il segretario del Pd/Presidente del consiglio dei ministri/sindaco di Firenze in “aspettativa”, Matteo Renzi, sia la stessa persona che dichiarò che I giovani non hanno bisogno di prediche ma di esempi di coerenza, onestà e altruismo”. Ad ogni modo il Partito Democratico, con queste liste, si sente pronto per sostenere Martin Schulz, ognuno ha le proprie convinzioni.


About

Nato a Roma nel 1996, studente di Scienze Politiche (La Sapienza). Coordinatore di circolo per la federazione di Roma di Sinistra ecologia libertà (Sel) e componente il Comitato nazionale de L'Altra Europa con Tsipras; impegnato nell'associazionismo studentesco, membro per la Federazione degli studenti dell'esecutivo romano, consigliere di Giunta d'Istituto e membro della Consulta provinciale degli studenti di Roma. BLOGGER DI WILD ITALY.


'Liste PD Europee: esempio di #IncoeRenzi' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Shares