Malattia nucleare!

Il tema sembra essere passato di moda e pare essere scomparso dai riflettori dei media. Ma la realtà del disastro nucleare del Giappone meriterebbe la prima pagina di ogni giornale e il primo titolo di ogni tg. Stiamo rischiando un incidente superiore a quello di Chernobyl e i media si interessano delle barzellette sconce del Presidente del Consiglio che, ovviamente, lo fa apposta. C’è un emergenza a Lampedusa, causata appositamente, di immigrati che non vengono mandati da nessuna parte, se non in centri dai quali scappano dopo poche ore. Una guerra lanciata a casaccio, decidendo solo dopo una o due settimane del lancio del primo missile chi deve guidare le operazioni; come se in sala operatoria prima si apre la pancia del paziente e poi, in un secondo momento, si decide dove e come operarlo. La Francia, la più feroce voce a favore della guerra, è anche quella che ha più interessi nella costruzione di centrali nucleari in Italia. Forse sembra tutto troppo grande, ma quando si tratta di distrazione di massa, tutto il mondo è paese. Ma noi dobbiamo resistere. Noi liberi di parlare e di raccontare. Noi indipendenti da ogni tipo di pressione. Noi, generazione che guiderà questo sporco paese verso l’olimpo del mondo.

La situazione di Fukushima è disastrosa. La fuoriuscita di plutonio è uno dei problemi più grave che potesse venirsi a verificare e, al contrario di quanto ci avevano detto, è successo nei giorni scorsi. Ma non solo. L’inalzamento del livello di Iodio-131 è salito del 30% in sole 24 ore, arrivando a toccare le 4.385 volte più alto del tasso massimo consentito. Cifre spaventose, ma che non sono sole. Infatti, dopo la contaminazione del mare – come se fosse già cosa da poco – ora sono state rivelate contaminazioni di carni con presenza di Cesio-137, dal quale ci vogliono almeno tre secoli per sbarazzarsene. Alcuni esperti parlano di pericolosità salita a livello 7, il massimo, ma per 3 reattori, quindi, potenzialmente, tre volte superiore a ciò che accadde 24 anni fa.
La Tepco – che non  si è certo distinta per la sua chiarezza sulle informazioni – ha dichiarato che sono state rilevate perdite di acqua radioattiva che finisce direttamente nel mare.

Eppure la voce dei media è flebile. Apri il sito di Repubblica e, prima di trovare la notizia sul Giappone, ti imbatti in cose tipo “Assange come Tony Manero: scatenato sulla pista da ballo”, oppure “Arrestato capo degli ultrà del Milan” e ovviamente “Barzelletta Hard del Premier”. Eppure questo giornale sfotteva caldamente il Tg1 per i suoi servizi patacca. Ma migriamo in altri siti dei quotidiani: Il Fatto Quotidiano spara a tutto schermo la situazione a Manduria per gli immigrati, poi abbiamo, a seguire, “Moratti in piazza. E i milanesi optano lo shopping”, oppure “Olgiata, l’assassino è il maggiordomo” (omicidio di 20 anni fa); Il Giornale posta la notiza in fondo a sinistra, dando precedenza a cose ombrose che riguardano la sinistra; il Corriere della Sera fortunatamente la mette come quarta notizia; La Stampa la declassa a settima. È tutto vergognoso.

Mentre mezza Italia si prepara per l’evento più importante dell’anno – come? l’Unità d’Italia? No, no… il Referendum? No, assolutamente… Inter-Milan – il mondo orientale rischia di essere spazzato via e noi insieme a loro.

Ma noi il 12 giugno saremo li a votare SI, per abrogare il nucleare. Raggiungeremo il quorum e sbatteremo in faccia la volontà dei cittadini a questi vecchi pezzenti. Li faremo sfigurare. Da Berlusconi a Casini, da Fini a quell’imbroglione e mangiasoldi di Umberto Veronesi. Questa volta, ci scommetto, vinceremo noi!

GIAMPAOLO ROSSI
giampross@katamail.com

Segui Wilditaly.net anche su:

Facebook

Twitter

Youtube

Google+

Friendfeed


About

Residente a Belluno, studia all’Università Alma Mater Studiorum di Bologna alla facoltà di Lettere, con indirizzo storico, per poi specializzarsi in giornalismo.
giampross@katamail.com


'Malattia nucleare!' have 2 comments

  1. 2 aprile 2011 @ 8:27 pm Rat Mataz

    e che dire appunto del TG1 di oggi ?
    Verso la fine, prima dello sport: Fukushima, scoperta la falla da cui esce acqua radioattiva. Durata 10 secondi netti.
    Prosegue poi con un bellissimo e dettagliato servizio di svariati minuti sull’anniversario del Gronchi rosa (un francobollo, per chi non lo sapesse) …

  2. 3 aprile 2011 @ 12:25 pm Giampaolo Rossi

    Rat Mataz…. ma il Tg1 è ancora un servizio di informazione?? Io saranno mesi e esi che non lo guardo più. Non mi stupisce. Quello che non capisco è come facciano, i vari giornalisti e redattori che lavorano dentro quella struttura, a non sentirsi usati o, perlomeno, a non sentire il loro lavoro vano. Che senso ha fare un servizio del genere su un francobollo quando del plutonio sta uscendo da una centrale nucleare?

    Minzolini, e tutti quelli che gli stanno dietro, andrebbero cacciati dall’ordine. Se un senso ce l’ha, questo inutile ordine dei giornalisti, è quello di poter esercitare un potere di controllo. Eppure non lo fa… continueremo a pagare un’inviato inInghilterra per farci raccontare l’anniversario del tostapane!


Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Shares