oltre le nuvole

Oltre le nuvole, il luogo promessoci: il poetico esordio di Makoto Shinkai

Makoto Shinkai è uno dei registi di anime più acclamati della sua generazione e degli ultimi anni. Il regista si è fatto conoscere ed apprezzare dal grande pubblico grazie a film come 5 cm per secondo, Viaggio verso Agartha e il recente Your Name. Una fama quella di Shinkai che ha varcato i confini nipponici grazie a film toccanti, pieni di sentimento e con storie tutt’altro che banali. Il debutto del regista sul grande schermo arriva nel 2004 con il lungometraggio Oltre le nuvole, il luogo promessoci. Con ben 13 anni di ritardo la pellicola arriva finalmente nei cinema italiani.

Sinossi

Oltre-le-nuvole-il-luogo-promessoci-makoto-shinkaiDopo la Seconda Guerra Mondiale il Giappone viene diviso in due parti. Una sotto il controllo degli Stati Uniti e l’altra sotto l’influenza dell’Unione Sovietica. Negli anni ’90 il Paese si riunisce, ad eccezione dell’isola di Okkaido, ora nota come isola di Ezo, che rimane sotto l’influenza sovietica. Qui viene costruita una misteriosa torre che si rivela essere un’arma in grado di trasformare il mondo in un universo completamente differente.

In questo scenario si muovono Hiroki, Takuya e Sayuri. Il sogno dei tre è riuscire a volare vicino alla torre di Ezo. Per farlo iniziano a riparare un aereo militare precipitato tempo prima. I due ragazzi promettono alla loro amica di portarla con loro nel viaggio e scoprire così cosa si cela oltre la misteriosa costruzione. Dopo le vacanze estive però Sayuri scompare misteriosamente e i due ragazzi prendono strade differenti.

A distanza di tre anni le loro strade si incroceranno nuovamente. Hiroki e Takuya scopriranno il motivo dell’improvvisa scomparsa di Sayuri e faranno di tutto per mantenere la loro promessa.

Una promessa da mantenere

Le parole hanno un grade potere. La loro successione è in grado di dare vita a formule magiche. E una delle più potenti è senza dubbio la promessa. Una volta preso un impegno questi assume un valore sacro che non può e non deve essere spezzato. Proprio sulla sacralità della parola data si basa Oltre le nuvole, il luogo promessoci. La promessa diviene così qualcosa di soprannaturale capace di trascendere il tempo e lo spazio. Diviene un ponte per dimensioni parallele e quindi l’unica via per poter tornare alla realtà. Una magia così potente in grado di salvare una vita.

oltre-le-nuvole-il-luogo-promessoci-filmUna verità che lo spettatore – come i protagonisti – scopriranno durante il corso della vicenda. Hiroki e Takuya inizialmente fanno la promessa a cuor leggero. Promettere a parole non costa nulla, il difficile è sempre mantenere l’impegno preso. Non si rendono conto della sacralità del patto che hanno stretto perché convinti che per mantenerlo basti poco. Una convinzione inconscia che con il tempo verrà smentita.

LEGGI ANCHE: THE BOY AND THE BEAST, LA RECENSIONE

Ma si sa che la magia ha un prezzo molto alto. Soprattuto quando usata in maniera sconsiderata. Promettere qualcosa e non riuscire a mantenerlo non comporta mai nulla di buono. Anche se la promessa viene mantenuta la sua sacralità viene incrinata poiché inizialmente viene dimenticata e accantonata. Quindi come un incantesimo pronunciato male le conseguenze non tarderanno ad arrivare. E cosa c’è di più terribile della perdita? Ma ciò che è perduto può sempre essere ritrovato, portando a compimento con convinzione l’impegno preso. Il mantenere la promessa diviene così una missione di salvataggio e spesso salvare una persona vuol dire salvare il mondo.

Un mondo onirico

Non è un caso di Shinkai decida di ambientare Oltre le nuvole, il luogo promessoci in una realtà alternativa. Questo espediente gli permette di dare vita ad una storia di fantascienza in cui il sogno e gli universi paralleli sono qualcosa di vero e tangibile.oltre-le-nuvole-il-luogo-promessoci-makoto-shinkai-2017

Il mondo onirico è un luogo concreto in cui le persone distanti possono incontrarsi e comunicare. È un posto dove si riesce a (ri)scoprire quelle sensazioni che ci rendono completi. Ma come ogni cosa che trascende il tempo e lo spazio, i momenti trascorso lì una volta tornati alla realtà saranno dimenticati. Così come tutte le sensazioni provate, lasciando quella sensazione di vuoto incolmabile.

Oltre al sogno Shinkai ritrae anche un mondo distopico, in cui la storia non è come la conosciamo. Anche se non vediamo direttamente come il Giappone e la sua società sono cambiati a seguito della divisione ne percepiamo appieno la tensione che questo a comportato. Un cambiamento radicale che si percepisce nei comportamenti dei personaggi.

Simbolo di tutto ciò è la bianca torre di Ezo. La misteriosa costruzione simboleggia non solo un Giappone alternativo, ma anche qualcosa di inarrivabile. È la raffigurazione di quei sogni irraggiungibili e del luogo dove ci rifugiamo per fuggire dalla realtà. Un posto magico capace di realizzare i sogni di chi lo abita ma ad un grande prezzo. Un luogo che una volta raggiunto farà tornare con i pieni per terra perché in grado di far vedere la realtà delle cose.

Poetica di un sognatore

In Oltre le nuvole, il luogo promessoci è possibile trovare tutti gli elementi che andranno a comporre la poetica di Shinkai. Il lungometraggio d’esordio del regista nipponico contiene tutti quegli elementi che lo faranno amare dagli spettatori. Troviamo così la presenza di un altro mondo, la malinconia di un amore perduto ormai nel tempo, la potenza dei sogni, il destino che lega indissolubilmente due persone, il tempo come qualcosa di vivo e mutabile, la sensazione di mancanza e smarrimento che si ha quando ci si sveglia da un vivido sogno. Tutti elementi che verranno sviluppati in maniera più esaustiva nei suoi lavori successivi.

oltre-le-nuvole-il-luogo-promessociOltre le nuvole, il luogo promessoci è un film capace di catturare lo spettatore sin dall’inizio. Ci riesce grazie ad una storia semplice ma piena di sentimento. Una vicenda dolce, malinconica, dove non manca il pathos ed in cui la magia e l’impossibile sono reali.

Come ogni opera prima la pellicola di Shinkai risulta acerba. Il film risente di una sceneggiatura non solidissima che apre molte parentesi senza chiuderle tutte. Alcuni elementi della storia risultano fuori luogo e non ben incastrati con la vicenda principale. Questo fa si che il tutto manchi di coesione. Nonostante ciò Oltre le nuvole, il luogo promessoci è un film da non perdere.

Oltre le nuvole, il luogo promessoci sarà nei cinema solo l’11 e il 12 aprile distribuito da Nexo Digital e Dynit. Per l’elenco delle sale andate su www.nexodigital.it.

SE QUESTO ARTICOLO TI È PIACIUTO, SOSTIENI WILD ITALY CON UNA DONAZIONE!


About

Appassionato di cinema, fotografia, teatro e musica sin da piccolo decide di farne il suo lavoro. Miyazakiano convinto, tanto da incentrare la sua tesi sul suo cinema, e divoratore di anime tanto da volere Eikichi Onizuka come professore al liceo, è uno Jedi come suo padre prima di lui e “nato pronto” e sì, anche un inguaribile nerd (pollice verso per coloro che non colgono le citazioni). Laureato in cinema presso il DAMS di Roma 3 e diplomato in fotografia presso il CST, inizia a collaborare (e tutt'ora collabora) come critico di cinema e fotografo di concerti con varie webzine di cui da subito ha sposato il progetto con entusiasmo. Sempre in movimento, perennemente in ritardo. CAPOSERVIZIO CINEMA


'Oltre le nuvole, il luogo promessoci: il poetico esordio di Makoto Shinkai' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Shares