Renzi presenta la sua segreteria: 5 uomini e 7 donne.

Poco più di un’ora fa il neo segretario del Pd, Matteo Renzi, ha presentato alla stampa i componenti della nuova segreteria del partito. 7 le donne e 5 gli uomini, con un’età media che, stando a quanto dichiarato da Renzi, si attesta sui 35 anni.renzisegretewria-1941-ks0G-U10201534144368wKC-426x240@LaStampa.it

Vediamoli nel dettaglio:

 

Portavoce della segreteria: LORENZO GUERINI

47 anni, lodigiano. Laureato in Scienze Politiche, è consulente assicurativo. Consigliere comunale e assessore ai servizi sociali del Comune di Lodi nei primi anni novanta, dal 1995 al 2004 è stato Presidente dell’omonima Provincia (due mandati). Il 7 aprile 2005 è stato invece eletto sindaco. Da febbraio 2013 è deputato del Pd. Nella campagna per le primarie, ha curato per Renzi la questione dei regolamenti congressuali.

 

Responsabile dell’organizzazione: LUCA LOTTI

Fedelissimo di Renzi (era il suo capo staff alla Provincia di Firenze), nasce ad Empoli il 20 giugno 1982. Laureato in Scienze di governo e dell’amministrazione all’Università di Firenze, è deputato alla sua prima legislatura. Il segretario uscente, Guglielmo Epifani, lo aveva scelto per occuparsi degli Enti locali nella scorsa segreteria.

Presentazione del Documentario "Finch l'Emilia va"

Responsabile degli enti locali: STEFANO BONACCINI

Il coordinatore della campagna di Renzi per queste primarie. Nato il 1 gennaio del 1967 a Modena, è segretario del Pd dell’Emilia-Romagna dal 25 ottobre 2009. Sostenitore dei movimenti per la pace, nel 1990 sono stato nominato assessore alle Politiche giovanili, alla cultura, allo sport e al tempo libero nel comune di Campogalliano. In questo periodo diventa prima segretario provinciale della Sinistra giovanile, poi segretario del Pds della città di Modena. Dal 1999 al 2006 ricopre l’incarico di assessore al Comune di Modena con delega ai lavori pubblici, al patrimonio ed al centro storico. Nel 2007 viene eletto segretario provinciale del PD modenese. Nel 2009 entra come consigliere nel consiglio comunale a Modena, lasciando l’incarico un anno dopo per farsi eleggere consigliere regionale dell’Emilia-Romagna.

 

Responsabile economico: FILIPPO TADDEI

Classe 1976. E’ stato sostenitore di Civati e molto critico nei confronti della proposta economica di Renzi che, a suo giudizio: “offre buone proposte, ma mancano idee condivisibili su riforma fiscale e lavoro”. Insegna alla School of Advanced International Studies (SAIS) – The Johns Hopkins University. Research fellow al Collegio Carlo Alberto, ha conseguito il Ph.D in Economics alla Columbia University e la Laurea all’Università di Bologna. Si occupa della relazione tra il mercato del credito e l’economia reale. Nel 2012-13 ha ricevuto la Lamfalussy Fellowship dalla Banca Centrale Europea.

 

davide faraone 1

Responsabile welfare e scuola: DAVIDE FARAONE

38enne palermitano (e renziano, ovviamente), muove i primi passi in politica da giovane come segretario cittadino dei DS. Nel 2011 entra al consiglio comunale di Palermo con più di 1500 voti e verrà riconfermato nel 2007 con il doppio delle preferenze. Nel 2008 viene eletto deputato regionale per il Pd con 8.036 preferenze, mantenendo comunque l’incarico di consigliere comunale.

Quattro anni dopo partecipa alle primarie per la scelta del candidato sindaco di Palermo del centrosinistra, non riuscendo però a spuntarla su Fabrizio Ferrandelli.

Alle scorse elezioni politiche, dopo aver vinto le “parlamentarie” del suo partito, viene eletto deputato alla Camera.

Sul suo nome pesa qualche accusa lanciata dal Movimento 5 Stelle e riassunta in un post pubblicato sul loro blog.

 

Responsabile comunicazione: FRANCESCO NICODEMO

Nato a Napoli, classe ‘78, laureato in lettere classiche e renziano. Ex consigliere comunale della sua città, si occupa da tempo di comunicazione e innovazione. Andrea Scanzi, dalle pagine de ilfattoquotidiano.it , spiega come l’aver scelto Nicodemo sia “il più grande autogol per Renzi”.

 

Responsabile riforme istituzionali: MARIA ELENA BOSCHI

32enne Toscana (Montevarchi, provincia di Arezzo) è la deputata renziana sguinzagliata negli ultimi mesi in tutti i talk show. Laureata in giurisprudenza, si avvicina a Renzi già nelle primarie del 2012, dichiarando apertamente il suo convinto sostegno alla campagna e organizzando il suo tour in camper. A febbraio 2013 approda a Montecitorio per la prima volta.

 

img_4765_marianna_madia

Responsabile lavoro: MARIANNA MADIA

Romana, 33 anni, veltroniana della prima ora. Dopo essersi diplomata al Lycée Chateaubriand di Roma (maturità francese), si laurea con lode in Scienze Politiche, specializzandosi poi in economia del lavoro all’Istituto di Studi Avanzati di Lucca. Collaboratrice dell’ufficio studi dell’Agenzia di ricerche e legislazione. Dal giugno 2012 ne è anche membro del comitato direttivo. Nel 2011 entra in casa D’Alema, prendendo parte al comitato di redazione della rivista Italianieuropei.

E’ deputata del Pd alla sua seconda legislatura.

In “Se li conosci li eviti” (anno 2008), Marco Travaglio e Peter Gomez la descrivono come nipote dell’avvocato di Clemente Mastella, ex fidanzata del figlio di Giorgio Napolitano e consulente di Enrico Letta.

 

Responsabile Europa: FEDERICA MOGHERINI

Romana, 40 anni, anche lei proveniente dalle fila dell’ex sindaco di Roma Veltroni. Laureata in scienze politiche all’Università La Sapienza (tesi di filosofia politica sul rapporto tra religione e politica nell’Islam), nel 1996 si avvicina alla politica iscrivendosi alla Sinistra Giovanile. Passano 5 anni ed entra nel Consiglio Nazionale dei DS, per poi passare alla Direzione Nazionale e nel Comitato Politico. Nel 2003 comincia a lavorare nel Dipartimento Esteri del partito, arrivando a ricoprire l’incarico di responsabile delle Relazioni Internazionali. Ha seguito dossier relativi all’Iraq, l’Afghanistan, il processo di pace in Medio Oriente.

Componente dell’esecutivo del Partito Democratico fin dal 2008 e poi dal febbraio al novembre 2009.

Deputata dal Pd alla sua seconda legislatura, dal 1° agosto 2013 è Presidente della Delegazione italiana all’Assemblea Parlamentare della Nato.

 

Responsabile infrastrutture: DEBORA SERRACCHIANI

43 anni, laureata in giurisprudenza, avvocato specializzato in diritto del lavoro. Scoperta da Franceschini quando era segretario, viene candidata ed eletta Europarlamentare del Pd dal 2009 al 2013. Il 22 aprile di quest’anno vince le regionali del Friuli Venezia Giulia e diventa il nuovo Presidente della Regione.

 

Responsabile ambiente: CHIARA BRAGAchiara-braga

Nata a Como il 2 settembre 1979. Urbanista e “franceschiniana”, è laureata in pianificazione territoriale, urbanistica ed ambientale presso il Politecnico di Milano.

Dal 2004 al 2009 viene scelta come Vicesindaco e Assessore all’Urbanistica del Comune di Bregnano. Nel 2007 entra anche nel consiglio Provinciale di Como, come consigliera per i democratici. Dal 2009 all’agosto 2012 è invece consigliere comunale sempre a Bregnano.

E’ Responsabile nazionale – dal 2010 – delle politiche per la difesa del territorio (Dipartimento Ambiente) del PD.

E’ deputata del Pd alla sua seconda legislatura.

 

Responsabile giustizia: ALESSIA MORANI

37 anni, avvocato civilista e sostenitrice del neo segretario. Si laurea in Giurisprudenza nel 2001 all’Università degli Studi Carlo Bo di Urbino e si iscrive 5 anni dopo all’ordine degli avvocati della stessa città.

E’ stata segretario provinciale della Sinistra giovanile di Pesaro Urbino nel 1995. In seguito viene eletta segretario dei Ds della sezione di Macerata Feltria, responsabile di zona del Montefeltro e membro della segreteria provinciale.

Dal 2003 al 2009 è stata consigliere ed assessore del Comune di Macerata Feltria. Terminato quell’incarico, viene nominata assessore della Provincia di Pesaro e Urbino. Alle elezioni politiche del 2013 viene eletta deputato nella Regione Marche.

 

Responsabile legalità e Sud: PINA PICIERNO

32 anni, nata a Santa Maria Capua Vetere. E’ considerata una donna dell’area Franceschini. Diplomata al Liceo Pedagogico e sociale di Vairano Scalo, è laureata con 110 e lode in Scienze della Comunicazione all’Università di Salerno (tesi sul linguaggio politico di Ciriaco De Mita). Nel 2008 è stata eletta alla Camera dei deputati.

Nel febbraio 2013 viene candidata nuovamente e risulta eletta nella circoscrizione Campania 2.


About

Giornalista pubblicista, fondatore e direttore di Wild Italy. Ha collaborato con varie testate nazionali e locali, tra cui Il Fatto Quotidiano e La Notizia Giornale, ed è blogger per l’Huffington Post Italia. Nel 2011 ha vinto il Primo Premio Nazionale Emanuela Loi (agente della scorta di Paolo Borsellino, morta in Via d’Amelio) come “giovane non omologato al pensiero unico”. Studioso di Comunicazione Politica, ha lavorato in campagne elettorali, sia in veste di candidato che di consulente e dirige, da fine 2016, Res Politics – Agenzia di comunicazione politica integrata . DIRETTORE DI WILD ITALY.


'Renzi presenta la sua segreteria: 5 uomini e 7 donne.' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Shares