Se la strada potesse parlare, come l’amore e l’umanità resistono alle prove della vita

Se la strada potesse parlare è un film che mette in evidenza come con l’amore e l’umanità si possono affrontare e superare tutte le situazioni. Un viaggio liricamente elegante e poetico.

 

se-la-strada-potesse-parlare-recensioneSe la strada potesse parlare traccia la rotta delle correnti emotive in cui si orientano i personaggi in un mondo inclemente e pieno di pregiudizi razziali. Il regista attraversa poeticamente le finestre temprali per mostrare come nonostante la realtà possa essere estremamente dura e disincantata, con l’amore e l’umanità si possono affrontare e tutte le situazioni.

Il film è un adattamento per il grande schermo del romanzo omonimo di James Baldwin da parte del regista e sceneggiatore Premio Oscar Barry Jenkins (primo film per lui dopo Moonlight, premiato con l’Academy Award per il miglior film).

Se la strada potesse parlare è la storia di chi mantiene speranza e ottimismo, disinnesca l’intolleranza con il sorriso, ma non senza reagire e pretendere giustizia. Un viaggio liricamente elegante, poetico, che si fa beffe della disperazione così iper realistica di una New York ancora intrisa di razzismo.

Sinossi

Anni ’70, quartiere di Harlem, Manhattan. Uniti da sempre, la diciannovenne Tish (interpreta da Kiki Lane, all’esordio come protagonista in un film) e il fidanzato Alonzo, detto Fonny (Stephan James, protagonista della serie Homecoming – produzione Amazon – in cui sarà al fianco di Julia Roberts), sognano un futuro insieme. Quando Fonny viene arrestato per un crimine che non ha commesso, Tish, che ha da poco scoperto di essere incinta, fa di tutto per scagionarlo, con il sostegno incondizionato di parenti e genitori.

Senza più un compagno al suo fianco, la ragazza deve affrontare l’inaspettata prospettiva della maternità. Mentre le settimane diventano mesi, la ragazza non perde la speranza, supportata dalla propria forza interiore e dall’affetto della famiglia, disposta a tutto per il bene della figlia e del futuro genero.

La forza dell’amore

Il fulcro del film è incentrato principalmente su due rapporti. Quello tra Tish e Fonny e quello tra Sharon e Joseph, i genitori di Tish. Questi sono caratterizzati da quell’incantevole poesia degli scambi interrelazionali che, per la gente di colore, funge da paraurti rendendo l’esistenza meritevole di essere sopportata, rendendo la promessa infranta del sogno americano degna degli sforzi necessari al suo proseguimento.

se-la-strada-potesse-parlare-film-recensione

Di fronte all’imprevista prospettiva di diventare genitore e mantenere un posto di lavoro senza il partner al suo fianco, Tish è costretta a modificare la prospettiva sulla realtà della sua esistenza. Si reca regolarmente a trovare Fonny in prigione, cercando di tenerlo su di morale anche quando la vita in carcere esige il suo tributo. Via via che le settimane diventano mesi, Tish riafferma le sue speranze e la sua resilienza, facendo leva sulla sua forza interiore e su quella che le trasmette la sua famiglia.

L’impossibilità della scelta

Quando ci si trova davanti all’impossibilità di scegliere la propria vita l’unica cosa che ti può tenere a galla è la forza di un amore importante, come quello che esiste tra Tish e Fonny: “È stato l’amore a portarti qui”. La frase simbolo del film che riflette lo spirito che porta tutti noi a sognare sempre e a credere nei sentimenti.

Se la strada potesse parlare non è una storia sulla povertà. È sull’amore e sull’affetto che durano nel tempo e sulla sopravvivenza. Di questo film ti rimane dentro l’umanità e l’importanza di affrontare i momenti di difficoltà cercando di vincere sempre. Non importa se hai 15, 45 o 90 anni, chiunque sia mai stato innamorato può immedesimarsi in questa storia d’amore e coglierne la forza.

Menzione d’onore per la superba colonna sonora. Riesce a suscitare nello spettatore partecipazione ed emozione. La sezione sonora è arricchita anche da un meticoloso sound design, che trasforma suoni semplici e quotidiani (il rumore della metropolitana in stazione) in elementi migliorativi dell’esperienza visiva. Se la strada potesse parlare è un film da vedere assolutamente.

 

Se la strada potesse parlare è al cinema distribuito da Lucky Red.

 

SE QUESTO ARTICOLO TI È PIACIUTO, SOSTIENI WILD ITALY CON UNA DONAZIONE!



'Se la strada potesse parlare, come l’amore e l’umanità resistono alle prove della vita' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Shares