Mafia? Cos’è? Una nuova offerta Vodafone?

Se apro siti internet o giornali, o se accendo semplicemente la televisione scegliendo un telegiornale a casa (tanto, ormai, fanno schifo tutti) a volte mi capita di sedermi e di cominciare a pensare come si faccia a fare, dire o solamente pensare di fare o dire certe cose. Già a novembre del 2009 Berlusconi aveva detto che avrebbe voluto “strozzare” gli autori de La Piovra e aveva fatto incazzare non poco sia Michele Placido che Remo Girone. Poi a dicembre dello stesso anno aveva parlato della mafia e della camorra definendole “un fenomeno assolutamente contenuto”. Quasi ‘criminalità spicciola’, tipo gli zingarelli che ti vengono a rubare i telefonini, roba del genere. Due giorni fa, 16 aprile, ancora non si è reso conto che quello che pensa, molto probabilmente, è una CAZZATA e ha ribadito che LA MAFIA ITALIANA E’ LA SESTA ORGANIZZAZIONE CRIMINALE AL MONDO ma E’ LA PRIMA PER FAMA.
La mafia, insomma, è più famosa che potente!
Perchè?
Perchè c’è gente come Roberto Saviano che ci ha scritto libri. Oppure esistono registi come Damiano Damiani che hanno girato ben dieci miniserie televisive de La Piovra.
Che stronzi!
Dico io, come si fa a scrivere un libro o a fare film su una cosa che, praticamente, non esiste. Fare film sulla mafia o scrivere libri sulla camorra sarebbe come concentrare la propria opera su una sciocchezzuola come il taccheggio…mafia e taccheggio sono praticamente la stessa cosa, l’incidenza sulla popolazione e sull’economia è la medesima.

Tralasciamo l’ironia. Dice bene Saviano sulle colonne di Repubblica che Berlusconi farebbe bene a chiedere scusa non a lui, ma a tutti i familiari delle vittime, ai parenti di chi è morto raccontando. Perchè RACCONTARE E’ IL MODO PER INNESCARE IL CAMBIAMENTO.
Che poi il nano non ha nemmeno le palle di controbattere pubblicamente. Lo fa fare a sua figlia Marina, una che ha la credibilità oratoria di un cinghiale.
Alla fine quelle di papà Silvio erano solo critiche!

Forse Berlusconi ora si è reso conto che è stato un errore, per la Rai, trasmettere le dieci serie de La Piovra e per Mediaset mandare in onda (e produrre) Ultimo, Il Capo dei Capi, Milano-Palermo Solo Andata e L’Ultimo Padrino.
Berlusconi, hai fatto una cazzata anche a far pubblicare Gomorra sulla tua Mondadori.
Pochi leggono, ma quei pochi capiscono. E tra loro c’è addirittura chi alza la voce. Oltretutto parlare male di uno scrittore aumenta l’attenzione su di lui, proprio come succede con lo stesso Berlusconi.

Il bassissimo presidente del consiglio (ribadisco, lettera minuscola doverosa) dice che quei libri e quelle serie tv fanno fare brutta figura all’Italia. Lui vuole che non se ne parli. Evitiamo di parlare della mafia, della camorra o della ‘ndrangheta. Si sfasceranno sotto il silenzio della massa. Almeno questo è quello che pensa lui!
Potremo fare lo stesso con Berlusconi.
Pensateci!
Oppure Silvio vuole semplicemente l’esclusiva sulle figure di merda dell’Italia all’estero!



'Mafia? Cos’è? Una nuova offerta Vodafone?' have 18 comments

  1. 19 dicembre 2010 @ 10:31 pm vincenzo

    • Ciao a tutti .
    Ho lavorato tutta la vita all’estero riuscendo a comprare un appartamento in Italia . Mancava un anno per la pensione cosi decisi di affettarlo a una donna sola che mi ispirasse fiducia con contratto regolare . Dopo pochi mesi non pagava piu’ l’affitto e nell’appartamento vivevano 3 bambini , un uomo e un’altra donna , in totale circa 6 persone . All’arrivo della polizia la donna minacciava di buttarsi giu’ dal balcone con i figli. Il magistrato si rifiuto’ di usare la forza per metterli fuori . Con la pensione e senza casa ho dormito 1 settimana in auto . Eccoci ora al punto :
    Ho avvicinato 2 della camorra o mafia come volete chiamarli .Vi giuro che queste persone solo a guardarli in faccia mi veniva la diarrea e mi tremavano le gambe.
    Ho pagato 500 Euro a persona . Dopo 7 giorni mi hanno telefonato sul portatile . Li ho visti la sera sotto casa mia con le chiave del mio appartamento . Tutto fatto mi hanno detto . L’appartamento e’ vuoto .
    Da allora ho capito che questa e’ la strada da seguire in caso di aiuto . Quindi non piu’ polizia di stato , tribunali , awocati che costano una marea di soldi con anni di stress senza risolvere niente .
    Da all’ora ogni problema di questo genere o simile lo risolvo cosi .
    Finisco dicendo : Avete provato a far smettere al vostro vicino di casa di fare baccano la sera e la notte ? La settimana scorsa ho richiamato i mafiosi . Hanno suonato la porta del mio vicino e puntando la pistola in faccia lo hanno convinto che dopo le 22 di sera non si fa rumare . 5 minuti di lavoro . 200 euro pagato .. Oggi il mio vicino mi saluta da lontano con 100 inchini e rispetto .
    Concludo . GRAZIE MAFIA PER IL VOSTRO AIUTO .
    Saluti e rispetto vincenzo.prate@virgilio.it

  2. 20 dicembre 2010 @ 11:49 pm Marco Pesino

    Caro Vincenzo,
    vedi, tu sei il classico esempio di italiano medio e mediocre. Sei la prova lampante che oramai gli italiani hanno quello che si meritano. Volete la camorra? Volete la mafia? Siete quindi d’accordo con le varie infiltrazioni mafiose all’interno delle istituzioni? Immagino che allo stesso tempo non ci sia niente di male se sotto ai vostri campi coltivati ci siano rifiuti tossici, se i vostri figli vivano un quotidiano contatto con il mondo della criminalità. Sbaglio? E’ giusto, insomma, consegnare ai nostri figli un mondo e un’Italia dove a governare siano le organizzazioni criminali. E’ sacrosanto! D’altronde chi ci libera del chiasso del vicino? Chi caccia l’inquilino moroso? Più che giusto! Sono anche contento che adesso il tuo vicino ti saluti e si inchini in segno di rispetto. Quel rispetto te lo sei meritato per la tua integrità morale e sociale. Che male c’è nel dare 200 euro a due poveri ragazzotti per puntare la pistola in faccia al vicino? Altro che lavoro, quei ragazzotti hanno proprio trovato El Dorado finchè ci sarà gente come te. E poi finiranno ammazzati.
    Tu dici “grazie mafia”? Io dico Grazie Vincenzo!
    Dovrei dare 200 euro alla mafia per farti togliere la libertà di parola.

  3. 21 dicembre 2010 @ 2:25 pm vincenzo

    Caro Marco ,
    se invece di girare intorno al problema mi spiegassi cosa avrei dovuto fare saresti piu’ convincente . Ho provato con la polizia , con la magistratura , anche il mio awocato e’ andato a casa a parlare con l’inquilina . Niente da fare . Per ,l’awocato la strada era quella del tribunale. 15 anni , ma senza garanzia di riavere poi l’appartamento . Cos’altro avrei dovuto fare per avere quello che e’ mio e che ho costruito in 30 anni di lavoro all’estero come operaio mettendo un dollaro al giorno in banca ? Suicidarmi ? Se non avessi chiesto aiuto a queste persone , oggi ,e per il resto dei miei giorni , sarei rimasto in strada a dormire come un barbone . Ti sembra giusto che un uomo di 65 anni deve dormire in auto con una casa che ha di sua proprieta’ ? Sono delinquenti i mafiosi che mi fanno fatto ottenere in breve tempo e con pochi soldi cio’ che non ha fatto lo stato ? Oppure e’ delinquente l’inquilina ? Awocati ladroni , Magistrati e polizia ?
    Lei caro Mario non sa quante persone muoiono ogni anno per le lite condominiali dovuto al rumore che superano anche i 100 db. Giovani senza rispetto . Sa che esistono persone che lavorano anche di notte e DEVONO dormire di giorno ? Chi dovrebbe far rispettare le leggi dello stato ? Non e’ la polizia e la magistratura ? Se questi se ne fregano ben venga Lei , Sig. Mario , o chiunque altro capace di far rispettare le leggi . Come vede io parlo in modo schietto e in faccia non polemizzo o giro intorno ai problemi . A chi dovrei ringraziare ora che ho risolto i miei problemi in pochi giorni ,con pochissimi soldi ,e senza dare uno schiaffo a nessuno ? A Lei Sig. Mario? allo stato ? Quindi rinnovo il mio :
    GRAZIE CAMORRA PER IL TUO AIUTO .
    Caro Mario non e’ il caso di replicare a questa mia email perche’ le tue argomentazioni non stanno ne’ in cielo ne’ in terra . Pero’ c’e’ una cosa sulla quale andiamo daccordo : Se ti dovessi trovare nella mia stessa situazione in futuro, (ti auguro di no) e se vuoi essere coerente con quello che dici , tu segui la strada della giustizia io quella della camorra . Poi mi racconti… Dimenticavo . Questo Natale lo passo a casa mia e non in macchina .
    Tanti saluti e buon Natale e felice anno nuovo
    Vincenzo

  4. 21 dicembre 2010 @ 3:11 pm Marco Pesino

    Anche io passerò il mio Natale a casa e pensa, senza nemmeno aver pagato nessuno. Vincenzo caro, forse sarebbe il caso che quando si affitta una casa si abbia cura di non affittarla a dei pazzi che poi minacciano di buttarsi dal balcone per poi dover ricorrere alla vigliaccheria delle organizzazioni criminali. Perchè ti rendi conto che è da vigliacchi fare quello che hai fatto tu? Non perchè non ti spettasse la casa, non perchè tu non abbia il sacrosanto diritto di dormire di giorno se lavori di notte senza rumori. Quello è giusto. Ma credo una cosa: le situazioni vanno risolte nella via più giusta. E la via più giusta non è pagare per far puntare una pistola in mano al tuo vicino. Perchè se il tuo vicino apriva la porta e a quei tipi gliene dava 400 di euro, vedi come la puntavano a te la pistola in faccia. E poi ti volevo a dire GRAZIE CAMORRA.
    Ora tu godi del rispetto che ti hanno dato quei 200 euro dati a due idioti. Ma non sei affatto una persona rispettabile. E qualcuno, domani, potrebbe pagare per godere del tuo.
    E comunque invece di spendere soldi in stronzate insonorizza casa, ti costa di meno.

  5. 21 dicembre 2010 @ 3:12 pm Marco Pesino

    E comunque ho controllato…mi chiamo Marco. Il Sig. Mario non so chi sia

  6. 22 dicembre 2010 @ 3:58 am Giuseppe

    Per marco .
    Ho letto con interesse il dibattito tra te e Vincenzo . Devo dire con tutta sincerita’ che non capisci un cazzo . Vincenzo non sta dicendo viva la mafia . Sta semplicemente dicendo che dove non e’ riuscito la legge ci e’ arrivato in un modo diverso spendendo meno soldi e tempo . Non riesco a capire come cazzo fai a non capire queste cose . A te Vincenzo non ti capisco perche’ continui a parlare con degli ignoranti che ti prendono in giro . Poi alla fine gli fai anche gli auguri di Natale , ma mandolo a cacare .
    Giuseppe

  7. 22 dicembre 2010 @ 4:02 am Sara

    Buongiorno Marco . Mia cugina si e’ trovata 10 anni fa nella stessa e identica situazione di Vincenzo . Per ulcuni anni e’ stata ospite a casa mia . Tu non riesci a capire che calvario e’ stato . Bisogna passarci per capire certe cose .
    Sara

  8. 22 dicembre 2010 @ 4:36 pm Marco Pesino

    Premetto: non so se qualcuno ci ha fatto caso (per farlo dovrebbe aver letto l’articolo e non solo i commenti), ma il mio articolo si riferiva al fatto che c’è chi cerca di sminuire un fenomeno (se si può chiamare così) come quello della mafia e della camorra colpevolizzando gente come Saviano che ne ha scritto (giustamente e doverosamente) un libro. La dichiarazione di Vincenzo non fa altro che confermare ciò che dico smentendo Berlusconi: le organizzazioni criminlai in Italia esistono.
    Detto questo mi fa ribrezzo come certa gente possa giudicare ‘normale’ che qualcuno si rivolga a suddette organizzazioni criminali per risolvere determinate situazioni. Vincenzo non è l’unico che ha vicini chiassosi e non sarà l’unico ad avere avuto in casa persone squilibrate. Vicini chiassosi ce li ho avuti anche io, ma non serve dare 200 euro a nessuno per risolvere la questione. Nè serve in generale minacciare o ricorrere a due scagnozzi con la pistola. Nella mia ignoranza (perchè qualcuno mi ha definito ignorante dopo essere stato incapace di scrivere in italiano senza usare parolacce) ho risolto la questione a modo mio, senza mafia nè camorra. E senza gli zingari che qui la fanno da padrone con l’aiuto degli Schiavone. Inquilini moroso e squilibrati? Ci sono stati anche quelli nella storia della mia famiglia, ma anche lì niente pistola, niente mafia, niente ragazzini minacciosi che bussano alla porta. Allora lo strano sono io? Sono io che sbaglio a muovermi? Sono davvero io che ‘non capisco un cazzo’? Non sono egoista e megalomane, ma penso di non essere pazzo.

    Altro punto: non esiste che mi si venga a parlare del vicino che ora saluta con inchini e rispetto. Ripeto: se il vicino, nel momento in cui si è visto puntare la pistola in facccia, rispondeva tirsndo fuori dal portafoglio 300 euro, quei tipi salutavano e ribussavano a Vincenzo dicendogli di non rompere più le scatole al vicino chiassoso perchè per 300 euro poteva fare tutto il rumore che voleva.
    Allora Vincenzo (che ha soldi da spendere, evidentemente) o stava zitto o ne tirava fuori 400 così poi il vicino gliene dava altri 500 e così via. Se per voi tutto si risolve così allora stiamo proprio messi bene.

    Ultimo punto: sono soddisfatto di essere stato additato come una persona che non capisce un cazzo, oltre che ignorante, da uno che ha talmente poche basi e convinzione di ciò che dice da dover lasciare un commento sotto falso nome. Vero Giuseppe? O dovrei chiamarti Sara?

  9. 22 dicembre 2010 @ 7:45 pm Vincenzo

    Ciao Sara ,
    Grazie per il tuo aiuto e la tua email . Il mio PC e’ fuori uso e lo sara’ per un bel po’ . Usero’ questa pagina e lo faro’ per l’ultima volta inquanto nauseato dell’ignoranza di certe persone che polemizzano senza dire COSA AVREBBE FATTO IN CERTE SITUAZIONI . Neanche la tua testimonianza lo convince. Certe persone sono nate ottuse . Sono quei tipici personaggi che si atteggiano a giornalisti. Tirano la pietra e nascondano la mano . Criticano ma mai dicono come avrebbero risolto il problema .
    Ed e’ questo che fa piu’ incazzare vero ? Nella tua gentile email mi spieghi le sofferenze tue e quelle di tua cugina . Mi dici che pago’ in 10 anni di attesa 6 milioni di vecchie lire all’avvocato . Incluso spese del tribunale doc. etc( E QUESTA NON E’ MAFIA ?) + 5 Milioni di lire all’inquilino ( QUINDI 2 VOLTE MAFIA ) per convincerlo ad andare via . Cioe’ un totale di 11 milioni di lire . Vale a dire circa 5.000 euro di oggi . In piu’ dieci anni di attesa vivendo due famiglie in un appartamento . Io ti posso capire . Hai pagato due volte a persone e organizzazioni LEGALE peggiore delle mafie .
    Ti ringrazio per avermi dato del BRAVO . Io ho pagato in tutto 1.000 euro a 2 uomini rispettabilissimi con un’attesa di circa 10 giorni e ho dormito in auto 7 giorni . E’ tutto . Ti sembrano troppi ?
    Quello che conta sono i risultati vero ? Purtroppo a questo mondo le PERSONE VIGLIACCHE sono quelli che appartengono ad una specie di delinquenti (certi autori di articoli per intenderci) ben peggiore dei mafiosi e dei delinquenti comuni , Questi ultimi almeno affrontano la vittima spinti da una ragione dichiaratamente personale , lui invece protegge e ammette l’esistenza di certi nomi (Roberto Saviano), di certe istituzioni , di certe leggi , e il tutto in nome di una falsa democrazia . Sono queste persone che assai meglio vivrebbero tra i sepolti che tra i vivi . Vincenzo P.

  10. 22 dicembre 2010 @ 11:26 pm Marco Pesino

    Mi cito da solo: “Vicini chiassosi ce li ho avuti anche io, ma non serve dare 200 euro a nessuno per risolvere la questione. Nè serve in generale minacciare o ricorrere a due scagnozzi con la pistola. Nella mia ignoranza (perchè qualcuno mi ha definito ignorante dopo essere stato incapace di scrivere in italiano senza usare parolacce) ho risolto la questione a modo mio, senza mafia nè camorra. E senza gli zingari che qui la fanno da padrone con l’aiuto degli Schiavone. Inquilini moroso e squilibrati? Ci sono stati anche quelli nella storia della mia famiglia, ma anche lì niente pistola, niente mafia, niente ragazzini minacciosi che bussano alla porta.”
    L’ho scritto e lo ribadisco. Le cose che sono successe a Vincenzo sono successe anche a me, ma io e la mia famiglia le abbiamo risolte senza l’aiuto della mafia o della camorra e soprattutto senza sborsare una lira. E se ora il vicino mi saluta con rispetto è perchè ha visto che siamo una famiglia di persone integre e leali.
    A questo punto chiedo: su quali basi io sarei un delinquente? Mi piacerebbe saperlo, perchè di delinquente non ho mai fatto niente nella mia vita. Se poi dire che certe persone si comportano in modo SBAGLIATO quando ricorrono a certe nefandezze è da delinquente allora scarcerate Totò Riina e mettete dentro Travaglio. Giusto no? E comunque nessuno ha mai detto di essere un giornalista nè di atteggiarsi a tale. Se qualcuno sapesse come è fatto un articolo di giornale saprebbe che quello, sicuramente, NON lo è. E’ un post di un mio blog personale, scritto da me per me e per chi ha voglia di leggerlo e non ha mai preteso di essere un articolo di giornale perchè WildItaly NON è un giornale nè una testata giornalistica (è chiaramente specificato qui sotto, dove c’è scritto CHI SIAMO).
    Dici bene quando scrivi “quello che conta è il risultato”. Come mai io ho ottenuto lo stesso tuo risultato senza dover bussare alla porta della mafia con la coda tra le gambe chiedendo un favore? Ergo: senza fare il vigliacco?
    Se poi dici che non rivolgermi alle mafie è frutto della mia ragione personale, beh allora la ragione comune quale sarebbe? Pagare le organizzazioni criminali?

    Vincenzo…un’ultima cosa. I commenti che leggi sopra di Sara e Giuseppe sono stati inviati dalla stessa persona, dallo stesso computer. Ora non so chi sia l’ignorante che ti prende in giro. A te la scelta. Per quanto mi riguarda potreste essere tutti e tre la stessa persona (idiota, a questo punto) che si inventa nomi per far sembrare credibile uno scherzo. Buon Natale. Gratis, spero.

  11. 22 dicembre 2010 @ 11:27 pm Marco Pesino

    Potevi dirlo subito che eri uno di quelli che non può vedere Saviano, la discussione finiva subito

  12. 23 dicembre 2010 @ 8:15 pm Vincenzo/Sara / Giuseppe

    Perche’ continui a non dirci come hai risolto il problema ?
    Vincenzo/sara/Giuseppe

  13. 23 dicembre 2010 @ 8:20 pm Vincenzo/Sara / Giuseppe

    Marco , in questa societa’ ci sono solo due modi per risolvere i problemi .
    1) La giustizia
    2) Le organizzazioni mafiose
    Noi abbiamo , perche’ siamo persone educate bene , chiesto aiuto alla giustizia dello stato. Il risultato e’ stato pietoso.
    Ci dici come hai risolto tu il problema ?
    Grazie
    Vincenzo/Sara/Giuseppe

  14. 23 dicembre 2010 @ 10:36 pm Giampaolo Rossi

    In tutta onestà, se posso intromettermi, mi sento di dover dire una cosa. Ma chi è che crede a questo fantomatico Vincenzo?
    Basta leggere alcuni libri sulla criminalità organizzata per capire che, di sicuro, queste cose NON sono state fatte dalla camorra o dalla mafia. Non esiste che due picciotti prendano ordini da qualcuno che non sia il loro “capo famiglia”. Non esiste che risolvano problemi personali di gente sconosciuta che gli porge 200euro, quando per poco lavoro in più ne guadagnano 10 volte.

    Marco, sul serio, ritengo che non sia assolutamente credibile questa farsa. Perchè è la tipica cazzata di un povero “ignorante” – o finto tale – che ti vuole prendere per il culo e che non ha la minima idea di cosa sia REALMENTE la criminaità organizzata.
    Nel qual caso fosse vero, devo dire al sor Vincenzo che non ha avuto a che fare con la mafia o la camorra (che per di più sono due tipologie di criminalità totalmente diversa) ma con due delinquenti e se un giorno se li trova in casa a rubare sarà tutta colpa sua.

    Tanti saluti!

  15. 24 dicembre 2010 @ 10:45 pm Marco Pesino

    @ Vincenzo/Sara/Giuseppe
    come ho risolto il problema? Da persona seria: parlando, portando avanti le mie posizioni con sicurezza e facendo capire che l’altra persona stava sbagliando. Comprendo, però, che non tutti sono dotati di tale capacità. Se la si ha si possono far capire le cose anche alle persone ignoranti, ma bisogna provarci e non dare per scontato che ‘le cose non si risolvono se non con le organizzazioni criminali’.

    @ Giampaolo
    anche io penso che, se questa storia fosse vera, il signor Vincenzo/Sara/Giuseppe pensa di aver avuto a che fare con la MAFIA e la CAMORRA quando magari quelli erano solamente due ragazzotti tipo quelli di Gomorra, che si credono di essere i padroni del mondo. Che è una farsa adesso è chiaro…evidentemente c’è gente che non ha davvero niente da fare durante la giornata.

  16. 24 dicembre 2010 @ 10:47 pm Marco Pesino

    PS aggiungo che le persone con le quali ho avuto a che fare erano campani…evidentemente molto seri e corretti perchè io non mi sono rivolto a nessuno e nemmeno loro.

  17. 25 dicembre 2010 @ 10:48 pm Franco

    Buongiorno ,
    ho seguito con attenzione le conversazioni tra Marco persino e tutti gli altri .
    Vincenzo, Sara , lasciate perdere e non rispondete piu’ su questo blog .
    Questo Marco e’ uno stolto per non dire s*****o. Ha nell’animo la cattiveria.
    Da cosa lo capito ? Semplice . Non ha voluto mai rispondere alla domanda .Cosa avrebbe fatto al tuo posto. Questo mi e’ bastato per capire che chi parla in Marco e’ la bocca dello stolto amante dei litigi .
    Franco

  18. 26 dicembre 2010 @ 12:11 am Giampaolo Rossi

    Per evitare ogni tipo di lamentela ho approvato il post di Franco… ma sia chiaro che un altro post di questo genere e elimino tutta la discussione, così evitiamo di fare dire queste fesserie.

    Marco ha risposto e quindi se vi potete degnare di leggere ci che scrive prima di parlare vi ringrazio, altrimenti sono costretto a cancellare tutto ciò che dite.
    Il rispetto prima di tutto.


Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Shares