Nonostante tutto, auguri…

Auguri a chi spera che in fondo, questo paese vedrà prima o poi la luce ma anche a quelli che cominciano ad andare in giro con dei cartelli appesi al collo, urlando che la fine del mondo è alle porte.

Auguri a chi crede ancora in una politica onesta, cioè una politica ma anche a quelli che ormai credono che siano più autorevoli le organizzazioni criminali e le lobbies, rispetto al nostro parlamento.

Auguri a chi credeva che dopo il ventennio berlusconiano saremmo stati meglio e a chi invece sentiva già puzza di bruciato…o di cetriolo, fate voi…

Auguri ai militanti di partito, che in molti casi sono centomila volte più validi, rispetto ai dinosauri che occupano i vertici più alti.

Auguri a chi crede che esistano ancora destra e sinistra e a chi dava credito a Gaber, quando cantava “Che cos’è la destra, che cos’è la sinistra”.

Auguri a chi vuole un ricambio generazionale della politica e delle istituzioni e a chi pensa invece che i possibili “sostituti” siano più che altro dei “giovani vecchi”.

Auguri a chi pensa che la “legge è uguale per tutti” ed anche a quelli che pensano invece che tale scritta vada tolta dai tribunali perché suona sempre di più come una presa in giro.

Auguri a chi per difendere il proprio diritto al lavoro è costretto a salire in cima ad una torre per farsi sentire ed anche a quelli che voltano le spalle di fronte alle loro richieste, fregandosene altamente.

Auguri a chi è scappato dall’Italia e ha trovato lavoro dopo neanche una settimana e a chi invece è rimasto qui, sentendosi un po’ fesso, ma non perdendo la speranza di poter migliorare la sua condizione.

Auguri a chi si informa solo attraverso la televisione e solo adesso capisce che il mondo è al di là di quel tubo catodico e auguri a quelli che invece vogliono rimanere tra il pubblico di “Uomini e Donne”, pensando che quella sia la loro realtà.

Auguri ai giornalisti, che saranno una brutta razza ma tentano in qualche modo di raccontare i tempi che viviamo ed auguri anche a quei leccaculo che del giornalista, possono mostrare solo il tesserino.

Auguri alle persone che fanno cittadinanza attiva, che rischiano ogni giorno di essere ostacolati ma non demordono perché credono che il popolo si sveglierà – prima o poi – da questo torpore indotto ed auguri anche a quelli che pensano invece che tutto ciò sia perfettamente inutile

Auguri alle Forze dell’Ordine, che – nonostante siano sottopagate – continuano a svolgere il loro lavoro con una dedizione notevole e auguri anche a quelli che invece in questa situazione, molto spesso perdono la testa.

Auguri a chi si sente solo al mondo e a chi, pur avendo delle persone che gli vogliono bene, non se ne rende conto.

Auguri a chi l’albero non se lo può permettere, ma ha il dono più bello che ci sia: l’affetto dei suoi cari ed auguri anche a quelli che pur dormendo sopra le banconote da 500 euro, sentono che alla loro vita manca qualcosa.

Nonostante tutto, faccio i miei più sinceri auguri a tutti per un buon natale ed un felice anno nuovo…

AGGIORNAMENTI:

Francesco scrive, nei commenti qui sotto: “Auguri a quelli che si prendono manganellate e mesi di reclusione per opporsi al regime che vuole devastare la nostra bella Italia in nome di un’economia marcia e bisunta che rende tutti noi poveri e teleguidati. Grazie no tav, resistete“.

Se mi sono dimenticato di fare gli auguri a qualcuno, scrivete tutto nei commenti e lo aggiungerò

Ancora auguri

Segui Wilditaly.net anche su:

Facebook

Twitter

Youtube

Google+

Friendfeed


About

Giornalista pubblicista, fondatore e direttore di Wild Italy. Ha collaborato con varie testate nazionali e locali, tra cui Il Fatto Quotidiano e La Notizia Giornale, ed è blogger per l’Huffington Post Italia. Nel 2011 ha vinto il Primo Premio Nazionale Emanuela Loi (agente della scorta di Paolo Borsellino, morta in Via d’Amelio) come “giovane non omologato al pensiero unico”. Studioso di Comunicazione Politica, ha lavorato in campagne elettorali, sia in veste di candidato che di consulente e dirige, da fine 2016, Res Politics – Agenzia di comunicazione politica integrata . DIRETTORE DI WILD ITALY.


'Nonostante tutto, auguri…' have 1 comment

  1. 3 gennaio 2012 @ 6:49 pm francesco

    Auguri a quelli che si prendono manganellate e mesi di reclusione per opporsi al regime che vuole devastare la nostra bella Italia in nome di un’economia marcia e bisunta che rende tutti noi poveri e teleguidati. Grazie no tav, resistete.


Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Shares