outcast

Outcast, convincente pilot per la serie horror Fox

outcast-foxIl prossimo 6 giugno arriverà sugli schermi tv in contemporanea mondiale il primo episodio di Outcast, serie originale FOX tratta dall’omonimo fumetto di Robert Kirkman, già autore di The Walking Dead.

La serie è ambientata nella fittizzia cittadina di Rome, Virginia Orientale, e vede protagonista Kyle Barne (Patrick Fugit, Almost Famous) che torna a vivere nella città in cui è cresciuto cercando di alienarsi il più possibile dal resto della comunità a causa degli episodi di possessione demoniache che hanno colpito i suoi familiari e quindi anche lui. Ma Kyle non riuscirà a pieno nel suo intento poiché il Reverendo Anderson, che lo aveva aiutato da bambino, gli chiederà aiuto per l’esorcismo di un bambino con il quale apparentemente non ha alcun legame ma con cui scoprirà di essere direttamente coinvolto. Kyle deciderà così di aiutare il Reverendo Anderson a capire cosa si cela dietro tali fenomeni e qual è il suo ruolo in tutto ciò.

Un uomo contro i (suoi) demoni

Abbandonate le atmosfere apocalittiche di The Walking Dead, Kirkman da vita ad una serie horror che sin dal primo episodio oltre a far capire la direzione che vuole intraprendere – divisa tra misteri ed esorcismi – e che si appoggia su quelle che sono le caratteristiche fondamentali del genere horror per creare una vicenda che pone molte domande alle quali risponderà con molta calma e sin dal primo episodio si intuisce che le risposte porteranno con sé altri enigmi. Come ogni prodotto horror che si rispetti abbiamo un incipit che ci porterà nel pieno della vicenda e del mistero che avvolge gli avvenimenti che stanno colpendo la cittadina in cui Outcast è ambientato, a cui segue pian piano la presentazione dei vari personaggi principali e con un meccanismo fatto di momenti di azione e tensione e momenti più calmi, ma solo in apparenza, veniamo messi a conoscenza tramite brevi flashback che quello che sta accadendo a Rome è già accaduto una volta in passato.

I primi 50 minuti che compongono l’episodio pilota di Outcast hanno già fatto intuire che la serie avrà una lunga ed intricata vicenda in cui il protagonista dovrà affrontare faccia a faccia tutti quei demoni che lo hanno messo in ginocchio. Una sfida tra un uomo “rotto” che sta cercando di rimettere insieme i pezzi e rifarsi una vita e demoni che lo torturano e perseguitano da sempre per un motivo ancora ignoto ma di cui molto probabilmente già dal secondo episodio verranno forniti indizi e che potrebbero avere a che fare con l’Apocalisse (o così spera chi scrive).

outcast-serie-tvTratti tipici dei prodotti horror si diceva qualche riga sopra. In Outcast non mancano sia i luoghi tipici degli horror, a partire dalla casa infestata dove tutto è iniziato, l’ospedale, la chiesa e così via, sia una colonna sonora inquietante che qui ricorda il battito del cuore che piano piano aumenta i battiti con l’aumentare della tensione della scena. Inoltre il protagonista è un ragazzo che prima di tutti ha vissuto sulla sua pelle gli strani fenomeni che si stanno riproponendo nella sua città natale ed ovviamente non solo nessuno gli ha creduto ma i fenomeni di possessione si sono ripresentati quando lui è tornato nella casa in cui è cresciuto, ed ovviamente lui è la chiave per sconfiggere il Male. O almeno così si è portati a credere alla fine del primo episodio. Infine non mancano le tipiche inquadrature e movimenti di macchina del genere, con case riprese dal basso verso l’alto, in modo da renderle più grandi ed inquietanti di quanto non siano, e con movimenti lenti ed inesorabili che fanno aumentare la tensione, a cui contribuisce un’ottima fotografia che disegna giochi di ombre e luci veramente suggestivi.

Un buon inizio per una serie che trasuda horror dall’inizio alla fine, che forse si prende un po’ troppo sul serio, ma che promette veramente bene. Non resta che aspettare arrivi sul piccolo schermo per vedere come procede la storia, sperando che i salti sulla sedia aumentino di puntata in puntata.

 

SE QUESTO ARTICOLO TI È PIACIUTO, SOSTIENI WILD ITALY CON UNA DONAZIONE!


About

Appassionato di cinema, fotografia, teatro e musica sin da piccolo decide di farne il suo lavoro. Miyazakiano convinto, tanto da incentrare la sua tesi sul suo cinema, e divoratore di anime tanto da volere Eikichi Onizuka come professore al liceo, è uno Jedi come suo padre prima di lui e “nato pronto” e sì, anche un inguaribile nerd (pollice verso per coloro che non colgono le citazioni). Laureato in cinema presso il DAMS di Roma 3 e diplomato in fotografia presso il CST, inizia a collaborare (e tutt'ora collabora) come critico di cinema e fotografo di concerti con varie webzine di cui da subito ha sposato il progetto con entusiasmo. Giornalista pubblicista iscritto all'albo. Sempre in movimento, perennemente in ritardo. CAPOSERVIZIO CINEMA


'Outcast, convincente pilot per la serie horror Fox' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Shares