Non gli resta che la fede: i dogmi dell’amore

La mancanza di fantasia è l’ennesimo segnale che il 70enne è arrivato alla frutta; nemmeno la demenza senile gli viene in soccorso a rendere il discorso più originale di quel noioso loop di dichiarazioni che ci tormentano in modo sempre più ossessivo, soprattutto negli ultimi mesi, e che sabato da piazza San Giovanni ha raggiunto il suo apice. Nonostante questo i fedeli non mancano, perché ormai, se si vogliono prendere sul serio queste parole strampalate, bisogna sostituire la ragione con la fede. Giusto per rimanere seri. Bisogna credere che le parole dette e le domande fatte da quel palco bianco a Roma siano dogmi e in quanto tali contengono già le risposte a qualsiasi domanda, sono soluzioni a priori.

Se poi qualche eretico si mettesse in testa la malsana idea di considerare razionalmente alcuni dei dogmi posti sotto forma di domande retoriche fatte alla piazza di adepti, allora il rischio che la religiosa atmosfera si trasformi in ridicolaggine è molto alto.

Passiamo allora in rassegna i dogmi “negativi” in quanto gli adepti rispongono con un lungo e urlato NO:

Volete che ritorni al governo questa sinistra che rintrodurrebbe subito l’Ici?”

[Possiamo solamente immaginare quanto girino le palle a Bossi e compagni padani quando si tira fuori il tema Ici, tassa perfettamente “federalista”, abolita dal 70enne. E’ inoltre noto ai più come all’eliminazione dell’Ici sia corrisposto un aumento direttamente proporzionale (nei casi migliori) delle addizionali IRPEF. ndr]

Volete lo stato di polizia tributaria che verrebbe fuori da questa situazione e che è lo stato che vuole la sinistra?”

[Beh questa frase, detta da un uomo di destra, lascia alquanto interdetti. Se poi quest’uomo è anche un noto evasore fiscale allora è come se il ladro tentasse di convincervi della pericolosità delle forze dell’ordine. ndr]

“Volete le intercettazioni a tappeto su tutto e su tutti? Cioè volete essere spiati anche a casa vostra?”

[Uno che ha costruito la propria campagna elettorale del 2008 puntando esclusivamente sulla sicurezza dei cittadini, dovrebbe auspicare l’uso delle intercettazioni affinché si scovino i delinquenti più facilmente e velocemente possibile, ottenendo così la tanto agognata sicurezza. Salvo poi essere lui scoperto delinquente tramite l’uso di intercettazioni, dimostrando quindi la bontà del mezzo. ndr]

Seguono ora i dogmi “positivi” in quanto gli adepti rispongono con un lungo e urlato SI:

Volete una sanità con almeno la metà di giorni di attesa nelle liste degli esami e interventi?

Volete che si possa aprire un’impresa in un sol giorno nella vostra regione?

Volete più verde e piste ciclabili?

Questi dogmi sono anche chiamati “emigratori” in quanto si possono realizzare solo dopo un’emigrazione verso paesi più civilizzati del nostro.

Infine i dogmi “primitivi” in quanto sono stati utilizzati svariate volte dall’olocene ai giorni nostri, un po’ logori ma sempre di moda:

Volete le risse e i pollai in tv pagati con i nostri soldi?”

Volete meno burocrazia nella vostra regione?

Volete meno tasse regionali sulle famiglie?

A questo punto se proprio volessimo essere eretici e scettici fino all’osso potremmo anche mettere in dubbio che l’amore vinca sempre sull’invidia e sull’odio ma difficilmente potremmo negare che la fede vince sempre sulle bugie demenziali.

Scritto e pubblicato da Voglio Resistere



'Non gli resta che la fede: i dogmi dell’amore' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Shares