Riflettendo sulla santificazione. Bergoglio fa paura

RoncalliWojtylaRatzinger e Bergoglio. Quattro capi di stato, quattro Papi in successione, escludendo il breve pontificato di Albino Luciani.

Domenica 27 aprile a Roma circa 800mila fedeli ad assistere alla santificazione dei primi due.Un ulteriore fortificazione, guidata da Bergoglio, assolutamente non necessaria. E’ strano il ragionamento cattolico. Più sono da condannare, più li esaltano.mugabe-bergoglio-papi-324506_tn

Lo scandalo della pedofilia, e degli abusi sessuali sui minori all’interno della Chiesa Cattolica, oscurato e dimenticato in un batter d’occhio. Se con Ratzinger era diventato ormai un ritornello costante d’accusa, ora con Bergoglio sembra quasi tutto sparito nel nulla.

Fu proprio Roncalli ad approvare, infatti, nel 1962 il Crimen Sollicitationis, documento di assoluta riservatezza che regolava la risoluzione dei casi di abusi sessuali sui minori da parte del personale ecclesiastico, riservandoli ad organi interni e non affidandoli alle autorità investigative ufficiali. Ciò ha permesso di insabbiare e far rimanere tra le quattro mura vaticane per decenni casi e casi di indecenza sessuale.

Tale documento è poi rimasto intatto per tutto il lungo regno di Wojytila. Già sessista, omofobo e contro qualsiasi apertura progressista, mai un passo indietro o di ripensamento sul documento. Eppure di tempo ne aveva.

E Bergoglio come ha agito? Ha deciso di rigirare la questione e esaltare i due Papi. In pompa magna tra l’altro, addirittura tramite la copresenza eccezionale del Papa emerito Raztinger. Proprio quando Bergoglio si è ritrovato una relazione di osservazioni conclusive direttamente dall’ONU, tramite la Convenzione Internazionale per i Diritti dell’Infanziasui casi di pedofilia, con la richiesta di adottare delle misure in contrapposizione con il Crimen Sollicitationis…cosa ha fatto? Ha messo in atto tutta questo circo mediatico per le strade di Roma e per le televisioni del mondo!

E tutto questo aggiungendoci Ratzinger, che prima che diventasse Papa era a capo della Congregazione della Dottrina della Fede, dove arrivavano i vari casi da esaminare di pedofilia da diverse parti del mondo.

Insomma l’ONU con la Convenzione sui Diritti dell’Infanzia esprime un determinato parere e la risposta qual è? Un’immediata risposta dimarketing, con masse di fedeli pronte a dimenticare, ignorare o non voler vedere tutto.

Ma da Bergoglio, che ha stretto la mano a Mugabe, il dittatore dello Zimbabwe che in ogni occasione importante ecclesiastica è sempre presente aSan Pietro, nonostante il divieto di entrare in Europa viste le atrocità commesse, cosa potevamo aspettarci?


About

Originario di Campobasso, vive attualmente a Roma. Politologo, specializzato in Unione Europea, è cronista di Wild Italy sin dalla sua fondazione e da ottobre 2014 passa alla sezione blogger. Presidente Arcigay Roma. BLOGGER DI WILD ITALY


'Riflettendo sulla santificazione. Bergoglio fa paura' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Shares