sostiene pereira

Sostiene Pereira: il ricordo di Tabucchi attraverso un romanzo apprezzatissimo

Ci ha lasciato ormai nel lontano 2012, Antonio Tabucchi. Lo ricordiamo attraverso Sostiene Pereira, il romanzo che lo ha reso immortale agli occhi dei cultori della letteratura contemporanea.

Antonio Tabucchi: biografia

Antonio Tabucchi (Pisa, 24 settembre 1943) è uno scrittore italiano. Nacque a Pisa il 24 settembre 1943, crebbe nella casa dei nonni materni a Vecchiano, un borgo vicino alla città. Nel suo periodo di studi universitari, intraprende dei viaggi in Europa, alla ricerca degli autori che aveva letto nella biblioteca dello zio. Si laurea nel 1969 con una tesi sul Surrealismo in Portogallo. Si perfeziona alla Scuola Normale Superiore di Pisa negli anni ‘70; nel 1973 viene chiamato ad insegnare lingua e letteratura portoghese a Bologna.

Dopo aver pubblicato numerose opere ispirate al surrealismo portoghese, nel 1975 viene publicato il suo primo romanzo Piazza d’Italia e nel 1978 viene chiamato ad insegnare all’università di Genova. Nel 1989 il presidente della Repubblica portoghese gli conferisce l’Ordine “Do Infante Dom Herique” e nello stesso anno è nominato “Chevalier des Arts et des Lettres” dal Governo francese. Nei primi anni novanta Tabucchi pubblica “L’angelo Nero” , Requiem e nel 1994 pubblica il romanzo “Sostiene Pereira”, vincitore di numerosi premi tra i quali il premio “Super Campiello” ed il premio “Scanno”. Oggi è un insegnante di lingua e letteratura portoghese all’Università di Siena.

Sostiene Pereira

Il protagonista, Pereira, viene sconvolto inizialmente dalla morte della moglie. Ma la goccia che fa traboccare il vaso è l’assumere un giovane, Monteiro Rossi, per scrivere le ricorrenze dei grandi scrittori ancora in vita che sarebbero potuti morire, ed un giornale deve sempre avere in anticipo i necrologi. Pereira è un scrittore che abbandona lo scrivere i necrologi di un giornale quotidiano, per passare a scrivere la sezione culturale in un giornale culturale pomeridiano, il Lisboa.

Marta costituisce un ruolo molto importante nello svolgimento della vicenda, la molla che induce Monteiro Rossi a scrivere articoli “politicizzati”, e che porterà il dottor Pereira a confessare gli abusi del regime monarchico contro le minoranze socialiste. È scritto in maniera da far immedesimare sempre di più il lettore con il pensiero di Pereira, con quel sottolineare in ogni pagina la frase “sostiene Pereira”, proprio per rafforzare il rapporto lettore-protagonista. Le parole “Sostiene Pereira” iniziano e concludono il romanzo, e vengono poi ripetute con frequenza quasi assillante, come se l’autore lo avesse scritto con Pereira davanti, a rilasciare la propria confessione, o deposizione.La storia è raccontata da un narratore esterno che la espone facendo credere che gli è stata a sua volta raccontata dal protagonista. La vicenda si svolge nell’arco di 1 mese.

Dal libro fu tratto anche il film “Sostiene Pereira” (1995), con protagonista Marcello Mastroianni.



'Sostiene Pereira: il ricordo di Tabucchi attraverso un romanzo apprezzatissimo' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Shares