Mediaset deve risarcire: 220 milioni per essere stata “aiutata”

Il regime al quale la Repubblica italiana ha illegittimamente dato esecuzione a favore delle emittenti digitali terrestri (…) costituisce un aiuto di Stato incompatibile con il mercato comune”.

La Repubblica adotta tutti i provvedimenti necessari per recuperare dai beneficiari l’aiuto. Il recupero viene eseguito senza indugio e con le procedure del diritto interno, a condizione che queste consentano l’esecuzione immediata ed effettiva della presente decisione. Le somme da recuperare sono produttive d’interessi

Così il Tribunale di Primo Grado dell’Unione Europea ha respinto il ricorso di Mediaset contro la decisione della Commissione Europea di recuperare i fondi stanziati per incentivare l’acquisto delle apparecchiature digitali terrestri.

Durante il penultimo governo Berlusconi, infatti, le Finanziarie del 2004 e del 2005 avevano stanziato un totale di circa 220 milioni di euro per facilitare l’acquisto dei decoder digitali. Quest’atto è stato considerato come un aiuto di stato (e quindi limitante della libera concorrenza) da parte dell’Italia nei confronti del soggetto Mediaset e a discapito di altri operatori (Sky e Europa 7 che presentarono il ricorso contro i finanziamenti). Sono così aiutati gli operatori di un solo determinato settore delle telecomunicazione senza considerare, appunto, la presenza delle tv satellitari, violando così il principio della neutralità tecnologica.

Qui la sentenza (impugnabile davanti alla Corte di Giustizia Europea): T-177/2007

FRANCESCO ANGELI


About

Originario di Campobasso, vive attualmente a Roma. Politologo, specializzato in Unione Europea, è cronista di Wild Italy sin dalla sua fondazione e da ottobre 2014 passa alla sezione blogger. Presidente Arcigay Roma. BLOGGER DI WILD ITALY


'Mediaset deve risarcire: 220 milioni per essere stata “aiutata”' have 2 comments

  1. 22 giugno 2010 @ 7:18 am BostonSucks

    Altra bella figura internazionale… Quanti soldi buttati per una tecnologia vecchia come il digitale terrestre!


Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Shares