mahmood

Sanremo 2019: a sorpresa vince Mahmood

La serata finale del sessantanovesimo Festival di Sanremo. A sorpresa vince Mahmood

Si conclude così la sessantanovesima edizione del Festival di Sanremo. Primo posto per Mahmood. Ultimo è secondo, terzo classificato Il Volo.mahmood

Il premio della critica Mia Martini va a Daniele Silvestri con Rancore. La canzone ha conquistato anche il premio della sala stampa Lucio Dalla e il premio Sergio Bardotti per il miglior testo.

A Simone Cristicchi va il Premio Sergio Endrigo per la migliore interpretazione e il premio Giancarlo Bigazzi per la miglior composizione musicale.

Premio Tim Music al brano più ascoltato sulla loro piattaforma musicale va a Ultimo.

Questa edizione verrà ricordata come il momento in cui l’Italia e il palco dell’Ariston hanno scoperto l’esistenza del panorama underground italiano. Non che prima ne fossero completamente digiuni, ma sicuramente da questo momento in poi c’è stata una presa di coscienza su questo “mondo parallelo” dove la musica parla comunque italiano pur restando al di fuori dei canoni classici.

Questo secondo Festival sotto la guida di Baglioni verrà ricordato anche come un Festival dove lo spettacolo è stato (forse fin troppo) subordinato alla musica. Il risultato è stato deludente: troppi momenti morti almeno per quanto riguarda l’intrattenimento.

Altro tasto dolente di questo Festival è stata sicuramente la mancanza di ospiti di rilievo: puntare solamente su ospiti italiani è un’arma a doppio taglio e se Cocciante e Ligabue hanno infiammato l’Ariston, lo stesso non si può dire di altri ospiti che, pur nella loro “autorevolezza”, non hanno dato quel senso di internazionalità a un Festival celebrato in tutto il mondo.

Il tanto sbandierato “prima gli italiani” si dimostra anche nello spettacolo poco efficace e troppo sopravvalutato.

I brani in gara hanno dimostrato quanto già stava accadendo nelle edizioni precedenti. L’underground, in questo preciso momento storico, è spesso molto più interessante degli artisti più noti che, fatte alcune rare eccezioni, è risultato ridondante e troppo ancorato a una tradizione (praticamente) morta e sepolta.

Sanremo è Sanremo e, andando oltre le polemiche e la qualità scadente di certi brani, resta comunque un contenitore interessante che forse mai come adesso ha saputo rappresentare il panorama musicale italiano, o almeno una delle sue mille sfumature. Questa non può che essere una cosa positiva.

Forse questa è stata l’ultima volta di Baglioni a Sanremo. Bisogna dire che il “dittatore” e “dirottatore” artistico ha saputo esplorare a fondo l’universo musicale italiano e dare la voce anche a quelle esperienze poco conosciute. È solo la punta di un iceberg che resta ancora molto, molto underground, ma intanto è un primo passo. Staremo a vedere.

Non si possono non “sprecare” due parole per la strana e deludente classifica finale con Mahmood, Ultimo e Il Volo: qualcosa non ha funzionato, soprattutto alla luce degli altri premi consegnati che comunque hanno un certo spessore e sono stati assegnati ad artisti di un certo spessore.

Detto questo, Sanremo come accade molto spesso ci lascia con un finale agrodolce, c’è chi vuole vedere dei contenuti in tutto questo o chi vuole tirare in ballo la questione politica, la verità è che hanno vinto i brani (almeno dal nostro punto di vista) meno incisivi e meno impegnati.

C’era molto di meglio, non è stato capito o forse a non capire è chi scrive, ma il danno ormai è fatto. Complimenti ai vincitori.

 

SE QUESTO ARTICOLO TI È PIACIUTO, SOSTIENI WILD ITALY CON UNA DONAZIONE!


About

La musica è la mia passione: sul palco dietro una batteria e sotto al palco in un mare sterminato di dischi. Laureato in Letteratura, Musica e Spettacolo e in Editoria e Scrittura a La Sapienza di Roma, passo il mio tempo tra fogli bianchi, gatti e bacchette spezzate. CAPOSERVIZIO MUSICA


'Sanremo 2019: a sorpresa vince Mahmood' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Shares