Ultimi (stra)fatti Milanesi

Si fronteggiano nella notte, in centro a Milano, due opposti gruppi etnici, egiziani contro sudamericani e scoppia una rivolta sociale per le strade del centro della capitale dell’aperitivo lungo con morto annesso (ma tanto è straniero!!).

Pronti, appena gli animi si placano, i commenti politici sull’accaduto.

A parte l’assurdo parallelo tra questa storia e i fatti di Rosarno, dove c’è stata una rivolta di extracomunitari esasperati, contro la “civilissima” popolazione locale divenuta improvvisamente insofferente allo straniero (..non sopportano il negro che piscia sul muretto del paese ma benedicono in silenzio il mafioso che gli chiede il pizzo) e che in quel caso, si è conclusa con l’esodo degli stranieri verso terre più accoglienti; immaginate una rivolta di stranieri contro gli attuali cittadini milanesi, dopo pochi minuti verrebbe issata in Comune la bandiera della nuova Repubblica, sarebbe nominato sindaco Mohammed e con i vessilli verdi, sai quanta carta igienica…..

Spuntano, non appena si parla di stranieri, i vari Salvini, Borghezio e Calderoli col megafono, pronti a indagini casa per casa, schioppettate al minimo movimento, e tiro al bersaglio contro il negraccio o il cinese; ma si dimenticano, (i milanesi lobotomizzati per primi) che si sta parlando della realtà nella roccaforte per antonomasia della Lega, che governa, insieme al partito dei petrolieri, praticamente da quando è nato il movimento d’oltre Po.

E allora la colpa di questo degrado dello stato delle cose, di chi sarà? Dell’opposizione che non conta una mazza? Dei giudici? Di Di Pietro? Dell’ Europa?

O è colpa degli stessi Salvini, Borghezio, Calderoli e company che governano a forza di slogan e pubblicità, senza neanche una iniziativa costruttiva e concreta?

Dove sono i nuovi crociati, quelle ronde che avrebbero dovuto garantire la sicurezza dei cittadini, in sostituzione delle forze dell’ordine ridotte con le pezze al culo?

Non sarà che non è possibile un controllo effettivo del territorio perché, questo Governo, tra le altre nefande cose, ha tagliato indiscriminatamente il budget delle forze dell’ordine, mascherandolo con iniziative ridicole e di facciata? I controlli casa per casa, li fa l’Eurofannullone Salvini con i suoi amici e li paga col suo spropositato stipendio?

Non è stato per caso introdotto il reato di clandestinità, tanto caro a Maroni, che rende delinquenti delle persone sol perché nate in altre parti del mondo, ma in concreto non risolve nulla visto che, in realtà, mancano anche i più elementari controlli?

E non sarà che, gli stranieri senza nessuna possibilità di regolarizzazione e di una reale integrazione, si rendono sempre più conto che sono liberi di fare ciò che vogliono perché per le strade non c è nessuno che vigila?

Come mai tutte queste norme “propagandistiche” non hanno prodotto alcun effetto benefico se non generare un gran numero di voti al partito della Famiglia Bossi?

Il titolo dell’articolo non si riferisce alla classe politica che governa la capitale del Nord, ma agli addormentati abitanti della Milano da bere, che evidentemente a furia di aperitivi, hanno finito per bersi pure il cervello…

VINCENZO PACILE’



'Ultimi (stra)fatti Milanesi' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Shares