rientro di sharapova

Il rientro di Sharapova, la maternità di Serena: il 2017 del tennis femminile inizia adesso

Il 2017 del tennis potrebbe essere veramente un anno spartiacque per il circuito femminile. Gli indizi sono 2: il rientro di Sharapova e Serena Williams in dolce attesa. Un binomio che potrebbe provocare un big bang sportivo. Cosa succederà nei piani alti della classifica WTA? Chi sarà la nuova regina? Masha tornerà subito competitiva? Bando alle ciance, proviamo a fare un quadro della situazione, cercando di capire quale direzione può prendere il futuro breve del tennis femminile mondiale.sharapova rientro

Il 19 aprile: il giorno zero.

Il 19 aprile 2017 può diventare la data della svolta per la stagione di tennis femminile. Maria Sharapova, infatti, ha compiuto 30 anni, annunciando al mondo – già da qualche settimana, in realtà – che tornerà a giocare dopo la squalifica per doping. La vicenda Meldonium è ufficialmente conclusa. Il rientro di Sharapova si concretizzerà a Stoccarda (24 aprile), con il torneo che la siberiana ha già vinto per 3 volte in carriera.

Ma perchè questa data può significare veramente un punto di svolta? Solo per il rientro di Sharapova? Assolutamente no. Serena Williams ha annunciato la sua gravidanza. La tennista americana ha pubblicato uno scatto su Snapchat, dichiarando di essere incinta da 20 settimane. Ciò significa che Serenona, dall’alto della sua classe da campionessa, ha vinto gli ultimi Australian Open in dolce attesa da ben 8 settimane. E senza perdere nemmeno un set.

Ora le domande sono tante. Innanzitutto cosa succederà al tennis femminile mondiale in sua assenza? Quanto inciderà, invece, il rientro di Sharapova? Questo 2017 può davvero essere l’anno della svolta? Ad alcune domande si può dare già una risposta. Per altre bisognerà aspettare il verdetto del campo.

sugarpova sharapovaDentro Sharapova…

Quel che è certo è che Maria Sharapova (ri)porterà una ventata d’aria fresca nell’ambiente tennistico femminile. Perlomeno per presenza e per “pesantezza” d’immagine. La campionessa russa, che non brillava di sicuro per simpatia e stima all’interno del circuito, dopo la vicenda Meldonium ha visto aumentare ancor di più la schiera degli haters. Le copertine e le interviste sulle riviste patinate, le caramelle Sugarpova e le apparizioni estemporanee da modella non hanno fatto altro che tenere viva la fiammella mondana di Masha. Nonostante il caso doping.

Tra chi la ama e chi la odia, tutti esprimono un’opinione sulla siberiana. Sharapova è diventata un’icona, nel bene e nel male.

Ed è proprio grazie a ciò che la trentenne di Njagan’, con molta probabilità, potrà tornare presto nell’elìte del tennis. A patto che, ovviamente, sia in grado di giocarsi al meglio le sue carte. L’assenza dai campi per 15 mesi di squalifica, infatti, fa rima con classifica nulla. Solo grazie alle wild card la russa potrà disputare tornei di primo livello. Sarà così a Stoccarda, settimana del rientro. E sarà così anche a Roma, dove di certo l’organizzazione non può permettersi un altro forfait di lusso, dopo quelli ovvi e annunciati di Federer e Serenona. E probabilmente sarà così anche a Parigi, per il Roland Garros, dove ancora non c’è nulla di ufficiale.

…Fuori Williams.

Se una arriva, l’altra se ne va. Le 2 regine del tennis rosa dell’ultimo quindicennio si passano una sorta di testimone ideale e immaginario. Di sicuro non è casuale che l’annuncio della gravidanza di Serenona sia arrivato proprio nel giorno del compleanno di Masha. Coincidenze? Probabilmente no. Quel che è certo è che la maternità della Williams sarà uno scossone ancor più grande del rientro di Sharapova. L’americana partorirà in autunno. La promessa di un ritorno per il 2018 scalda i cuori dei fan. Ma quanto sarà competitiva la quasi trentaseienne al rientro? Il suo gioco così fisico e potente risentirà della maternità?williams aus open 2017

Per queste domande è ancora presto anche solamente azzardare una risposta. Sarà il tennis vero, quello giocato, che le cercherà e ce le darà. Un tennis che per questo 2017 dovrà cercare la sua campionessa in altre giocatrici. Nonostante le belle parole e la classe indiscussa, sarà difficile per Sharapova riprendersi lo scettro in così poco tempo. Per lei questa stagione sarà un nuovo inizio, una nuova montagna da scalare. Senza pronostico, perchè è inutile farne.

Tutte a caccia dello “scettro”.

Tolta per un attimo Masha dalla conta, il resto della compagnia è abbastanza indecifrabile. Tutti gli occhi sono ovviamente puntati su Angelique Kerber, attuale numero uno. Per la tedesca questo 2017 può davvero significare l’anno della consacrazione definitiva. Un’occasione da non lasciarsi scappare. Ma, data la variabile aleatoria che da sempre contraddistingue il circuito femminile, non è azzardato aspettarsi tante campionesse diverse quanti sono i tornei importanti da disputare.

Ciò può voler dire che le occasioni, a rotazione, le avranno tutte. All’elenco possono essere inserite Muguruza, Pliskova, Halep, Konta, Radwanska, Keys e Kvitova. Non vi è nulla di certo in quello che succederà sul campo da qui alle WTA Finals di fine anno. E attenzione perchè ad agosto, in particolare dal torneo di Stanford, tornerà nella mischia una certa Victoria Azarenka. Anche lei dopo una dolce maternità.

Dal rientro di Sharapova alle tenniste mamme, quindi. Quel che è certo è che il 2017 del tennis femminile comincia adesso.

 

SE QUESTO ARTICOLO TI È PIACIUTO, SOSTIENI WILD ITALY CON UNA DONAZIONE!


About

Classe 1992, originario di Albano Laziale, consegue la maturità scientifica nel 2011 e nello stesso periodo inizia a collaborare con varie testate di livello locale. Sempre dal 2011 studia "Lettere Moderne" all'Università La Sapienza di Roma e diventa speaker ufficiale e blogger della web radio www.radioliberatutti.it, nella quale conduce un programma sportivo, a cadenza settimanale, dal nome "Sport 43". Dal 2013 scrive periodicamente per giornali cartacei come "VelletriOggi", "Il Corriere Tuscolano" e "Il Caffè dei Castelli Romani", con articoli che variano dalla cronaca all'attualità, dallo sport alla politica, passando per cultura e spettacolo. Appassionato, a volte maniacale, di sport, cinema, musica e motociclette, è cresciuto con la voglia di scrivere di ciò che più lo attira. VICEDIRETTORE DI WILD ITALY


'Il rientro di Sharapova, la maternità di Serena: il 2017 del tennis femminile inizia adesso' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Shares