Quarto Potere

#Imperdibili: Quarto Potere, la rivoluzione assoluta del cinema americano

Nel lontano 1941 il venticinquenne Orson Welles scriveva, produceva, dirigeva e interpretava il suo primo e maestoso film: Quarto Potere. La pellicola si ispira liberamente alla vita del magnate dell’editoria e del legno William Randoplh Hearst e viene considerata come la più bella e influente della storia del cinema Americano.

Quarto-Potere

Le principali istituzioni e riviste cinematografiche come la Sight & Sound e la BBC lo hanno acclamato come miglior film Americano di sempre. Nel 1941 ai National Board Review Award e ai New York Film Critics Circle Award ottiene il premio come miglior Film. All’edizione degli Oscar del 1942, forte di ben 9 candidature, Orson Welles assieme a Herman J. Mankiewicz riceve la statuetta per la miglior sceneggiatura originale.

Anche negli anni a seguire la pellicola di Welles è riuscita a incontrare molti riscontri positivi. Nei primi anni ’50, la rivista cinematografica Slight & Sound lo ha definito il film statunitense più bello di sempre. Nel 1989 è stato selezionato dal National Film Registry per la sua conservazione e trasmissione ai posteri. Più avanti nel 1998 l’American Film Institute lo ha inserito al 1° posto dei 100 migliori film statunitensi. Tempo dopo, nel 2007, il termine “Rosabella”(frase chiave del film) viene collocato al 17° posto delle migliori battute di sempre.

Oltre alla grande regia e alla scrittura, Quarto Potere viene ricordato per un ricco e talentuoso cast tra cui, come si diceva: Orson Welles (Waterloo, Falstaff, E’ tutto vero), Joseph Cotten (Too Much Johnson, Survivor – Aereo Maledetto), Everette Sloane (Terrore sul mar nero, Pazzi pupe e pillole), Dorothy Comingore (Crociera d’amore, Fate il vostro gioco), Agner Moorehead (Dedizione, Vita da Strega) e Ray Collins (L’incubo del passato, L’infernale Quinlan).

Il film è uscito nella sale cinematografiche il 1° Maggio del 1941 prodotto e distribuito dalla RKO Radio Pictures INC.

Sinossi

Quarto-Potere-Orson-Welles

Charles Foster Kane è figlio di modesti genitori. Quando la madre acquisisce una grande eredità decide di usarla investendo sul figlio. Lo fa crescere lontano da loro e dalla povertà, dandolo in affidamento a persone in grado di crescerlo con le giuste misure. Divenuto adulto subito manifesta una forte ambizione e senso degli affari. Compra infatti un piccolo giornale che grazie al suo talento diventa la voce d’America.

Con il tempo, le ricchezze accumulate e le donne che vanno e vengono, Kane prova a farsi eleggere senatore ma viene stroncato dai suoi gelosi rivali perdendo quindi la candidatura. Seguiranno una serie di eventi catastrofici che lo porteranno sempre di più a chiudersi nel suo castello, lontano da tutti quelli che un tempo lo hanno amato. Morirà solo nel suo letto, rimpiangendo quella povertà da cui per anni si è voluto distaccare. In punto di morte pronuncia una parola che lascia un dubbio in tutte le persone che lo hanno conosciuto: “Rosabella”.

Orson Welles come David Wark Griffith

Il fascino di Quarto Potere non è solo la potenza della storia. Orson Welles, creando uno stile ed un linguaggio rivoluzionario, ha decisamente, abbattuto la staticità registica degli anni ’40.

Quarto-Potere-Orson-Welles

Se David W. Griffith ha rivoluzionato il cinema Americano con Nascita di una Nazione, proponendo un genere di linguaggio cinematografico non solo complesso ma anche impensabile, lo stesso ha fatto Orson Welles. Il regista del Wisconsin ha creato un linguaggio cinematografico inimmaginabile in quel periodo. Come Griffith, Welles è stato un precursore del cinema Americano. Ha creato un tipo di impronta visiva ed una serie di inquadrature che, ai giorni d’oggi, sono l’ABC di ogni regista.

Oltre ai posizionamenti di macchina, Welles ha dato importanza sia alla scena in se ma anche al personaggio, sottolineando la sua forza o, al contrario, la sua caduta (ripresa dal basso verso l’alto e viceversa). Ruolo di primo piano riveste anche la profondità di campo (ovvero la visibilità chiara di tutto l’ambiente che circonda il protagonista).

La salita, la caduta e il potere della stampa

Con questa pellicola viene raccontata una storia potente e completa, in cui la stampa è il mezzo più influente per esaltare o distruggere un uomo. Charles Foster Kane è nato in povertà ed è sicuro di non volerci tornare. Grazie alla sua audacia e grande ambizione si fa spazio nel mondo partendo dal settore giornalistico. E’ grazie al potere dell’informazione che il protagonista diventa l’uomo che tutte le donne vogliono e che tutti gli altri uomini vogliono essere.

La sua ascesa al successo lo porta ad avere il potere sulla gente, imponendo il suo pensiero a tutto il popolo Americano. Un passo che lo ha portato ad avvicinarsi alla politica, ad essere amato quanto odiato, fino a che non sopraggiunge la disfatta più totale. Il potere di influenzare il pensiero altrui lo ha fatto nascere, crescere ed infine morire di solitudine.

Quarto-Potere-Rosabella

Quarto Potere è il risultato del sogno Americano e la spiegazione di come questo sogno è bene farlo rimanere tale. Un uomo che è partito dal basso arrivando verso l’alto ed infine ha tremendamente osannato quei bassifondi che tanto lo disgustavano ma, al tempo stesso, raccontavano le sue origini.

In conclusione…

L’opera di Welles viene considerata come il film perfetto. Una pellicola tanto studiata, realizzata meticolosamente che ha rivoluzionato il cinema non solo Americano, ma mondiale. Se non fosse per Quarto Potere molti autori moderni non sarebbero arrivati ad avere il successo che hanno oggi.

Come disse François Truffaut: “Appartengo a una generazione di cineasti che hanno deciso di fare film avendo visto Quarto potere”. Cos’altro aggiungere?

 

SE QUESTO ARTICOLO TI È PIACIUTO, SOSTIENI WILD ITALY CON UNA DONAZIONE!


About

Classe 1992, vive a Fregene, comune di Fiumicino. Si è laureato in Sociologia presso la sede di Scienze della Formazione a Roma Tre. E’ da sempre appassionato di cinema e questa passione lo ha portato qui per poter dire la sua opinione ufficiale sulle pellicole in uscita sul grande schermo. COLLABORATORE SEZIONE CINEMA


'#Imperdibili: Quarto Potere, la rivoluzione assoluta del cinema americano' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Shares