Sono incazzato.

Direte che è un’ossessione. Vorrei dimenticarmi che esiste, ma non posso. I titoli dei telegiornali contengono sempre le stesse cose:

– Notizia del giorno.
– Esternazioni di Berlusconi.
– Economia in crescita, siamo i mejo.
– Esternazioni della maggioranza.
– Caldo / Freddo.
– Cazzata del giorno.

Come faccio a dimenticarmi che esiste se tutte le volgarità senza senso che emette quella macchietta che abbiamo per Primo Ministro vengono amplificate e sbattute in faccia ogni giorno, ad ogni edizione, senza un briciolo di controbattuta. È chiaro che chi non si informa per conto proprio finisce per credere a quello che sente tutti i santi giorni. È altrettanto chiaro che si finisce per accettare come normale cose che non lo sono assolutamente ma che sono i capisaldi della sua antiquata mentalità populo-machista da commendatore di una pessima commedia all’italiana.

Ad esempio: – “Nel mio partito preferisco avere ragazze belle.”
Perché?! Perché???!!! Questa la ripete candidamente ad ogni occasione, ed a nessuno salta in mente di dirgli “COSA CAZZO STAI DICENDO, EMERITO COGLIONE?”. Perché?! Se una è bruttina ma preparatissima ed in gamba non va bene? Per fare politica bene non occorre essere una gnocca, ma servono forza di volontà, preparazione, valori ed idee. Per avere un ruolo nel PdL basta essere belle e, magari, avere una laurea in modo da poter utilizzare la scusa “Carfagna”: è laureata. Ah, ok allora va bene, scusate.

– “La giustizia è tutta di sinistra, se una legge non piace basta andare alla consulta e la cancellano.”
Innanzitutto è statisticamente impossibile che la giustizia sia tutta di sinistra. Poi, con la continua ripetizione di questo mantra vuoto e senza fondamento finisce che chi non si informa creda davvero che un PM possa aprire indagini a caso, e portare in tribunale chi vuole senza indizi, oppure che i giudici condannino o assolvano a simpatia, non basandosi sulle prove. Oppure, anche ammettendo un errore, che questo venga perpetrato per tutti i gradi di giudizio. O ancora che davvero basti impugnare una legge davanti alla consulta per farsela cancellare, mentre ciò è possibile soltanto se palesemente anticostituzionale. Vogliamo poi parlare dei giudici politicizzati si, ma dalla sua parte? Quelli influenzabili e a libro paga della loggia Pensionati 3, ad esempio?

– “La stampa è di sinistra”. No Comment. È vero, c’è più gente di sinistra che legge i giornali. Purtroppo c’è molta più gente che vota PdL che invece non li legge affatto. Non sputare nel bacino elettorale dove mangi, Silvio.

Ed alcune new entry:

– “Gli italiani hanno paura di alzare la cornetta.” È diverso, i delinquenti hanno paura di alzare la cornetta. Io non ho paura di alzare la cornetta.

– “Ero all’oscuro di quello che combinavano quei quattro pensionati sfigati” Certo, cercavano di influenzare la consulta sull’approvazione del Lodo Alfano perchè si erano confusi e pensavano di essere le quattro più alte cariche dello stato. Che egoisti!

Il nocciolo rimane uno: la gente non si pone più domande. Le incongruenze, le contraddizioni, le assurdità sono evidenti, ma per accorgersene bisogna essere almeno minimamente attenti e non accettare passivamente quello che arriva dall’esterno.
problema è che il voto dei lobotomizzati dalle TV vale quanto quello di chi si danna l’anima per mostrare agli altri cosa non va in questo paese. Il voto della prima sciacquetta la cui massima aspirazione è fare la tronista a Uomini e Donne per poi, perché no, magari buttarsi in politica vale quanto il vostro, che vi rodete il fegato per ogni legge vergogna, per ogni abuso o per l’ennesima figura di merda. È così che ci ritroviamo al governo qualcuno a cui importa soltanto di se stesso. Per questo sono incazzato, perché se andassimo a votare domani vincerebbe di nuovo lui.

SCRITTO DA SIMONE PER VOGLIORESISTERE.IT



'Sono incazzato.' have 1 comment

  1. 22 luglio 2010 @ 5:00 pm simone

    Purtroppo hai proprio ragione. C’è poco da fare chi ci governa è il degno rappresentante della maggioranza che lo ha votato: la maggioranza di quei cazzoni che girano in SUV e vestiti grifati e poi dichiarano al fisco meno di 15 mila euro di reddito all’anno, magari sfruttando in nero la manodopera di poveri disperati o tirando bidoni qua e là. Bisogna prendere coscienza del fatto che il DNA del cittadino italiano è inequivocabilmente costituito da individualismo, opportunismo e ipocrisia, per la serie mi lamento ma appena mi capita l’occasione giusta per avantaggiarmi (che in alcuni casi si traduce anche con la massima “l’occasione fa luomo ladro”), non ci penso su due volte e ne approffitto anche se creo danni a qualcun altro.
    “Ghe pensi mi” per l’appunto…


Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Shares