Miqrà

Miqrà, le ruvide armonie di Ultimo piano senza ascensore

Ultimo piano senza ascensore è il disco d’esordio dei Miqrà, lavoro autoprodotto registrato presso lo studio Arsonica di Siracusa.Miqrà

Un mix potente e avvolgente di cantautorato e sonorità post rock, il tutto condito con vocalità ruvide e graffianti. Un gran bel sound: scuro e abrasivo in grado di conquistare l’ascoltatore sin da subito.

Miqrà, cantautorato ruvido e intenso

Apre il disco Ad ogni goccia, un sound graffiante in grado di miscelare sonorità naturali a loop ossessivi che vanno a sorreggere il gioco a due voci una tagliente e una “filtrata” a mo’ di vecchia radio. Un grande brano, bello dritto e molto intenso, che ci trasporta subito in questo post rock cantautorale aspro e malinconico.

Radioattività ha un sound dal sapore più vivace, sempre molto tagliente ma dai colori più vivi e l’andamento più “aperto”, molto ben giocato il tappeto sonoro costruito sulle chitarre e sul synth che va a sorreggere e a valorizzare la voce. Interessante questo gioco a due voci continui ad essere parte integrante del brano.

La ribellione della statistica ha l’attitude da ballad: chitarra e voce all’inizio, aiutate poi dalla ritmica e dal gioco di archi (forse sintetizzati) che vanno a riempire gli spazi vuoti. Un brano intenso e corposo che porta alla luce la vena malinconica de Miqrà, resa alla perfezione da queste sonorità cupe e dense di bassi.

Camilla è un brano dal cuore elettronico, forse una scelta atipica date le sonorità dei brani precedenti, ma comunque molto azzeccata. L’andamento di questo brano non può che far venire alla mente una sorta di funk dal sapore sintetico, incalzante e ruggente, moderno ma non ammiccante al mondo dell’elettronica banale.

Per colpa del cemento resta sulla vena elettronica di cui sopra ma la ripropone in chiave più lieve. Forse siamo davanti al brano più “pop” del disco, ovviamente usando il termine nella sua accezione positiva. Un brano ben costruito, interessante notare come i Miqrà abbiano suddiviso il pezzo in tre segmenti sonori ripetuti in maniera ossessiva in sottofondo: quello del basso, intenso e circolare; quello della ritmica, molto percussivo e quello delle chitarre, semplice e dosato al millimetro.

Una cosa che mi manca di te è un talk lento e dilatato. Una vocalità scandita e ruvida, ma utilizzata a mo’ di confessione. Un tappeto sonoro leggero che accompagna tutta la parte “recitata” ma che va a crescere sul finale con questa esplosione dal timbro più rockeggiante. Molto bello questo crescendo di chitarre che va a chiudere il tutto, davvero un grande arrangiamento.

Miqrà

Serotonina è l’ultimo pezzo di questo Ultimo piano senza ascensore. Un mix perfetto di elettronica, cantautorato e lirica. Un brano intenso che non fa che sottolineare la perizia sonora dei Miqrà e l’intensità che c’è dietro il loro lavoro. Bello questo “spostamento di asse” verso le sonorità più pop del ritornello che vanno a modificare la prospettiva del brano, senza ovviamente intaccarne la bellezza e l’intensità.

Miqrà, una band da tenere d’occhio.

Bisogna proprio continuare a tener d’occhio questi Miqrà perché questi nove brani hanno tutte le carte in regola per un futuro più che luminoso.

Portare in scena un cantautorato post rock, miscelarlo con l’elettronica e non scadere nel banale è, probabilmente, il merito più grande dei Miqrà che, oltre ad essere dei grandi musicisti, hanno anche quell’originalità che li rende grandi artisti e oggi come oggi non è poco.

Il disco va ascoltato assolutamente.

 

SE QUESTO ARTICOLO TI È PIACIUTO, SOSTIENI WILD ITALY CON UNA DONAZIONE!


About

La musica è la mia passione: sul palco dietro una batteria e sotto al palco in un mare sterminato di dischi. Laureato in Letteratura, Musica e Spettacolo e in Editoria e Scrittura a La Sapienza di Roma, passo il mio tempo tra fogli bianchi, gatti e bacchette spezzate. CAPOSERVIZIO MUSICA


'Miqrà, le ruvide armonie di Ultimo piano senza ascensore' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Shares