los angeles lakers

NBA, le partite mai giocate: Los Angeles Lakers 2000-01 vs Boston Celtics 2007-08

Quarto appuntamento con la nostra rubrica “le partite mai giocate”. In questo speciale andremo ad analizzare una rivalità storica che segna la NBA fin dalla nascita. Da una parte avremo i Los Angeles Lakers 2000-01, dall’altra i Boston Celtics 2007-08. Due squadre opposte per il loro stile di gioco ma che sono riuscite a vincere il titolo finale. A Los Angeles troviamo una delle coppie offensive più forti della pallacanestro O’Neal-Bryant, mentre a Boston assistiamo al primo anno dei famosi Big Three Allen-Pierce-Garnett. Chi potrebbe aggiudicarsi l’ipotetico incontro?

Los Angeles Lakers 2000-01

da pinterest.com

Ron Harper (e successivamente Derek Fisher), Kobe Bryant, Rick Fox, Horace Grant e Shaquille O’Neal. Al suo secondo anno da head coach, Phil Jackson porta i Lakers a un record di 56-26 e al conseguente secondo posto nella Western Conference. È questo l’anno in cui si va a formare una coppia offensiva incredibile, quella composta da un giovane Bryant e da un solido O’Neal. Il primo ha trovato la sua vera dimensione offensiva e registra la sua più alta media nei punti (fino a quell’anno) con 28.5.

Il secondo, invece, è una garanzia con i suoi 28.7 punti e 12.7 rimbalzi di media. Los Angeles viene dal primo anello vinto con The Diesel e cerca di confermarsi, per la seconda volta consecutiva, campione NBA. La stagione va molto bene con i Lakers che si confermano essere i principali avversari da battere per il titolo. Le uniche squadre che registrano record migliori o uguali sono, rispettivamente, i San Antonio Spurs del duo Duncan-Robinson e i Philadelphia 76ers di un grande Allen Iverson che vincerà a fine stagione il premio di MVP. Iniziano i playoff e la squadra di Jackson affronta al primo turno i Portland Trail Blazers dove giocano Rasheed Wallace e Scottie Pippen, ex allievo del maestro Zen. Le partite iniziali sono semplice formalità e i gialloviola passano il turno per 3-0 (il format dei playoff in quell’anno era 5-7-7-7).

Al secondo round incontrano i Sacramento Kings, squadra molto più ostica rispetto all’avversaria del primo turno. Qua, però, assistiamo al dominio incontrastato nelle prime due gare di O’Neal e nelle restanti due di Bryant. I Lakers vincono per 4-0 e volano in finale di conference dove vanno ad affrontare i San Antonio Spurs. Nella serie i texani cercano una soluzione alla coppia offensiva di Los Angeles ma non riescono a limitare i danni ed escono sconfitti per 4-0. In finale NBA, i Philadelphia di Iverson piazzano subito il colpo a sorpresa infliggendo, in gara 1, la prima sconfitta nella post-season ai Lakers ma alla fine anche loro sono costretti ad arrendersi per 4-1.

Punti di forza: dominio al rimbalzo, scelte offensive.

Punti deboli: /

Boston Celtics 2007-08

Ap Photo/Winslow Townson

Rajon Rondo, Ray Allen, Paul Pierce, Kevin Garnett, Kendrick Perkins. Da 24 vittorie e 58 sconfitte a 66 vittorie e 16 sconfitte. L’arrivo in estate di Allen e Garnett cambia completamente la faccia dei Celtics che si trasformano in una squadra pronta e sicura di vincere il titolo. Boston spinta dal nuovo entusiasmo che contamina tifosi e città, chiude la regular season al primo posto e diventa la favorita numero 1 per la vittoria finale. Inizialmente è difficile ripartire da zero e ottenere nuovi risultati con giocatori arrivati da pochi giorni, eppure coach Rivers riesce a far girare alla perfezione i Big Three e il resto della squadra.

Ai playoff la strada è insidiosa e in salita. Al primo turno, infatti, gli Atlanta Hawks sfruttano al meglio il fattore casa e spingono la serie fino a gara 7. Al secondo round davanti al cammino dei Celtics si trova LeBron James che ricerca la sua seconda finale consecutiva. I Cavaliers, come Atlanta, giocano al loro meglio infliggendo tre sconfitte a Boston ma a gara 7 sono di nuovo Pierce e compagni a passare.

In finale di conference, la squadra di Rivers incontra i Pistons ultimo ostacolo per le Finals. La serie è molto combattuta ma a spuntarla è la difesa di Boston che chiude la pratica a gara 6. In finale ritorna la rivalità con i Lakers. Le partite sono giocate ad altissimi livelli e all’ultimo sangue. Boston ipoteca la vittoria finale in gara 4 dove espugna Los Angeles e si porta sul 3-1; a nulla serve gara 5 persa perché i Celtics vincono il titolo NBA infliggendo una sonora sconfitta ai Lakers in gara 6.

Punti di forza: difesa, mentalità, scelte giuste.

Punti deboli: fisicità.

Il risultato

Chi vincerebbe dunque in una partita secca? A portarsi a casa la vittoria finale sarebbero i Los Angeles Lakers. Nonostante la grande difesa dei Celtics, la coppia offensiva O’Neal-Bryant sarebbe un nodo troppo difficile da sciogliere per coach Rivers che non può contare sul cosiddetto big man che possa contrastare The Diesel.

 

SE QUESTO ARTICOLO TI E’ PIACIUTO, SOSTIENI WILD ITALY CON UNA DONAZIONE!


About

Diplomato al Liceo Scientifico Statale “Ettore Majorana” (maturità scientifica) di Roma, frequenta la facoltà di Scienze della Comunicazione presso l’università Roma Tre. È da sempre appassionato di sport e in particolar modo di Basket. Segue da anni il campionato della NBA con particolare interesse per i San Antonio Spurs. Ha collaborato come redattore e video maker con i siti Basketlive e Basketitaly pubblicando diversi articoli. Ha inoltre svolto attività di collaborazione sul canale youtube Roma Breaking Videos. Attualmente è l’addetto stampa della società romana Smit Roma Centro. VICE CAPOSERVIZIO SPORT


'NBA, le partite mai giocate: Los Angeles Lakers 2000-01 vs Boston Celtics 2007-08' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Shares