Terrore legge elettorale

Nessuno mette in dubbio che l’attuale legge elettorale sia da rivedere. Non per questo la chiamano porcellum. Il suo più grande difetto sta nel non avere le preferenze, ovvero la possibilità di scegliere il proprio candidato, ma di dover sottostare ad una lista bloccata di nominati.

Eppure l’ipotesi di nuova legge in materia elettorale che si sta prefigurando sembra andare in una direzone ancora peggiore. Prima di tutto rimarrebbero le liste bloccate per circa un terzo dei parlamentari (questo sarebbe il modo per salvare i vari D’Alema, Veltroni, Fini, Casini e gli uomini dalle innumerevoli legilsature…e magari anche i condannati in via definitiva, ricordando che nel nostro parlamento ne abbiamo circa 20).

Per il resto la nuova legge prenderebbe gli aspetti negativi delle leggi elettorali di Germania, Spagna e Grecia. Sparirebbero innanzitutto le coalizioni, secondo il modello tedesco. Tutti contro tutti e poi si fanno le alleanze. Ovviamente è facilmente intuibile che effetto avrebbe sulla governabilità del nostro paese che non si è retto sulle coalizioni quando avevano un programma comune. Figuriamoci in una situazione di totale non accordo preesistente al voto cosa potrebbe accadere.

Dopodiché si restringerebbero le circoscrizioni elettorali a modo di “provincia”, come avviene in Spagna, così da rafforzare e gonfiare i risultati dei principali partiti (Pd e PdL). E poi il premio elettorale alla greca al primo partito: un 15% di seggi in più a chi arriva primo alle elezioni. Questo forse sarebbe l’effetto più disastroso che potrebbe portarci addirittura a riproporci una “coalizione” simile a quella che sostiene il governo Monti.

Cosa succederebbe in pratica? Il Partito Democratico, attualmente primo con il 25%, arriverebbe al 40% dei seggi e dovrebbe obbligatoriamente unirsi con altre forze per governare. Logicamente dovrebbe guardare a SEL e all’IdV, ma data l’attuale distanza con il partito di Di Pietro, si dovrà guardare, dato che SEL ha solo il 6%, all’UDC. Un bel pastrocchio insomma. Vendola e Casini alleati insieme. Oppure probabilmente si guarderà direttamente alla grossa coalizione Pd-UdC-PdL presi dall’emergenza storica del paese.

Tagliando così la testa al toro. Anzi, al porcellum.

 FRANCESCO ANGELI

Segui Wilditaly.net anche su:


About

Originario di Campobasso, vive attualmente a Roma. Politologo, specializzato in Unione Europea, è cronista di Wild Italy sin dalla sua fondazione e da ottobre 2014 passa alla sezione blogger. Presidente Arcigay Roma. BLOGGER DI WILD ITALY


'Terrore legge elettorale' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Shares