Romics Roma 2017 ottobre IT

Romics, conclusa la XXII edizione tra vecchi problemi e solite polemiche

romics-ottobre-2017-tardisCome ogni anno gli appassionati di anime, manga, film, serie tv e tutto ciò che comporta il mondo nerd, hanno avuto la possibilità di dare sfogo alle loro passioni per quattro giorni. Dal 5 all’8 ottobre infatti si è svolta la XXII edizione del Romics. Cornice del Festival Internazionale del fumetto, dell’animazione e dei Games è stata come di consueto la Nuova Fiera di Roma.

Romics D’Oro

Anche quest’anno molti gli ospiti che si sono avvicendanti. A Partire dai Romics D’Oro. Quattro sono stati gli autori del mondo del fumetto e del cinema ad essere premiati. Tra i disegnatori hanno ricevuto il riconoscimento il creatore del fumetto erotico Druuna Paolo Eleutieri Serpieri e Shawn Martinbrough, autore dei disegni del fumetto Thief of Thieves, serie prodotta da Skybound e creata da Robert Kirkman.

Gli altri due Romics D’oro sono stati assegnati a due artisti del cinema. Ben Morris e Kevin Jenkins , rispettivamente direttore degli effetti speciali e direttore creativo e Supervising Art Director della Industrial Light & Magic, una delle più famose ed importanti aziende del campo degli effetti speciali digitali. Tra i film a cui i due hanno lavorato ricordiamo Star Wars: Il risveglio della forza, Spectre, Avengers: Age of Ultron, Guardiani della Galassia e molti altri.

Mostre, Games e Film

Anche alla XXII° edizione del Romics non sono mancate le mostre. All’interno della fiera i partecipanti hanno potuto ammirare i disegni di Paolo Eleutieri Serpieri ed una mostra dedicata ai Beatles e al rapporto del gruppo di Liverpool con il fumetto e l’animazione. Negli anni infatti molti sono stati i fumetti che presentano copertine che omaggiano i fab four o che hanno una storia che li vede protagonisti. Da Dylan a Batman, passando per gli X-Men e Topolino e molti altri.

Inoltre presso il Palazzo dei congressi venerdì 7 ottobre è stata inaugurata la mostra Mangasia: Wonderlands of Asian Comics. l’esposizione curata da Paul Gravett e un team di oltre venti esperti, è un viaggio nella storia del fumetto orientale attraverso opere provenienti da Paesi dell’Asia. Fino al 21 gennaio 2018.

 

LEGGI ANCHE: ROMICS 2017, CONCLUSA LA QUINTA EDIZIONE PRIMAVERILE

 

Ampio spazio all’area games, cui era dedicato un’intero padiglione. Qui gli appassionati hanno potuto provare nuovi giochi o cimentarsi nei loro preferiti, sfidando altri appassionati. Protagonista quest’anno le carte Magic. Grazie alla presenza di Legacy e Galactus gli appassionati hanno avuto la possibilità di poter partecipare ai medesimi eventi on demand programmati per gli Italian Magic Nationals. Un’opportunità che ha permesso anche ai neofiti di conoscere meglio il mondo di Magic The Gathering.

Anche in questa edizione del Romics si è celebrato il cinema. La settimana arte è stata protagonista grazie alla presenza di grandi artisti e talenti italiani, la presentazione di anteprima di clip dei film in uscita, come IT, L’uomo di neve e Thor: Ragnarok o serie tv come Shannara. Molti gli incontri tematici sul palco del Movie Village con speaker e talent dal mondo del cinema e della tv con la presenza di artisti e giornalisti d’eccezione, per temi come: Tutto il rosso di “It” (in un film), Effetti Visivi VS Effetti speciali: finalmente insieme, Mostruosa” Universal: grandi classici per Cinema, Home Video e Serie TV e molto altro.

Passione Cosplay

romics ottobre 2017 la strada per el doradoCome di consueto protagonisti assoluti sono stati i cosplayer. Nei quattro giorni di fiera molti gli appassionati che hanno indossato il costume del loro personaggio preferito. Che sia un personaggio di un fumetto, di un film, di un videogame e altro, la fiera è stata invasa da costumi di ogni sorta.

Tra gli eventi più attesi senza dubbio il Romics Cosplay Award, dove sono stati scelti i rappresentati italiani per le prossime edizione del World Cosplay Summit di Nagoya ad agosto 2018, della Yamato Cosplay Cup International Brasile a luglio 2018 e Eurocosplay di Londra 2018.

 

World Cosplay Summit
Martina Mottola e Simone Satta – The old Hunter and Lady Maria of The Astral tratto da Bloodborne.

Yamato Cosplay Cup International
Carlo Visintini – The Linch King tratto da World of Warcraft

Eurocosplay di Londra
Cristina Benfante –  Chang’e tratto da Smite

Nuova edizione, vecchi problemi e immancabili polemiche

Ogni edizione del Romics porta con sé le immancabili polemiche. Ormai è una costante. Ciò che maggiormente gli appassionati rimproverano agli organizzatori è la presenza degli YouTuber, ormai ospiti fissi da qualche edizione. Quello che proprio non va giù è che siano più gli ospiti provenienti da internet che le star del fumetto. Cosa imperdonabile per una fiera dedicata a tale arte.

A questa polemica che ormai si rinnova da qualche edizione, ne va aggiunta una nuova, che ha nome e cognome: Francesco Gabbani. A prescindere dai gusti musicali che una persona possa avere, in molti si sono chiesti il motivo della presenza del vincitore dell’ultimo Festival di Sanremo. In sostanza molti si sono chiesti il legame tra Gabbani e il fumetto.

romics ottobre 2017 deadpoolBasta fare un veloce giro sulla pagina facebook della fiera per farsi un’idea del malcontento di molti visitatori. Da chi si chiede di quale fumetto sia autore Favij a chi se Gabbani sia stato invitato perché ha la scimmia-cosplayer accanto. Commenti ovviamente ironici ma che lasciano trasparire tutta l’incredulità e l’insofferenza.

A queste va aggiunto che è stato perpetrato l’ennesimo furto ad opera di cosplayer. Nel parcheggio a pagamento vicino la fiera a Piero Castiglia, cosplayer di Batman, sono stati rubati il suo costume – pezzo praticamente unico del valore di migliaia di euro -, quello della sua ragazza da Cat Woman e altro materiale. Un furto che si aggiunge a quelli perpetrati negli scorsi anni. Una piaga che sembra non si riesca ad arginare. Ma che si spera venga debellata presto.

Che sia dentro la fiera o nei parcheggi limitrofi, non mancano mai le polemiche. Che siano furti, danni subiti da cosplayer nel backstage, insulti, o altro l’unica costante del Romics sembra essere la polemica. Forse gli organizzatori dovrebbero iniziare a dare ascolto ai partecipanti.

Romics tornerà dal 5 all’8 aprile 2018.

 

Photogallery dei cosplayer a Romics (Foto: Emanuele Bianchi)

Romics Ottobre 2017 Cosplay


About

Appassionato di cinema, fotografia, teatro e musica sin da piccolo decide di farne il suo lavoro. Miyazakiano convinto, tanto da incentrare la sua tesi sul suo cinema, e divoratore di anime tanto da volere Eikichi Onizuka come professore al liceo, è uno Jedi come suo padre prima di lui e “nato pronto” e sì, anche un inguaribile nerd (pollice verso per coloro che non colgono le citazioni). Laureato in cinema presso il DAMS di Roma 3 e diplomato in fotografia presso il CST, inizia a collaborare (e tutt'ora collabora) come critico di cinema e fotografo di concerti con varie webzine di cui da subito ha sposato il progetto con entusiasmo. Sempre in movimento, perennemente in ritardo. CAPOSERVIZIO CINEMA


'Romics, conclusa la XXII edizione tra vecchi problemi e solite polemiche' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Shares