Se questa è opposizione

Si è detto tanto – anche se a mio avviso mai abbastanza – sulle leggi porcate che la maggioranza ha e vuole varare per salvare il sedere a Berlusconi o per rendere sempre più impunita la casta. Le abbiamo raccontate, spiegate, decifrate; abbiamo trovato i cavilli che non erano assolutamente leciti, o articoletti che rendevano quelle leggi delle schifezze.

Forse è proprio per la questione impunità che c’è un opposizione sempre più prona a queste nefandezze. Abbiamo un PD che non protesta più. Un partito – se così si può ancora chiamare – che non sembra essere più vivo. C’è un leader, Bersani, che, anziché protestare violentemente contro legittimi impedimenti, processi brevi/morti, anti-intercettazioni, ecc,  cerca consensi andando al Festival di Sanremo. La cosa più triste è che è riuscito a farsi mettere i piedi in testa pure la. Non è stato in grado di dire due parole a favore degli operai di Termini Impresi ospiti, a tal punto da farsi fischiare da mezza platea farsi zittire. Dispiace dirlo – anche se non sono un loro elettore -, ma è un PD inesistente. La destra ha dei personaggi – più che discutibili sul livello di intelligenza e moralità – che in TV alzano la voce e dicono la loro. Scajola, intervenuto dopo Bersani, ha portato avanti il suo discorso senza farsi influenzare. Ripeto, benché criticabili sul livello morale, i Gasparri, i Lupi, i Cicchitto, i Capezzone, ecc, sparano a zero senza pietà alcuna sulla sinistra che non risponde più. Le uniche affermazioni fatte da Bersani in merito all’idea di non candidare condannati è stata “mi fa ridere, il Pdl sta abbassando il livello di legalità”. Ma che risposta è? E’ una presa in giro. Perché non dice che, se così si vuol fare, il Pdl dovrebbe espellere buona parte del suo comparto? Perché non dice che Dell’Utri, Bossi, Maroni, Capezzone e compagnia bella, con questa legge, dovrebbero alzare le tende? Forse non lo dice perché pure nel suo partito pullulano personaggi con fedina penale sporca. Un esempio? Enzo Carra. Condannato ad 1 anno e 4 mesi per false dichiarazioni al pubblico ministero. Ma, sia chiaro, mica è l’unico.

L’Idv, fino a poco tempo fa unico partito di vera opposizione, si è zittito. Non dice quasi più nulla. Anche perché ha appena candidato un condannato e pluri imputato in Campania appoggiando De Luca (Pd).

Se qualcosa di “rivoluzionario” aveva fatto Bersani con la decisione di partecipare alla manifestazione del 27 Febbraio del Popolo Viola, ora fa mille passi indietro per non sentirsi dire, zittendolo, almeno per una volta, che il suo partito, in fin dei conti, assomiglia sempre di più a quello di Berlusconi.

GIAMPAOLO ROSSI


About

Residente a Belluno, studia all’Università Alma Mater Studiorum di Bologna alla facoltà di Lettere, con indirizzo storico, per poi specializzarsi in giornalismo.
giampross@katamail.com


'Se questa è opposizione' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Shares