real madrid

Eurolega: il Real Madrid conquista Belgrado. Luka Doncic eletto MVP

La stagione di Eurolega si è ufficialmente conclusa con una finale Real Madrid-Fenerbahce che ha regalato spettacolo a milioni di tifosi, media (come noi) e appasionati di basket. A vincere alla fine è stata la squadra spagnola che ha avuto la meglio solo nell’ultimo quarto. A vincere il premio di MVP è stato la stella Luka Doncic che ora si appresta a volare negli States. Di seguito i recap delle due finali (primo e secondo posto, terzo e quarto).

Real Madrid-Fenerbahce Istanbul

È la partita europea più attesa e sentita dell’anno. I primi minuti iniziali vedono protagonisti da una parte la coppia Kalinic-Duverioglu, dall’altra Doncic (6 punti) e il punteggio è di 6-9 Fenerbahce dopo 5 minuti di gioco. Tante le palle dentro per la squadra turca che cerca in continuazione Kalinic in post contro la stella slovena e questa scelta paga molto.

approfondimento real madrid

Ayon continua a soffrire Duverioglu e, nonostante due punti dal campo, è il peggiore dei suoi e Laso lo richiama in panchina. La squadra di Obradovic cala d’intensità difensiva e in due azioni il Real ne approfitta: con due triple di Fernandez e Llull si porta in vantaggio sul 18-15. Nei secondi finali, poi, Madrid mette a segno un’altra tripla con Randolph e il primo quarto si conclude sul 21-17.

Il Real prova il primo allungo e con un parziale di 4-0 (25-17) costringe al time-out la squadra turca. Arriva, però, la risposta del Fenerbahce con 13 punti consecutivi prodotti dal duo italiano Melli-Datome (11 il primo, 2 il secondo) che riportano il loro team a -1 (31-30). Aumenta il ritmo delle difese e si segna molto poco. Da una parte il Fener soffre i centimetri di Tavares, dall’altra un paio di canestri di Kalinic e Sloukas e due liberi di Wanamaker portano i campioni in carica in vantaggio (35-37) a un minuto dalla fine dell’intervallo lungo. Alla tripla di Carroll risponde immediatamente Sloukas e il primo tempo si conclude sul 38-40.

Inizio del terzo quarto nel segno di un perfetto equilibrio: Causeur e Reyes rispondono ai canestri di Melli e Wanamaker e a 5 minuti dalla fine del periodo il punteggio è di 52-50. La tripla di Doncic, due liberi di Reyes e un canestro di Causeur tengono il Real sopra di 7 lunghezze (59-52). Il Fener prova ad accorciare ma non ce la fa: il terzo periodo si conclude sul 63-55 per la squadra spagnola.

È ancora Melli il protagonista assoluto di questa finale: sei i punti consecutivi che riportano la squadra di Obradovic a contatto (66-61) quando mancano 7 minuti al termine del match. Due liberi di Doncic, dopo un antisportivo di Vesely, e una tripla di Carroll portano il Real Madrid a +10, massimo vantaggio della partita (71-61). Il Fenerbahce è in seria difficoltà in attacco e l’unico che trova la via del canestro è Melli.

Il punteggio rimane sostanzialmente lo stesso per alcuni minuti. Un libero di Melli e un canestro di Muhammad portano poi il punteggio sul 74-69. Tavares va in lunetta e realizza un pesantissimo 2/2, dando al Real 7 punti di vantaggio con 2 minuti scarsi di gioco (76-69). Il pesante errore di Wanamaker e il successivo fallo di Datome consentono al Real di andare a condurre per 78-69.

Nell’ultimo minuto e mezzo è un gioco fatto da tiri della lunetta degli spagnoli e canestri veloci del Fener. A 40 secondi dal termine il punteggio recita 80-75 e Laso chiama time-out per sistemare gli ultimi possessi del match. Carroll dalla lunetta fa 1/2 dando la possibilità a Muhammad di mettere la tripla del -3 (81-78).

Subito dopo il fallo del Fener, Causeur dalla lunetta realizza solo un tiro libero su due, ma Thompkins piazza il tap-in vincente portando il Real sul +5 (83-78) a 18 secondi dalla fine. Melli segna il canestro del -3 ma dalla lunetta Causeur chiude definitivamente i conti, firmando un 2/2. Il Real Madrid è campione d’Europa!

CSKA Mosca – Zalgiris Kaunas

A fare da cornice a Real Madrid-Fenerbahce è stata la finale del terzo e quarto posto tra CSKA Mosca e lo Zalgiris Kaunas conclusa con la vittoria della squadra lituana per 77-79.

Dai minuti iniziali tutto sembra tranne una partita scontata e scialba. Le due squadre partono molto aggressive e il punteggio recita 12-12 dopo 6 minuti di gioco che hanno visto protagonista sicuramente Higgins autore di 7 punti consecutivi. Nei successivi minuti è un botta e risposta tra le due compagini. Passati i primi dieci minuti lo Zalgiris è avanti di 3 (19-22) grazie ai punti di Kavaliauskas.

approfondimento real madrid

da euroleague.net

Il CSKA ricuce lo svantaggio con la tripla di Higgins (29-29). Le due squadre, però, sono meno lucide e molti sono gli errori nella seconda frazione. Il trio Micic-Ulanovas-Kavaliauskas porta in vantaggio la squadra lituana che con la tripla di Milaknis chiude il primo tempo sul 35-41.

Inizia la ripresa e lo Zalgiris con i canestri di Jankunas, Toupane e Davies vola a +14 (35-49), massimo vantaggio della partita fino a questo momento. La squadra di Jasikevicius sembra averne di più, sia in fase difensiva che offensiva, e con la tripla di Ulanovas il punteggio è di 37-54.

Il CSKA fatica molto in attacco (solo 2 punti in 6 minuti abbondanti di gioco) e concede troppi punti agli avversari che toccano addirittura il +21 (37-58). Cresce il nervosismo e due sono gli intenzionali che vengono chiamati dagli arbitri: il primo va ad Hines, il secondo invece a White. Con la tripla di Toupane il terzo periodo si conclude sul 48-69 Zalgiris.

Mosca prova a recuperare lo svantaggio negli ultimi dieci minuti con il buon ingresso in campo di Rudd e torna sotto di 5 punti (73-78) con le triple di Fridzon e Kulagin. Lo Zalgiris non chiude la pratica in lunetta e una tripla e un libero di Kulagin portano il CSKA sotto di 2 punti (77-79) a 40 secondi dalla fine. Entrambe le squadre commettono errori importanti negli ultimi secondi e Kulagin ha nelle mani il tiro della vittoria. La guardia russa sbaglia, però, e Davies dalla lunetta fa un 0/2 a 2 secondi dalla fine lasciando il tiro della disperazione a Khryapa che fallisce. La partita finisce 77-79 per lo Zalgiris.

 

SE QUESTO ARTICOLO TI È PIACIUTO, SOSTIENI WILD ITALY CON UNA DONAZIONE!


About

Diplomato al Liceo Scientifico Statale “Ettore Majorana” (maturità scientifica) di Roma, frequenta la facoltà di Scienze della Comunicazione presso l’università Roma Tre. È da sempre appassionato di sport e in particolar modo di Basket. Segue da anni il campionato della NBA con particolare interesse per i San Antonio Spurs. Ha collaborato come redattore e video maker con i siti Basketlive e Basketitaly pubblicando diversi articoli. Ha inoltre svolto attività di collaborazione sul canale youtube Roma Breaking Videos. Attualmente è l’addetto stampa della società romana Smit Roma Centro. VICE CAPOSERVIZIO SPORT


'Eurolega: il Real Madrid conquista Belgrado. Luka Doncic eletto MVP' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Shares