Sì-Sì-Sì-Sì

Via il nucleare, via gli interessi privati sull’acqua e via gli sbandi costituzionali sull’uguaglianza del cittadino.

Pieno sostegno per le abrogazioni delle 4 leggi in questione dei referendum del 12 e 13 giugno.

Non accetto che in Italia venga impiegata energia nucleare. Non accetto che si inizi ora un percorso nucleare che si concluderà tra decenni. Non lo accetto che lo si faccia quando gli altri Stati Europei iniziano a ripensare le proprie politiche sul nucleare dichiarando di volerlo ridurre o di volerlo abolire. Non accetto che lo si faccia in un epoca dove esiste una vera alternativa pulita: quella delle energie rinnovabili. Non accetto che lo si faccia in Italia, paese di terremoti e corruzione edilizia. Non voglio immaginare come sarebbero costruite le centrali e che fine potrebbero fare.

Non voglio che l’acqua finisca in mano ai privati. L’acqua è un bene necessario alla sopravvivenza. Non lo si può mettere in mano ad interessi di questo o quell’altro italianotto che andrebbe a speculare anche su questo bene. Il settore privato in Italia non funziona meglio del pubblico. Si facciano prima delle leggi anti-corruzione. Ci si adegui agli standard europei. Si tuteli il consumo del cittadino prima di privatizzare qualsiasi bene. E, a prescindere da questo, non lo si faccia con l’acqua.

Voglio che la legge sia uguale per tutti. Voglio che l’art. 3 della Costituzione Italiana sia rispettato. Voglio che ogni cittadino sia uguale davanti alla legge. Non voglio che alcune persone non lo siano. Non voglio che Ministri e Presidente del Consiglio, a differenza mia, possano più facilmente non presentarsi in un tribunale. E non voglio che delle cariche politiche possano rimandare più facilmente i loro processi. Semmai ciò dovrebbe essere facilitato. Prima si facciano i processi alle alte cariche in modo che si possano immediatamente ripulire da possibili infamie giudiziarie.

Dunque 4 Sì per dire NO!

FRANCESCO ANGELI


About

Originario di Campobasso, vive attualmente a Roma. Politologo, specializzato in Unione Europea, è cronista di Wild Italy sin dalla sua fondazione e da ottobre 2014 passa alla sezione blogger. Presidente Arcigay Roma. BLOGGER DI WILD ITALY


'Sì-Sì-Sì-Sì' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Shares