Paola Turci

Paola Turci, il rock ricercato e grintoso di Il Secondo Cuore

Il Secondo Cuore è il titolo del dodicesimo album in studio di Paola Turci che, dopo la grande performance sanremese, presenta questa sua ultima fatica per Warner Music Italia.

Un sound pop-rock, una vena cantautorale decisa ed elegante, Paola Turci porta in scena una miscela grintosa e intensa, accompagnata da una vena testuale ricercata che ben si affianca all’anima rock della cantautrice. Da sottolineare come il brano in gara a Sanremo abbia dato una bella scossa alla quasi totale monotonia dell’Ariston, conquistando un meritatissimo quinto posto, anche se probabilmente avrebbe potuto ambire tranquillamente al podio.Paola Turci

La partecipazione a Sanremo 2017

Apre il disco il brano portato sul palco del Festival, Fatti bella per te. Un brano grintoso, rockeggiante eppure dalle sfumature piuttosto liriche, per essere un po’ in linea col canone sanremese. Paola Turci ha scritto un grande brano, denso di significati e bello grintoso. Irresistibile il ritornello che resta, al tempo stesso, “duro” ed estremamente melodico. Sicuro un pezzo di qualità superiore rispetto a buona parte degli altri brani in gara.

La prima volta al mondo , invece, ha un’anima più pop ma sempre una grande grinta. Forse un brano più “dritto” del precedente, sia a livello vocale che a livello strumentale. Anche in questo caso la punta di diamante del pezzo è la ricercatezza testuale. Paola Turci sa andare dritta al punto, ma lo fa in maniera elegante e trovando sempre le parole giuste.

Un’ emozione da poco è una grintosa cover del brano di Anna Oxa, portato dalla Turci sul palco dell’Ariston durante la serata dedicata alle cover. Indubbiamente una scelta molto azzeccata. Il brano si adatta perfettamente alla vocalità della cantante e le permette di dare un tocco di personalità pur restando fedele all’originale. Anche qui una bella prova grintosa e appassionata.

Combinazioni ha un sound più lirico, uno di quei brani intensi e dai significati profondi. Paola Turci ha seguito un percorso artistico che è passato, purtroppo, per una parentesi dolorosa e molto difficile. Un brano del genere è un segno di maturità e di grande forza di volontà, cosa più che evidente dai grintosi intermezzi strumentali e dalla grande prova vocale.

Sublime è una track soul dalle sfumature funkeggianti. Purtroppo è il primo vero stop del disco perché non sembra essere molto nelle corde dell’artista e, anche a livello strumentale, sembra piuttosto canonico e poco elaborato.

Paola TurciLa vena più acustica di Paola Turci

Nel mio secondo cuore è un brano acustico, un pezzo intenso e che riporta questo potente lavoro discografico a un livello molto alto. Delicato e suadente, questo pezzo ci porta nella vena più intima di Paola Turci, quella vena quasi sussurrata che sembra accantonare per un po’ la grinta rockeggiante per ripiegare su sonorità lievi e soffuse. Uno dei brani migliori dell’album.

La fine dell’estate resta sempre su questo sound acustico e soffuso. Vocalmente più intenso, anche qui siamo davanti a una bella prova di Paola Turci. Per certi versi questo è un brano più classico rispetto la sfera cantautorale italiana, ma è un classico che non passa mai e che, anzi, conquista e appassiona l’ascoltatore.

Ma dimme te è una versione un po’ più dark e blueseggiante di uno stornello romano. Anche in questa veste “sgraziata” Paola Turci riesce ad essere genuina e, paradossalmente, aggraziata ed elegante, confezionando una sorta di blues dal sapore folk che profuma di periferie, di vicoli romani e notti fumose.

Paola Turci ha portato alla luce un gran bel disco: un lavoro corposo, grintoso e molto profondo.

In dieci brani (più un pezzo cover) viene a galla la sensibilità, la grazia e la potenza di un’artista profonda che affascina e trascina l’ascoltatore nella storia che ha da raccontare traccia dopo traccia.

È molto, molto positivo il fatto che il cantautorato (sia quello affermato di artisti del calibro di Paola Turci e sia quello emergente) riesca sempre a sorprendere in positivo per eleganza testuale e compositiva.

 

SE QUESTO ARTICOLO TI È PIACIUTO, SOSTIENI WILD ITALY CON UNA DONAZIONE!


About

La musica è la mia passione: sul palco dietro una batteria e sotto al palco in un mare sterminato di dischi. Laureato in Letteratura, Musica e Spettacolo e in Editoria e Scrittura a La Sapienza di Roma, passo il mio tempo tra fogli bianchi, gatti e bacchette spezzate. CAPOSERVIZIO MUSICA


'Paola Turci, il rock ricercato e grintoso di Il Secondo Cuore' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Shares