Papà Natale vs Er Monnezza

Capitolo primo: un nuovo scandalo con protagonista il nostro Presidente del Consiglio esplode in questi giorni e riguarda di nuovo le sue frequentazioni di ragazze minorenni  (come peraltro ci aveva informato sua moglie tempo fa). In realtà lui pensa che le età delle ragazze siano cumulabili, del tipo che se viene beccato con 2 quindicenni…. potrà dichiarare di essere stato con una trentenne, il Ministro Alfano è già al lavoro per il nuovo prossimo lodo minorenni costituzionale reiterabile….

Ci sono molti aspetti, molte sfumature e molti particolari in questa storia: dal prelevamento dalla Questura di Milano, dove la ragazza era stata portata con l’accusa di furto, da parte della consigliera regionale e “igienista dentale” personale del premier, dopo una telefonata di palazzo Chigi, alle feste ad Arcore in compagnia di un altro vispo ometto come Emilio Fede, fino ai numerosi regali ricevuti da parte del Premier compresa una Audi r8 (se fosse vero, prezzo a partire da € 135.900 chiavi..in mano) in cambio di nulla naturalmente…

Il premier ha dichiarato di essere una persona buona di cuore, di aiutare sempre chi ha bisogno o si trovi in difficoltà….con una particolare attenzione verso chi i problemi li ha con la giustizia: oltre alla ragazza infatti, sua maestà ha salvato dal carcere gente del calibro di Cosentino, Dell’Utri, Cuffaro, Previti, suo fratello (non sempre..) e soprattutto…se stesso….

Ora, se questa generosità fosse reale bisognerebbe prendere in considerazione la possibilità di scrivergli in periodo natalizio, come se fosse Babbo Natale, chiedendogli una mano per risolvere i nostri problemi: chi ha un amico che rischia il carcere per una canna, chi deve pagare le rate della macchina (va bene anche una panda..) o del mutuo, chi ha bisogno di un permesso di soggiorno o di un lavoro o solo chi necessiti di un po’ d’affetto e compagnia; basta ricordarsi i requisiti necessari per avanzare le richieste: bella presenza, giovane (o giovanissima), non troppo appariscente, vestita di nero, con poco trucco e soprattutto in possesso almeno di diploma di terzo livello di Bunga Bunga o in alternativa, la qualifica di capotrenino brasiliano….

La cosa che affligge di più il Premier adesso, è la sua immagine internazionale alla luce delle ultime notizie venute a galla. Bè, in questo caso credo che il presidente si possa tranquillizzare, la rappresentazione che da di se fuori dai nostri confini è sempre la stessa, quella di un fenomeno da baraccone che cammina su scarpe  con i tacchi, capelli finti e carico di cerone, cercando di esportare la figura del vecchio latin lover italiano settantenne…La Merkel ha l’immagine di lui mentre parla al telefono invece di incontrarla (ma li forse si stava occupando di qualche spinosa questione di bontà d’animo), in Spagna lo aspettano ancora per la storia di Telecinco, gli inglesi gli fanno il verso e solo Sarkozy a volte viene accostato alla sua “figura” e non certo per cose edificanti senza dimenticare che, l’abbronzato Obama da quando si è insediato alla casa Bianca, non credo sia mai venuto in Italia per incontrarlo e a suo tempo sorvolò il nostro Paese durante la campagna elettorale europea. Gli unici compagni di merende che hanno una certa considerazione del personaggio Berlusconi, sono: il Presidente Putin che lo ha fornito del lettone per far colpo sulle ragazzine e il cammelliere Gheddafi  noto dittatore Libico, che lo ha instradato nella pratica nobile ed antichissima del Bunga Bunga….No Presidente, non si preoccupi, la sua immagine internazionale dopo quest’ultima vicenda, rimarrà invariata.

Il capitolo secondo dovrebbe essere quello più serio e riguarda la vicenda dei rifiuti a Napoli. Da mago della comunicazione mediatica quale è, il Premier si è presentato in Campania è ha dichiarato orgoglioso che in tre giorni farà sparire la spazzatura dalle strade; così il messaggio pubblicitario è perfetto: arriva lui col “ghe pensi mi” e in tre giorni risolve problemi.

Tutte balle. E’ da almeno un mese che in Campania si lotta senza regole contro lo Stato, contro la polizia, si alzano barricate, si lanciano bombe e si incendiano camion mentre le città affondano nella merda…altro che tre giorni…durante questo periodo, il governo e il suo capo dov’erano? Cosa facevano? E’ facile presentarsi quando la crisi si è sfogata, la macchina per rimettere la spazzatura sotto il tappeto è già ben avviata per sostenere che in tre giorni tutto tornerà normale. Da quando col caschetto e il pulsante magico er monnezza ha avviato il termovalorizzatore di Acerra, lo stesso non ha praticamente mai funzionato e neanche una volta a pieno regime; Bertolaso a questo proposito si è vantato del fatto che una delegazione di Olandesi verrà a studiare la struttura del termovalorizzatore…con una differenza però, gli Olandesi magari copieranno pure le funzionalità, ma una volta ultimato, si preoccuperanno pure di farlo funzionare l’inceneritore… il Premier invece, dichiara oggi che entro Dicembre, cioè quasi 2 anni dopo l’inaugurazione, l’inceneritore funzionerà al 90%….proprio rapido come servizio; e intanto si cerca di appaltare altre 2 discariche nel parco del Vesuvio senza neanche aver iniziato le operazioni di bonifica delle aree più disastrate, previste sempre da due anni..proprio tempestivi…Nessuno lo sa e nessuno lo dice ma in via straordinaria, da quando il Presidente del Consiglio è arrivato in visita, molte tonnellate di rifiuti campani, per tamponare l’emergenza, vengono trasferiti verso la discarica calabrese di Pianopoli; appena le strade saranno ripulite…questa distribuzione sarà interrotta e tutto tornerà come prima mentre er monnezza sarà già proiettato verso nuove avventure….

VINCENZO PACILE’



'Papà Natale vs Er Monnezza' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Shares