Prendiamo la Croce dalla Bandiera Svizzera e mettiamola sul Tricolore Italiano

Sembra proprio che il crocifisso non si sappia più dove metterlo. Sembrano usciti tutti fuori di testa, neanche avessero attentato al Papa, dopo la decisione del Consiglio d’Europa. Nessuno però sembra aver capito che questa abbia solo detto che il crocifisso NON si impone, non che vada levato. Espressioni ben diverse. Se poi qualcuno faccia capire che il Consiglio non è un organo dell’Unione Europea e non ha poteri vincolanti capiremmo che quello che si è scatenato è la solita danza intorno alla finta questione del crocifisso.

Ignazio La Russa, aveva dato esempio del suo forte Cattolicesimo augurando la morte: “Non lo leveremo il crocifisso. Possono morire, ma il crocifisso resterà in tutte le aule delle scuole. Possono morire, loro e quei finti organismi internazionali”. La Lega Nord invece propone adesso di metterlo addirittura sul Tricolore Italiano (neanche il Vaticano ha il crocifisso sul proprio stemma). La Russa però stavolta non ci sta, la Bandiera non si cambia. Frattini però valuta come “suggestiva” l’idea. Ci si chiede però cosa importa del Cattolicesimo ad una Lega Nord che ha “inventato” il matrimonio con rito celtico e della Bandiera Italiana. Non serviva a Bossi per pulircisi il culo?

Intanto sempre la Lega vede di buon occhio il referendum CONSULTIVO elvetico che ha respinto la costruzione dei Minareti in Svizzera. Allarme Allarme! Minareti! Islam! Allarme Allarme! Appena si pronuncia qualcosa che abbia a che fare con i musulmani in Italia si scatena il panico. Tutti nei bunker anti-atomici! Nessuno invece si allarma perché il co-fondatore di Forza Italia Marcello Dell’Utri ha una condanna in primo grado per concorso esterno in associazione mafiosa. L’Islam fa più paura della criminalità organizzata.

Allora no ai Minareti anche in Italia (vista questa proliferazione inesistente…)! Sempre la Svizzera però minaccia l’Italia di pubblicare le liste dei possessori di conti all’estero con i nomi di qualche ministro…come fare?

Magari si potrebbe risolvere il problema prendendo la Croce dalla Bandiera Svizzera e spostarla su quella Italiana. Certo, è una croce greca…non proprio un crocifisso…ma almeno così ci potremmo accontentare…chissà se però sia contento Gesù Cristo di tutti questi spostamenti (magari specificherebbe anche che la croce è un’imposizione mentale dato che sembra che sia stato appeso solo ad un palo).

C’è da dire che però così la Bandiera Svizzera rimarrebbe, tolta la croce bianca, tutta ROSSA! ROSSA? Comunisti! Allarme…neanche tanto…magari Berlusconi sarebbe contento così potrebbe avere un nuovo amico. Dopo Putin, ora tocca a Lucashenko…il presidente Bielorusso dell’unico stato europeo definito NON democratico (ha ancora la pena di morte – unicum  europeo – ma niente di che).

Ma così il popolo di destra non potrebbe confondersi? Se scopre che Berlusconi è un [post]comunista che fa? Diviene anch’esso comunista? E D’Alema invece potrebbe finalmente mettersi la camicia nera?

Credo che invece Fini invece abbia davvero inquadrato il problema: “Confonde la leadership con la monarchia assoluta.”

FRANCESCO ANGELI

Potrebbero interessarti anche:

Malattia nucleare!
Bipolarismo interno con navigatore rotto
25 aprile...io ricordo.
"No a Capi Scout gay, per loro lo psicologo", la dichiarazione shock dell'Agesci.
Conflittualità, ingiustizia e diritti umani. Riflessioni estive maturate tra i corridoi delle aule.

Short URL: http://www.wilditaly.net/?p=578

Posted by on Dec 2 2009. Filed under Cronaca. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Commenta con Facebook

Leave a Reply

WordPress Themes

SiteMap | Log in Free WordPress Theme
Wp Advanced Newspaper WordPress Themes Gabfire
Licenza Creative Commons
Questa opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported.