Mr. Holmes: l’ultimo caso del detective di Baker Street

Era il 1887 quando nel romanzo Uno studio in rosso apparve per la prima volta il personaggio di Sherlock Holmes. L’investigatore ideato da Arthur Conan Doyle è apparso in quattro romanzi e in cinquantasei racconti ed è divenuto nel tempo l’icona non solo della letteratura gialla ma anche simbolo di intuito, perspicacia ed intelligenza.

mr. holmes Ian McKellenIl Detective di Baker Street è stato protagonista di numerose trasposizioni sia cinematografiche, di cui le ultime sono le due pellicole dirette da Guy Richie con Robert Downey Jr. e Jude Law, e di serie tv di cui la più famosa è la miniserie della BBC One con Benedict Cumberbatch e Martin Freeman, divenuta cult in poco tempo.

Ora Sherlock Holmes è pronto per tornare sul grande schermo nel film Mr. Holmes – Il mistero del caso irrisolto con protagonista Ian McKellen. Distribuito da Videa, la pellicola arriverà nei cinema il prossimo 19 novembre.

SINOSSI.

Inghilterra, 1947. Un anziano Sherlock Holmes si è ritirato nella sua fattoria situata sulla costa inglese dove ha deciso di trascorrere i suoi ultimi anni di vita dedicandosi all’apicultura. Con lui ci sono la sua governante e il giovane figlio di lei, Roger. L’ex investigatore privato è ossessionato dal suo ultimo caso e con l’aiuto del giovane Roger cerca di ricostruire il mistero della donna del guanto.

FLASHBACK E RIMORSI.

Diretto da Bill Condon e sceneggiato dallo stesso regista insieme a Jeffrey Hatcher, Mr. Holmes – Il mistero del caso irrisolto porta sul grande schermo il famoso detective in una veste inusuale per il pubblico ma molto intrigante.

A differenza dei film precedenti e delle serie tv che hanno visto il detective del 221b Baker Street giovane e pieno di forza, qui lo ritroviamo in età molto avanzata – 93 anni – e con tutte le problematiche che affliggono gli anziani, prime fra tutte una condizione fisica precaria e l’avanzamento della senilità. Ma nonostante ciò nei momenti di lucidità è sempre l’infallibile investigatore che tutti conosciamo.

Mr. Holmes è una storia che, come spesso accade nei polizieschi, vede il protagonista ripercorrere tramite flashback il caso che sta cercando di risolvere, ripartire dall’inizio per cercare di capire se qualcosa è sfuggito o anche per ricordare dove si è sbagliato, come in questa situazione.

Una vicenda in cui vediamo Sherlock Holmes in due momenti differenti e lontani nel tempo tra loro che ci presentano quindi il personaggio in due situazioni fisiche e mentali completamente opposte. Se nei flashback abbiamo un Mr. Holmes più arguto che mai, nel presente abbiamo un investigatore che sente appieno il peso degli anni.

Un mistero da risolvere che se da una parte incuriosirà lo spettatore tenendolo con gli occhi fissi sullo schermo, dall’altra lo deluderà per un caso che alla fine si rivelerà molto semplice e il cui unico mistero è rappresentato da il non riuscire a ricordare del protagonista.

Inoltre il continuo passare tra il presente e un doppio flashback, ambientati in due epoche diverse, rendono la narrazione poco fluida e quindi poco avvincente.

mr.-holmesMa Mr. Holmes è una pellicola che non deluderà sia nella parte tecnica – ottimi fotografia, scenografia e costumi – sia per l’interpretazione degli attori. Ian McKellen ancora una volta dimostra di essere uno dei più grandi attori viventi riuscendo ad essere ora uno Sherlock Holmes al pieno del suo agrume ora un investigatore private che non riesce a sconfiggere il passare del tempo. Al suo fianco buone anche le interpretazioni di Laura Linney, convincente nei panni di una madre preoccupata, e il giovane Milo Parker che riesce a restituire un bambino pieno di vita e curiosità.

In conclusione Mr. Holmes – Il mistero del caso irrisolto è un film che soddisferà a metà, lasciando l’amaro in bocca per un mistero non poi così irrisolvibile.

SE QUESTO ARTICOLO TI E’ PIACIUTO, SOSTIENI WILD ITALY CON UNA DONAZIONE!


About

Appassionato di cinema, fotografia, teatro e musica sin da piccolo decide di farne il suo lavoro. Miyazakiano convinto, tanto da incentrare la sua tesi sul suo cinema, e divoratore di anime tanto da volere Eikichi Onizuka come professore al liceo, è uno Jedi come suo padre prima di lui e “nato pronto” e sì, anche un inguaribile nerd (pollice verso per coloro che non colgono le citazioni). Laureato in cinema presso il DAMS di Roma 3 e diplomato in fotografia presso il CST, inizia a collaborare (e tutt'ora collabora) come critico di cinema e fotografo di concerti con varie webzine di cui da subito ha sposato il progetto con entusiasmo. Giornalista pubblicista iscritto all'albo. Sempre in movimento, perennemente in ritardo. CAPOSERVIZIO CINEMA


'Mr. Holmes: l’ultimo caso del detective di Baker Street' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Shares