No alla Legge Bavaglio

Questo è un messaggio diretto non soltanto ai giornalisti o a coloro che lavorano nella stampa, ma anche a tutti coloro che credono nell’articolo 21 della nostra Costituzione:

Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure. […]”.

Si sono spontaneamente indicati i commi 1 e 2 poiché gli altri quattro non necessitano di essere citati.

Facendo riferimento alla faziosità e al partitismo sfrenato del Direttore del Tg1, il quale, avvalendosi di ordini che “vengono dall’alto” spadroneggia sul telegiornale più seguito d’Italia, di giornalisti che tentano di informare le persone in modo oggettivo e non in modo sfacciatamente imparziale ne sono rimasti veramente pochi.

E’ una guerra fra la politica e il giornalismo, che si sta combattendo da molto tempo, forse da sempre. Non è poi così difficile provare ad indovinare su chi la stia vincendo: tra poco vedremo il Senato votare degli emendamenti che costituiscono una legge di cui in questi ultimi anni se ne è parlato molto. La cosìdetta Legge bavaglio. Essa in sostanza va a impedire ai giornalisti di diffondere inchieste fin quando non sono state concluse le indagini preliminari ovvero fino al termine dell’udienza preliminare (dunque se va bene dopo almeno tre anni).

Un piccolo “giornale” online, ha deciso di dire basta e dare la parola a quelle persone a cui gli è stata tolta per troppo tempo: i Cittadini.

La Redazione di Wild Italy si raccoglierà insieme a tutti coloro che credono nel progetto il prossimo 12 giugno, a Roma e contemporaneamente anche a Milano (i luoghi precisi li stiamo ancora individuando). Lo scopo dei due incontri è quello di montare una serie di video colmi di testimonianze che conterranno tutti i vostri dubbi, impressioni, perplessità, riflessioni su questa legge “bavaglio”.

Il video sarà poi pubblicato sul sito: http://www.wilditaly.net/ corredato di un articolo in divenire nel quale sarà chiarito, emendamento per emendamento, su cosa andrà ad incidere questa legge.

Il progetto si intitola “Raise Your Voice” (fai sentire la tua voce) ed è possibile aderire all’evento di Roma o di Milano, andando sulla pagina di Facebook di Wild Italy.

MARCO BEVILACQUA



'No alla Legge Bavaglio' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Shares