Quelli che…

Quelli che non ci sono più i Natali di un tempo.

Quelli che Natale è una bella tavolata.

Quelli che a Natale siamo tutti più buoni.

Quelli che c’è crisi e i supermercati e i negozi sono tutti vuoti.

Quelli che c’è crisi e i supermercati e i negozi sono tutti pieni.

Quelli che digiunano da tre settimane per affrontare la cena del 24 e il pranzo del 25.

Quelli che non vedono l’ora che finisca il Natale.

Quelli che passano quasi tutte le feste di Natale a scrivere su Facebook che odiano il Natale.

Quelli che i Maya l’avevano detto, ma hanno sbagliato solo di qualche giorno.

Quelli che “prima i Maya vanno in giro a fa’ previsioni, uno ce crede, poi sbagliano e adesso devo fa’ i regali di Natale”.

Quelli che in più, se ’sti Maya anticipavano la fine del mondo al 16, almeno evitavamo di pagare l’Imu.

Quelli che a volte ritornano e quelli che ritornano sempre.

Quelli che “Monti ci ha riempito di tasse, ma vuoi mettere la credibilità che abbiamo adesso a livello internazionale?”

Quelli che rispetto a Berlusconi, andava bene anche Maga Magò.

Quelli che ci vorrebbe giusto lei per “federare i moderati” , per mettersi a capo di un “rassemblemò”.

Quelli che tolgono l’Imu, abbassano le tasse e in omaggio danno anche una batteria di pentole e una biciletta con cambio Shimano.

Quelli che ce lo chiede l’Europa.

Quelli che quando l’Europa ci chiede una cosa che non ci va di fare, è giusto che si faccia anche i cazzi suoi.

Quelli che i mercati come hanno reagito oggi?

Quelli che ma ‘sti mercati, chi sono?

Quelli che “gli italiani sanno perché stanno facendo i sacrifici”

Quelli che i sacrifici sanno che li fanno perché banchieri, miliardari ed evasori corrono troppo veloci.

Quelli che “chi ha più deve dare di più”.

Quelli che in realtà prendono i soldi sempre ai poveri perché, come diceva Ettore Petrolini: “Hanno poco, ma sono in tanti”.

Quelli che sono un po’ choosy e quelli che di choosy, lottando ogni giorno per avere un lavoro, hanno ben poco.

Quelli che ma “serviva veramente un governo tecnico?”.

Quelli che “e adesso?”.

Quelli che oggi “siamo tutti candidati con la lista Monti degli altri”.

Quelli che ci eravamo lasciati l’anno scorso sperando di uscire dal tunnel.

Quelli che hanno capito che, per attraversare ‘sto tunnel e vedere la luce, ci vorranno un altro paio d’anni.

Quelli che a proposito di luce, scrivono su Twitter di aver avvistato un Ufo e pubblicano anche la foto come prova.

Quelli che si chiedono come fanno, persone del genere, ad essere state per 17 anni a capo di una Regione.

Quelli che immaginatevi come possano reagire gli Ufo, se sbarcassero in Italia

Quelli che sentono che qualcosa sta per accadere.

Quelli che non sanno bene bene che cosa.

Quelli che per combattere “l’antipolitica”, continuano a dire che non è mai colpa loro.

Quelli che hanno perso la speranza di cambiare.

Quelli che hanno paura di cambiare tutto. Anche opinione.

Quelli che sperano, nonostante tutto, di non doversi mai vergognare di essere italiani.

Buon Natale

Se volete continuare la lista di “Quelli che”, scriveteli nei commenti e li aggiungerò a questo post!


About

Giornalista pubblicista, fondatore e direttore di Wild Italy. Ha collaborato con varie testate nazionali e locali, tra cui Il Fatto Quotidiano e La Notizia Giornale, ed è blogger per l’Huffington Post Italia. Nel 2011 ha vinto il Primo Premio Nazionale Emanuela Loi (agente della scorta di Paolo Borsellino, morta in Via d’Amelio) come “giovane non omologato al pensiero unico”. Studioso di Comunicazione Politica, ha lavorato in campagne elettorali, sia in veste di candidato che di consulente e dirige, da fine 2016, Res Politics - Agenzia di comunicazione politica integrata . DIRETTORE DI WILD ITALY.


'Quelli che…' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Shares