Lo sporco lavoro di Feltri

Ormai il lavoro che Feltri sta svolgendo è palese a tutti. Se fino a qualche ora fa era possibile classificare gli attacchi a Dino Boffo ed a Fini come semplici attacchi, ormai si capisce che il progetto di Feltri è un altro: distruggere chiunque osi scalfire la figura di Berlusconi. E’accaduto a Boffo, reo di avere scritto un durissimo articolo contro il premier intitolato “Più Sobrietà, Cavaliere”, e sta accadendo a Fini, che ha l’unica colpa di credere nella democrazia anche all’interno del Pdl.

Il problema per Berlusconi è che democrazia significa espressione libera di opinioni, e libere opinioni significa far venir meno la presunta compattezza del Pdl che nell’immaginario collettivo. Ricordate quante correnti componevano AN? Troppe, tanto che Fini ha avuto parecchie difficoltà a reggere il partito. Ricordate invece quante correnti aveva Forza Italia? Nessuna, perché Forza Italia era un partito nato per riempire i seggi del Parlamento, visto che Berlusconi materialmente non poteva. Il Pdl è quindi l’unione di un partito a immagine e somiglianza del suo leader e di un partito dilaniato internamente da correnti. Il problema è che Berlusconi pretende che il Pdl sia la fotocopia in grande di Forza Italia.

Questo Fini non lo vuole: non ha alcuna intenzione infatti di piegarsi al silenzio (sconcertante) che viene imposto nel suo partito e questo gli sta provocando gli attacchi di Feltri (che ormai sono definibili con le parole “filippica isterica”).

Non si è mai visto in una democrazia moderna un giornale che usi l’informazione per ricattare persone. Feltri dice che “Si potrebbero ripescare vicende piccanti”: se fosse un vero giornalista avrebbe avuto il dovere di pubblicare queste notizie anni fa, quando i fatti sono accaduti. Ma Feltri non è un vero giornalista, è un uomo che usa le notizie scomode per distruggere persone scomode e nasconde il resto.

GIORGIO MANTOAN

N.b. Visto che Feltri vuole attaccare i nemici di Berlusconi, perché il Pd resta illeso? Non bisognerebbe porsi qualche domandina?



'Lo sporco lavoro di Feltri' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Shares