U2

Gli U2 e il loro ritorno sulle scene: arriva “Songs of Experience”

Nei prossimi mesi (ancora non si sa di preciso la data) gli U2 torneranno con un nuovo lavoro in studio e, per presentarlo, all’inizio del prossimo anno, partirà anche un tour mondiale: dopo “Songs of Innocence” del 2014, il nuovo album si chiamerà “Songs of Experience”.

Fonte: u2station.com

Fonte: u2station.com

Quest’anno ricorrono i quarant’anni da quando i quattro ex ragazzi di Dublino si incontrarono e decisero di formare un gruppo. Oggi, a distanza di tanti anni, la band è ancora composta dagli stessi elementi: Bono (Paul David Hewson), The Edge (David Howell Evans), Adam Clayton e Larry Mullen Jr.

Per chi non li conoscesse (sinceramente non credo sia possibile) ma per dovere di informazione, occorre dare qualche numero che li riguarda: prima di questa nuova uscita hanno pubblicato 13 album, venduto oltre 170 milioni di dischi, praticamente sold out per tutti i loro concerti live, guadagni astronomici a livello mondiale, secondi soltanto ai Rolling Stones.

Ovviamente negli anni, il loro show dal vivo è diventato un vero e proprio spettacolo, anche se per me è molto difficile dimenticare il loro concerto di Modena nel maggio 1987 per il Joshua Tree Tour: le note iniziali di “Where The Streets Have No Name”, precedute dal “buonasera” di Bono con la chitarra di The Edge mi tornano in mente ogni volta che ascolto nuovamente quel brano, così come le cover di brani dei Doors, dei Beatles e dei Rolling Stones aggiunte ai loro pezzi.

Mi ricordo che, nonostante fosse uscito solo da qualche mese “Joshua Tree”, la maggior parte del pubblico conosceva già a memoria i testi dei brani di quel lavoro e, insieme agli altri loro brani storici, li cantava a squarciagola. I Still Haven’t Found What I Looking For, The Unforgettable Fire, A Sort of Homecoming, Sunday Bloody Sunday, Pride e nel finale la mitica With or Without You, sono solo alcuni pezzi dello splendido concerto di Modena.

Una performance con pochi effetti speciali come negli ultimi anni, ma con tanta carica e tanta musica; a chi interessa, su You Tube c’è la registrazione audio del concerto con una qualità acustica notevole all’indirizzo 

Sia a livello di gruppo che singolarmente, gli U2 sono sempre stati vicini al sociale, prima con uno sguardo critico alla nota situazione nella loro terra di origine, e successivamente partecipando al progetto Live Aid, a Sun City per l’apartheid in Sudafrica, al Conspirancy of Hope Tour per Amnesty International, al Tibetan Freedom per sostenere l’indipendenza del Tibet dalla Cina, e soprattutto a Jubilee 2000, movimento internazionale nato per azzerare i debiti dei paesi del Terzo Mondo.

Fonte: youbarcelona.com

Fonte: youbarcelona.com

Anche a livello cinematografico gli U2 sono stati molto attivi negli anni, a cominciare da “Rattle and Hum”, film in bianco e nero tratto dalla tournee negli States dello “Joshua Tree Tour”, alla partecipazione con un brano nella colonna sonora di “Fino alla fine del mondo” di Wim Wenders e poi alla realizzazione, sempre con Wenders, della colonna sonora di “The Million Dollar Hotel”, con il soggetto del film stesso scritto da Bono.

Per non parlare dei premi ricevuti negli anni, dischi di platino e Grammy a iosa, i contatti ad altissimo livello per il sociale che soprattutto Bono ha avuto, tra i quali ricordo Papa Giovanni Paolo II, i Presidenti degli Stati Uniti George Bush e Barack Obama,  il Presidente del Fondo Monetario Internazionale Kohler e il Presidente brasiliano Lula, solo per citarne alcuni.

L’ultimo album del 2014, “Songs of Innocence”, per volontà del gruppo ed in accordo con Apple, è stato presentato insieme all’IPhone 6 e reso disponibile su iTunes gratuitamente per oltre un mese, con record di ascolti e di acquisti sul web.

Certo anche loro, negli ultimi anni, hanno perso un po’ la freschezza degli album degli anni ottanta e novanta, ma restano indubbiamente una pietra angolare per il rock mondiale. Rimaniamo in attesa di ascoltare il loro nuovo lavoro e, soprattutto, di vederli di nuovo all’opera dal vivo.


About

Appassionato di cinematografia e di musica sin dagli anni ’70, vive e lavora a Roma. Ha avuto esperienze radiofoniche negli anni ’80 e alimenta continuamente le sue passioni. Nell’ambito musicale, una particolare predilezione per il Jazz ed il Rock-Progressive. BLOGGER DI WILD ITALY


'Gli U2 e il loro ritorno sulle scene: arriva “Songs of Experience”' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Shares