Serie A, girone d'andata 2017-2018

Serie A, girone d’andata 2017/2018: il pagellone al giro di boa

Il campionato di Serie A, al termine della pausa post-natalizia, ripartirà con la seconda giornata del girone di ritorno. Appena superato il giro di boa, è tempo di fare un primo bilancio e stilare dei voti, per le 20 squadre del nostro massimo campionato, tra conferme, piacevoli sorprese e cocenti delusioni. Ecco il pagellone del girone d’andata 2017/2018 del nostro calcio.

Higuain e Koulibaly girone d'andata 2017/2018

da quotidiano.net

Davanti, chi si ferma è perduto

Il ritmo folle a cui si sta viaggiando nelle posizioni di vertice, è evidenziato dal fatto che nel girone di andata, le 5 squadre che comandano la classifica (Napoli, Juventus, Inter, Roma e Lazio) hanno lasciato per strada solo 31 punti contro le altre squadre della Serie A, se si escludono gli scontri diretti di vertice. Solo 31 punti su un numero potenziale di 225, ovvero il 13,7% dei punti totali.

L’onore di laurearsi campione d’inverno è spettato al Napoli (voto 9), la squadra che ha mostrato più continuità dall’inizio.

Un voto in meno solo per le brutte figure rimediate in Champions League e in Coppa Italia: è evidente come le rotazioni abbastanza risicate utilizzate da mister Sarri abbiano portato a queste eliminazioni, e a concentrare tutta l’attenzione esclusivamente sul campionato. Subito dietro, a un solo punto di distanza, c’è la Juventus (voto 9): per  bianconeri, il classico avvio in sordina, il tempo di far ambientare i nuovi arrivati, e giù a capofitto nelle insidie della Serie A: la continuità mostrata dalla banda di Allegri è spaventosa, e chi vorrà vincere il campionato, per l’ennesima volta dovrà fare i conti con la Vecchia Signora, tra l’altro ancora in corsa su tutti i fronti.

Rincorsa Champions

Dietro, ormai a debita distanza, 3 squadre per 2 posti, per una lotta Champions League che si annuncia avvincente. L’Inter (voto 7.5), dopo un avvio sprint, ha accusato un fisiologico calo di prestazioni, e soprattutto punti. La dipendenza di questa squadra dalle prestazioni di Icardi e Perisic è un grosso limite per una squadra che non può più permettersi di fallire l’accesso alla Champions.

Immobile girone d'andata 2017/2018

da sport.sky.it

Subito dietro, a braccetto, le due romane: le squadre di Inzaghi e Di Francesco devono entrambe recuperare una partita, ma si trovano in due momenti di forma completamente opposti: la Lazio (voto 8) si sta rivelando come una delle più belle realtà, trascinata da un Ciro Immobile in versione scarpa d’oro, mentre la Roma (voto 6.5), sebbene non ci si aspettasse oggettivamente un’annata da prima della classe, dopo aver fatto le scarpe a big europee come Atletico Madrid e Chelsea nel girone di Champions, sta trovando grosse difficoltà nelle ultime settimane, con l’uscita dalla Coppa Italia per mano del Torino, a certificarne l’inizio di una piccola crisi.

I 9 punti che separano la Roma, ultima del gruppetto di testa, dalla più immediata inseguitrice, raccontano di uno squilibrio sempre più accentuato tra i Top Team e le cosiddette piccole del nostro campionato.

Piacevoli sorprese di metà stagione

Aldilà delle squadre di vertice, nel girone di andata, altre squadre si sono piacevolmente distinte. La Sampdoria (voto 7) di Giampaolo ha collezionato scalpi importanti, soprattutto tra le mura amiche di Marassi, e ha messo in luce ottimi talenti, in primis Lucas Torreira, sogno proibito di tutte le nostre big, ma non solo.

L’Atalanta (voto 8) sta dando continuità alla fantastica annata passata: un grande girone di Europa League e la semifinale di Coppa Italia sono la ciliegina sulla torta di una stagione che anche quest’anno vede la Dea in lotta per un posto in EL.

La terza squadra che mi sento di menzionare è l’Udinese (voto 7): dopo l’avvicendamento in panchina fra Del Neri e Oddo, i friulani hanno completamente cambiato marcia; 5 vittorie nelle ultime 6 hanno improvvisamente catapultato i bianconeri nella lotta per un posto al sole. E ora bisogna solo continuare a giocare fino alla fine, per vedere quale sarà stata la sorpresa dell’anno.

Atalanta girone d'andata 2017/2018

da sport.sky.it

Si salvi chi può

La delusione più cocente di questo campionato è rappresentata senza dubbio dal Milan (voto 4). I rossoneri, dopo essersi presentati ai nastri di partenza con grandi ambizioni, e con l’imperativo di entrare tra le prime 4, non hanno minimamente rispettato i pronostici della vigilia. I 200 e passa milioni spesi nel mercato estivo hanno generato troppa pressione e attenzione, e la stessa vicenda sull’esonero di Montella è stata gestita male. I 12 punti di distacco dalla zona Champions suonano già come una sentenza, e aldilà di tutte le beghe societarie, la sensazione è che bisognerà aspettare ancora per ritrovare il Milan ai vertici del calcio italiano.

Archiviato il capitolo Milan, passiamo alle squadre in lotta per la corsa salvezza. La più convincente fino a questo momento è stata la Spal (voto 6), mentre Crotone e Verona (voto 5) non hanno rispettato le attese. I primi, esonerando inspiegabilmente Nicola, il grande artefice della salvezza dello scorso anno, sono stati risucchiati nelle ultime posizioni della classifica, mentre gli scaligeri, nonostante un alto profilo all’indomani del mercato estivo, non ha mai trovato continuità di rendimento e un’impronta di gioco ben definita. L’unica squadra, che al momento sembra spacciata, è il Benevento (voto 4), che dopo aver inanellato un record negativo dopo l’altro, nelle ultime giornate sta provando a risalire la china; la sensazione è che comunque sia una realtà che si sta misurando con qualcosa di troppo grande.

Al rientro in campo, dopo la sosta, non resta che gustarsi fino in fondo quello che sembra essere il campionato più avvincente degli ultimi anni, una magra consolazione e piccolo risarcimento per l’estate 2018 da spettatori che ci aspetta.

 

SE QUESTO ARTICOLO TI E’ PIACIUTO, SOSTIENI WILD ITALY CON UNA DONAZIONE!


About

Diplomato al liceo scientifico statale Louis Pasteur, studia Scienze della Comunicazione presso l'Università di Roma Tre. Amante dello sport in generale, in particolar modo del calcio e del tennis. COLLABORATORE SEZIONE SPORT


'Serie A, girone d’andata 2017/2018: il pagellone al giro di boa' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Shares