tartarughe-ninja-fuori-dall-ombra-prima-occhiata-ai-giocattoli-del-film-248525

Tartarughe Ninja 2, i quattro fratelli escono Fuori dall’ombra

Leonardo, Donatello Michelangelo e Raffaello a partire da giovedì 7 luglio saranno nei cinema con una nuova avventura. Tartarughe Ninja – Fuori dall’ombra è il sequel del reboot del franchise che vede i quattro fratelli mutanti tornare in azione per salvare New York da una nuova minaccia.taratarughe ninja 2

Diretto da Jonathan Liebesman (La furia dei titani), e distribuito da Universal Pictures, il film vede il ritorno – oltre delle tartarughe e del loro maestro Splinter – di April O’Neil, interpretata ancora da Megan Fox, a cui si aggiungono nuovi personaggi: Casey Jones (Stephen Amell), Rocksteady, Bebop e Krang.

La serie a fumetti delle Tartarughe Ninja è stata ideata da Kevin Eastman e Peter Laird con l’intento di unire la fantascienza e la cultura giapponese, facendo particolarmente attenzione a tutto ciò che riguardasse gli antichi guerrieri del Sol Levante. Superando le aspettative degli stessi autori la serie, il cui il primo numero arrivò nel 1984, fu un grande successo di pubblico e in breve tempo arrivarono una serie animata e una trilogia cinematografica di cui il primo capitolo Tartarughe Ninja alla riscossa resta secondo l’opinione generale il miglior film loro ispirato.

In occasione del 30° anniversario la casa di produzione, ovvero la Paramount Pictures, ha deciso di riportare le Tartarughe Ninja sul grande schermo con un reboot che narra le origini dei quattro fratelli e del loro primo scontro con Shradder. A due anni di distanza Leonardo, Donatello Michelangelo e Raffaello sono protagonisti di una nuova lotta per la difesa della loro amata città.

 Sinossi

tartarughe ninja 2 leonardo splinterLeonardo, Donatello Michelangelo e Raffaello continuano a vivere nell’ombra e dopo la sconfitta di Shradder la vita a New York è tornata alla normalità e alla tranquillità. Una pace che però viene interrotta dal ritorno in azione del Clan del Piede il cui scopo è la liberazione del loro capo durante il suo trasferimento.

Nonostante l’intervento delle tartarughe il Clan riuscirà nel suo intento anche grazie all’aiuto dello scienziato Baxter Stockman, il quale – tramite l’uso di un apparecchio per il teletrasporto – riuscirà a far fuggire Shradder. Il criminale si ritroverà però in un’altra dimensione dove incontra l’alieno Krang, un cervello parlante che usa un corpo robotico per muoversi, con il quale stringerà un patto per il dominio della Terra. Tornato in città Shradder somministrerà ai due criminali Rocksteady e Bebop un potente mutageno che li trasformerà in un rinoceronte ed un facocero antropomorfi.

Con l’aiuto di April, Vernon e di Casey Jones, un nuovo alleato con la passione per l’hockey, i quattro ninja entrano in azione per impedire a Krang di assemblare il Technodrome, sua micidiale macchina da guerra, e quindi di dare il via alla conquista della Terra. Inizia così un duro scontro tra le tartarughe e il Clan del Piede. Chi vincerà?

L’importanza di essere sé stessi

Dopo aver narrato le origini delle tartarughe e del primo scontro con il loro nemico naturale, Liebesman porta sullo schermo una nuova avventura che vede la presenza di personaggi cardine nella storia del franchise, ovvero l’alleato Casey Jones ed i villain Rocksteady, Bebop e Krang. Proprio questi quattro nuovi personaggi rappresentano alcuni degli aspetti positivi di Tartarughe Ninja – Fuori dall’ombra. Se di Casey Jones convince il suo ingresso in scena con maschera e mazza da hockey, non convince invece il character in sé che perde quella rudezza tipica del personaggio, aspetto invece ben riscontrabile quando nel 1990 i suoi panni vennero vestiti da Elias Koteas.

Tartarughe Ninja 2 casey jonesConvincono a pieno Rocksteady, Bebop e Krang. I primi due sono esattamente come vengono descritti nel fumetto: due grandissimo cretini. Oltre alla fedele caratterizzazione i due sono anche a livello visivo uguali agli originali, in particolare dopo la loro trasformazione. Anche Krang, nonostante abbia un corpo meccanico più moderno, rispecchia le aspettative (l’unica cosa che non convince è il suo poco minutaggio sullo schermo).

Per quanto riguarda i quattro fratelli protagonisti, sono gioie e dolori. La gioia è che la sceneggiatura riesce a restituire personaggi a tutto tondo, rispecchiando in maniera fedele i loro caratteri. Abbiamo così il leader taciturno (Leonardo), il portento creativo (Donatello), l’avventato (Raffaello) e l’estroverso (Michelangelo). Il problema è che si spinge anche troppo su questi loro aspetti portandoli così ad essere delle caricature.

Se da una parte la storia raccontata in Tartarughe Ninja – Fuori dall’ombra non esalta a causa di una comicità fin troppo spicciola ed infantile – preparatevi a delle belle freddure -, per i cliché presenti e per le scene d’azione fin troppo caotiche, dall’altra però riesce a trattare in maniera convincente i temi portanti, ovvero il lavoro di squadra e il senso di smarrimento. Le quattro tartarughe, oltre a soffrire la loro vita fatta di privazioni, sentono crescere in loro la voglia di potersi integrare con il mondo esterno, pur non avendo un “equilibrio” interno. In più di un’occasione vi saranno contrasti e divisioni interne e i ninja dovranno imparare ad essere una squadra oltre che una famiglia.

In conclusione Tartarughe Ninja – Fuori dall’ombra è un film non eccezionale ma che bene o male riesce nel suo intento, ovvero intrattenere. Senza dubbio piacerà a coloro cui è piaciuto il capitolo precedente.

 SE QUESTO ARTICOLO TI È PIACIUTO, SOSTIENI WILD ITALY CON UNA DONAZIONE!


About

Appassionato di cinema, fotografia, teatro e musica sin da piccolo decide di farne il suo lavoro. Miyazakiano convinto, tanto da incentrare la sua tesi sul suo cinema, e divoratore di anime tanto da volere Eikichi Onizuka come professore al liceo, è uno Jedi come suo padre prima di lui e “nato pronto” e sì, anche un inguaribile nerd (pollice verso per coloro che non colgono le citazioni). Laureato in cinema presso il DAMS di Roma 3 e diplomato in fotografia presso il CST, inizia a collaborare (e tutt'ora collabora) come critico di cinema e fotografo di concerti con varie webzine di cui da subito ha sposato il progetto con entusiasmo. Giornalista pubblicista iscritto all'albo. Sempre in movimento, perennemente in ritardo. CAPOSERVIZIO CINEMA


'Tartarughe Ninja 2, i quattro fratelli escono Fuori dall’ombra' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Shares