Transfobia ad Aprilia nel mozzarellificio Cuomo. Partita la campagna #BoicottaCuomo

Offese come “carne di porco, ti faremo impazzire”, “ma le lesbiche cosa usano per fare sesso”, “sei lesbica e mezzo frocio”, “se mi denunci vengo sotto casa e ti spezzo le gambe”, ma anche aggressioni e molestie sessuali. E’ questa la vergognosa storia che sarebbe accaduta all’interno del mozzarellificio Cuomo ad Aprilia, in provincia di Latina.

La denuncia arriva da un dipendente transessuale, nato donna ma oggi uomo, che avrebbe subito violenze di ogni genere. Simone, il cui cognome non è stato reso noto, afferma di essere stato percosso a furia di schiaffi e calci, includendo palpeggiamenti a sfondo sessuale. Ciò lo avrebbe portato anche ad un tentativo di suicidio all’interno della mensa aziendale.

Un grave episodio di transfobia che toccherebbe direttamente così Anna Cuomo e la relativa ditta Industrie Latticini Cuomo. Dichiara a tal proposito Fabrizio Marrazzo, portavoce del Gay Center, associazione che sta seguendo il caso insieme all’avvocato Daniele Stoppello,: «E´ una storia incredibile di violenza e discriminazione», aggiungendo che «la storia di Simone merita di essere conosciuta perché ci troviamo di fronte a fatti che chiedono giustizia. Qui non c´è solo una vicenda di discriminazione ma siamo di fronte a fatti violenti e aggressioni fisiche e psicologiche».

Ma che cosa è la transfobia? La transfobia, come l’omofobia, fa parte di quei sentimenti d’odio verso le persone, in questo caso, transessuali o transgender. Ciò dunque coinvolge chiunque abbia intrapreso un percorso di cambiamento di sesso, ne senta l’esigenza o l’abbia portato a termine. E’ uno dei più forti motivi d’odio e di discriminazione che vede le persone trans ad avere uno dei più alti tassi di suicidio nell’ambito delle discriminazioni. Una discriminazione che inizia dal “semplice” uso del maschile o del femminile non adeguato all’identità di genere in cui ci si riconosce, fino ad arrivare ai problemi sul posto di lavoro, in famiglia e all’accettazione in ogni angolo della società.

Transfobia che dunque sembra investire in pieno il mozzarellificio Cuomo. Per questo è partita anche la campagna #BoicottaCuomo per boicottare i prodotti della ditta. Boicottaggio che sarà un segnale non solo da parte di tutte le persone trans, lesbiche e gay, ma di una società che vuole dire no alla discriminazione.


About

Originario di Campobasso, vive attualmente a Roma. Politologo, specializzato in Unione Europea, è cronista di Wild Italy sin dalla sua fondazione e da ottobre 2014 passa alla sezione blogger. Presidente Arcigay Roma. BLOGGER DI WILD ITALY


'Transfobia ad Aprilia nel mozzarellificio Cuomo. Partita la campagna #BoicottaCuomo' have 1 comment

  1. 16 Febbraio 2015 @ 7:33 pm WALTER

    Qual è la posizione dell’azienda riguardo ai fatti affermati nell’articolo ?


Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Shares