Una nuova sfida per Wilditaly: diventare un giornale online

5anni. Tanto è passato da quando abbiamo aperto i battenti, da quando Wilditaly ha cominciato le sue pubblicazioni. Sono stati i 5 anni più belli che potessi passare. Sarà anche banale ma ciò che ho imparato e le persone che ho conosciuto grazie a questo blog sono parte di un patrimonio enorme, sono le basi di un’esperienza che irrimediabilmente ti porta a vedere il mondo che ti circonda con occhi diversi, che sono quelli con cui lo devi raccontare.

35891_404064647073_103388332073_4159381_4876250_n (1)È con questo spirito e con una voglia di fare quasi maggiore di quando ho cominciato a scrivere e a sognare di fare il giornalista che vi presento oggi un passo in avanti che ho deciso di far compiere a questo blog: diventare un giornale online a tutti gli effetti

Dopo il primo momento di stupore, tento di raccontarvi come sono arrivato a questa decisione.

Il panorama editoriale odierno, non è un mistero, soffre una grave perdita di lettori.

Questo allontanamento, secondo il mio modesto parere, è anche dovuto al fatto che gran parte dei giornali si rivolgono sempre di più ad un pubblico di “addetti ai lavori”, di persone medio informate che conoscono il significato di termini come “spread”, “Vaticanleaks” o “pareggio di bilancio”

Quindi, da una parte la mancanza di un linguaggio semplice, comprensibile a tutti, dall’altra il fatto che – ed è abbastanza scontato – i principali media, televisivi o cartacei, sono viziati da interessi di tipo economico e politico che condizionano il tipo di informazione che viene presentata al pubblico. Naturalmente non è un discorso generalizzato ma il trend purtroppo è quello ribadito ogni anno da Freedom House, che continua a classificare il nostro paese come “partly free” (parzialmente libero) per quanto riguarda il settore della stampa, dell’informazione.

I quotidiani online non differiscono molto da questi modelli e presentano in molti casi le stesse pecche dei media cosiddetti “tradizionali”. 

Come ci inseriamo quindi in questo panorama desolante? Con l’idea un po’ pazza – e citata spesso a sproposito quando si lancia una nuova iniziativa editoriale – di fare un giornale d’approfondimento che non si limiti a raccontare una notizia ma la approfondisca per fornire al lettore un quadro che sia il più accurato possibile. Vorremmo evitare quindi di confezionare un giornale che rincorra minuto per minuto la dichiarazione del politico di turno, tentando di salire uno step in più oltre il semplice lancio d’agenzia.

LA NOSTRA STELLA POLARE. Piuttosto che elencare inflazionate dichiarazioni di intenti, preferiamo tenere presente come nostra stella polare la Carta dei doveri del giornalista che, tra i suoi princìpi fondamentali, stabilisce qualcosa che dovrebbe essere  nel DNA di chiunque voglia fare informazione seriamente ma che in molti spesso dimenticano:

Il giornalista deve rispettare, coltivare e difendere il diritto all’informazione di tutti i cittadini; per questo ricerca e diffonde ogni notizia o informazione che ritenga di pubblico interesse, nel rispetto della verità e con la maggiore accuratezza possibile.

Il giornalista ricerca e diffonde le notizie di pubblico interesse nonostante gli ostacoli che possono essere frapposti al suo lavoro e compie ogni sforzo per garantire al cittadino la conoscenza ed il controllo degli atti pubblici.

La responsabilità del giornalista verso i cittadini prevale sempre nei confronti di qualsiasi altra. Il giornalista non può mai subordinarla ad interessi di altri e particolarmente a quelli Giornalidell’editore, del governo o di altri organismi dello Stato.

Il giornalista non deve omettere fatti o dettagli essenziali alla completa ricostruzione dell’avvenimento.

Il giornale che faremo si rifarà interamente a questo modello di giornalismo, a questo modo di raccontare i tempi che stiamo vivendo.

L’idea è quella, come scrisse Montanelli, di fare “opposizione, sia alla maggioranza, sia all’opposizione”.

IL MODELLO ECONOMICO. Il modello economico che abbiamo scelto per il lancio di Wilditaly nel panorama dei quotidiani online non prevederà grossi investitori che, in seguito, potrebbero fungere da cappio, da mordacchia per la nostra attività editoriale. Anche in questo vogliamo andare contro corrente.

Chi vorrà che questo giornale veda la luce potrà decidere di sostenerci – in questa fase di lancio – con un contributo economico, diventando così una sorta di “piccolo editore” di questa nuova avventura editoriale: se è vero che l’unico padrone di un giornale è il lettore, quale modo migliore per tenere fede a questo intento? Nei prossimi giorni vi forniremo tutti i dettagli della nostra campagna di raccolta fondi.

In contemporanea puntiamo, ovviamente, ad una raccolta pubblicitaria capillare che ci permetta di oliare al meglio l’ingranaggio di questa “macchina” anche a lungo termine. Le idee in seguito si svilupperanno nell’ottica di abbonamenti, promozioni, e-book scritti da noi e molto altro.

LA REDAZIONE. La redazione sarà composta da pochi e validi elementi che lavoreranno in un giornale che rinnoveremo fortemente dal punto di vista grafico:

Matteo Marini  Avrò l’onere e l’onore di essere il DIRETTORE:

Diplomato al Liceo Scientifico Statale “Ettore Majorana” (maturità linguistica) di Roma, frequenta la facoltà di Scienze della Comunicazione presso l’Università Roma Tre e dirige Wilditaly sin dalla sua fondazione (giugno 2009) essendo una “creatura” di sua ideazione.

Nel 2011 ha vinto il Primo Premio Nazionale Emanuela Loi (agente della scorta di Paolo Borsellino, morta in Via d’Amelio) come “giovane non omologato al pensiero unico”.

Ha collaborato come redattore e video reporter per varie testate a carattere nazionale e locale. Tra quelle più importanti, Il Fatto Quotidiano e La Notizia Giornale.

Attualmente collabora con Romapost.it, Lettera43.it, Sceglilfilm.it e Fanpage.it. Da ottobre 2012 cura un blog su L’Huffington Post Italia.

Dal 27 maggio 2014 è iscritto all’albo dei giornalisti pubblicisti del Lazio.

Simone Piloni sarà il nostro VICEDIRETTORE: 

Studia Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Roma Tre e ha scritto, fin dall’età di 17 anni, in vari giornali locali. Da qualche anno è rimasto folgorato dall’ambiente radiofonico e non se ne è più andato. Conduce ogni settimana un programma di attualità ed interviste su RadioLiberaTutti.it .

Alessandro Bampa sarà il responsabile della sezione POLITICA INTERNA:

images

Nato nel 1987 a Vicenza (dove si diploma in lingue al liceo Fogazzaro), consegue a Padova sia la laurea triennale in Lettere moderne sia quella magistrale in Filologia medievale, ottenendo in entrambi i casi la lode. Attualmente è dottorando di ricerca nel medesimo Ateneo. Per le ricerche legate alla sua tesi di dottorato, ha studiato per otto mesi in Francia, a Poitiers. Creatore nel 2009 del blog bile.ilcannocchiale.it (sospeso nel 2011 per la collaborazione con Wilditaly e citato da I nuovi mostri di Oliviero Beha nell’elenco dedicato alle “associazioni che a vario titolo rientrino nell’accezione “culturale” di chi promuove riflessioni sullo stato del Paese”), dal medesimo anno e fino a gennaio 2011 ha collaborato con la rivista online Conaltrimezzi.com dirigendo le sezioni dedicate all’attualità e al mondo universitario.

Monica Zambon sarà la responsabile di CRONACA:

Laureata nel 2014 in Letteratura e Filologia Italiana a Ca’ Foscari, lavora come giornalista e cameraman in una televisione del trevigiano. Anima curiosa e indagatrice, ha da poco scoperto la magia del radioteatro, argomento della sua tesi di laurea. Ha collaborato con la rivista letteraria deSidera e al video-documentario Italia Delle Storie.

Barbara Alvino è secondo noi la scelta azzeccata per la sezione ESTERI-MEDIO ORIENTE (tema di scottante attualità): 

Laureata in linguistica e dialettologia araba all’Università L’Orientale di Napoli, ha studiato presso la facoltà di Lettere di Damasco (Siria).

Esperta di social media e appassionata di Medio Oriente, ha collaborato con diverse riviste online.

Attualmente lavora in ambito Comunicazione e Marketing per una società di Asset Management londinese.

Roberto Bramato curerà la rubrica di ECONOMIA: 

Originario del Salento, si trasferisce a Siena dove consegue la laurea a pieni voti in Economia delle Istituzioni e dei Mercati Finanziari nel 2006, con una tesi in Tecnica di Borsa, riguardante l’utilizzo di reti neurali artificiali all’interno di un trading system.

Nel 2006 consegue, a pieni voti, un Master presso la facoltà di Economia dell’Università di Roma Tor Vergata e nel 2011 un corso di alta formazione universitaria presso la facoltà di Economia della LIUC di Castellanza (Varese), entrambi ad indirizzo finanziario.

Nel 2007 entra a far parte di un team di professionisti che avvia un nuovo intermediario finanziario, Milliora Finanzia Spa, attivo nel comparto del credito artigiano ed alla microimpresa. Attualmente all’interno dello stesso riveste il ruolo di Responsabile del Servizio Crediti di Factoring.

Appassionato di tematiche legate alla regolamentazione ed organizzazione degli intermediari finanziari ‘parabancari’, intraprende dal 2011 alcune occasionali collaborazioni in qualità di contributor con siti specializzati e riviste  on line quali Compliancenet.it, DirittoBancario.it, AnalisiBanka.it, Simplibiz.net, oltre che con altri intermediari finanziari minori.

Appassionato di auto, officine, restauri, inizia a collaborare con Wilditaly, alla sezione Motori, nell’ottobre 2013.

Miriam Spizzichino sarà la voce della sezione CULTURA: 

Studia Scienze della comunicazione presso l’Università di Roma Tre. Nota blogger esperta di moda, gestisce da tempo due blog personali, Pensieri Senza Confini e Rebel Fashion Blog. Scrive su diversi giornali, quali Shalom, Lusso Style e Fanpage. Nel dicembre 2013 è uscito il suo primo libro: Le malattie del nostro mondo.

Altra penna nell’ambito CULTURA sarà quella di Martina Monti:

Studentessa di Lettere a Roma Tre, dall’età di 9 anni ha la passione per la poesia e la scrittura. Amante della letteratura è stata Beta Reader e recensitrice presso diversi siti. Gestisce un suo blog, irrimediabilmentenostalgico.tumblr.com, ed è fondatrice di un club di scrittura creativa, “Ladri di Limoni”. Appassionata di disegno e illustrazioni ha conseguito con successo un diploma presso la Scuola Internazionale di Comics.

Daremo spazio anche allo SPORT , affidato alle sapienti mani di Alessandro Fulgenzi:

Studente di Scienze della Comunicazione presso l’Università di Roma Tre, è cronista di Sportcafe24, testata giornalistica online sul mondo dello sport.

Non poteva mancare la sezione VIDEO:

Diana Romersi sarà la responsabile del nostro canale Youtube e del lavoro dei VIDEO REPORTER/VIDEO BLOGGER:

Laureanda in Lettere presso l’Università degli studi di Roma Tre, videoreporter e redattrice dell’agenzia giornalistica Meridiana Notizie.

È redattrice di Roma che verrà .

I BLOGGER. Un giornale che si rispetti non può non avere una propria squadra di blogger.

photoVolendo puntare al meglio in ogni argomento (ambiente, cronaca giudiziaria, etc.) , abbiamo “arruolato”:

Gianfranco Annino (nella foto a sinistra),  avvocato, classe 1970, si occupa di affari penali, diritto societario, relazioni internazionali, contrattualistica e investimenti, outsider. 

Andrea Strallo, nato a Roma nel 1974, cresce nei pressi di Ostia. Laureato con lode in lingua e letteratura spagnola presso l’Università degli Studi di Roma Tre con una tesi sperimentale sui racconti brevi di José Jiménez Lozano (Premio Nacional de las Letras Españolas 1992 e Premio Cervantes 2002). Scartata l’ipotesi del dottorato di ricerca, decide di tentare la via della traduzione letteraria, seguendo due corsi. Traduce diversi articoli giornalistici e libri per siti e case editrici quali: Nuovo Mondi Media, Datanews, Raffaelli Editore, Edizioni Socrates e OCD.

Nel 2005 fa la sua prima supplenza in un liceo linguistico della Capitale. Materia insegnata: lingua e letteratura spagnola. È un anno intenso in cui contemporaneamente traduce, segue uno dei due corsi di traduzione e porta la sua quinta agli esami di maturità. A fine anno, su consiglio dei suoi colleghi, decide di fare sul serio con l’insegnamento e comincia a girare molti licei e qualche scuola media della Capitale. Nel 2011 viene bandito il TFA (Tirocinio Formativo Attivo), l’unica possibilità di ottenere l’abilitazione all’insegnamento. Superati con ottimi punteggi la prova nazionale, la prova scritta e quella orale, inizia la gran maratona. Come la biglia impazzita di un flipper, solca le strade di Roma facendo la spola fra due licei, le lezioni all’Università e il tirocinio in classe. A fine anno si porta a casa un meritatissimo e sudatissimo 99/100. Attualmente si accinge ad iniziare il suo decimo anno come professore.

Francesca Marasinilaureata con lode in Scienze Biologiche nel 1975 presso La Sapienza di Roma, ha insegnato per oltre un trentennio in scuole superiori di Roma e Provincia. Ha promosso la diffusione della cultura scientifica presso i giovani partecipando attivamente alle attività del Musis, Museo multipolare della scienza e dell’informazione scientifica, facendosi inoltre promotrice presso il liceo scientifico Ettore Majorana di Roma del progetto “tra Atena e Gaia”. Si è occupata di Bioetica partecipando a tutte le Conferenze Nazionali di Bioetica per la scuola promosse dal CNB e dall’Istituto Italiano di Bioetica  a partire dalla loro istituzione nel 2000. Ha pubblicato nel 2014 per la Zanichelli il testo “le competenze di laboratorio”. Attualmente in pensione, collabora con l’associazione ONLUS Realoader (REverse LOgistics and Development of Environment Research), che ha tra i suoi obiettivi la diffusione e otello-lupacchini-magistrato-scrittorelo scambio delle conoscenze in materia ambientale, la divulgazione delle «best practice» in uso in Europa e nel mondo, lo sviluppo di una maggiore sensibilità nell’ambiente imprenditoriale, economico ed istituzionale e, in ultima istanza, la formazione di una cultura del recupero nel rispetto dell’ambiente.

Otello Lupacchini, Sostituto Procuratore Generale presso la Corte d’Appello di Roma dal luglio del 2008, nella sua carriera professionale ha avuto modo di trattare, tra gli altri, diversi processi penali molto conosciuti dall’opinione pubblica: l’omicidio del sostituto procuratore romano dott. Mario Amato; la strage alla Stazione ferroviaria di Bologna del 2 agosto 1980; il cosiddetto Golpe Borghese; la strage di via Fani e l’omicidio di Aldo Moro (processo Moro-ter); l’omicidio del professor Massimo D’Antona e l’omicidio di Roberto Calvi. È stato anche il giudice istruttore che firmò l’ordinanza di arresto della Banda della Magliana.

Amedeo Gargiulo, nato a Roma nel 1955, laureato in ingegneria, dal 1999 èDirigente Generale del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Recentemente ha ricoperto la carica di Presidente al Consiglio superiore dei lavori pubblici. In precedenza è stato Direttore Generale, Capo Dipartimento e Commissario straordinario per la Presidenza del Consiglio. È docente di master presso l’Università di Roma La Sapienza. Da aprile 2014 èPresidente dell’Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie.

Giuseppe Teodoro, siciliano di origine, romano di adozione, laureato in Giurisprudenza – Mediatore professionista, lavora al Ministero della Giustizia come Assistente Giudiziario. Esperto in tutela ambientale, con particolare riferimento al settore dell’inquinamento elettromagnetico. Eletto consigliere municipale a Roma dal 1997 al 2008. Relatore nel 2007 presso la Terza Università di Roma e nel 2010 alla “Sapienza” in un Master in Diritto dell’Ambiente sul tema dell’Elettrosmog. Nominato nel 2008 componente della Commissione Tecnica per la revisione del Regolamento degli impianti di telefonia mobile al Comune di Viterbo. Co-fondatore della Rete Nazionale Elettrosmog-Free ed attualmente Coordinatore dei Comitati romani contro l’Elettrosmog. Consulente per le amministrazioni comunali nelle politiche di gestione territoriale delle infrastrutture di comunicazione elettronica.10808084_10152861256787328_304508387_n

Francesco Angeli (nella foto, a destra), nato a Campobasso nel 1988, dopo aver conseguito la maturità scientifica, si trasferisce a Roma per gli studi universitari. Nel 2010 si laurea in Scienze Politiche presso l’Ateneo di Roma 3 e nel 2013 prende la Laurea Magistrale in Politiche ed istituzioni dell’UE. Cronista di Wilditaly sin dalla sua fondazione, da ottobre 2014 passa alla sezione blogger. E’ consigliere e componente del direttivo de l’Arcigay di Roma.

Lorenzo Parlati, nato a Roma nel 1971, studia Scienze Naturali, e dopo diverse attività nell’associazionismo cattolico, dal 1989 inizia la collaborazione con Legambiente Lazio, della quale diviene presto responsabile del Settore Scuola e Formazione e poi Presidente Regionale fino al giugno 2014. Nell’attività ha ideato e realizzato diverse campagne di sensibilizzazione sull’inquinamento atmosferico, i rifiuti, le aree protette, coordinando iniziative e manifestazioni annuali a carattere regionale e curando molti dei principali dossier dell’associazione. Ha tenuto docenze nell’ambito di diversi corsi di formazione e aggiornamento e predisposto materiali informativi e didattici. Dal 2010 è titolare dell’Azienda Agricola “I Colli” a Poggio San Lorenzo (Ri) nell’alta Sabina, che produce olio extra vergine di oliva.

Andrea Schiavone, 51 anni, Ingegnere, dal 1976 nel X Municipio (ex-XIII) di Roma. Da 10 anni opero con le associazioni LabUr e Severiana come presidente, e il Comitato Civico 2013 (coordinatore). Esperto in archeologia, urbanistica e in diritto amministrativo (rapporti tra pubblica amministrazione e cittadini), considero un dovere essere affianco della gente perché competenza, impegno ed onestà sono valori e non parole usate per imbrogliare. Mai avuto tessere di partito. E’ ora che tutti possano esprimere scelte libere che sappiano di futuro.

Davide Di Monaco, avvocato, traduttore e studioso di web marketing. Parla fluentemente inglese e tedesco. È co-fondatore di un’agenzia di traduzioni, chiamata MultiLex. Ama gli animali, non sempre ricambiato.

Che ne dite, vi va di affrontare quest’avventura insieme a noi?


About

Giornalista pubblicista, fondatore e direttore di Wild Italy. Ha collaborato con varie testate nazionali e locali, tra cui Il Fatto Quotidiano e La Notizia Giornale, ed è blogger per l’Huffington Post Italia. Nel 2011 ha vinto il Primo Premio Nazionale Emanuela Loi (agente della scorta di Paolo Borsellino, morta in Via d’Amelio) come “giovane non omologato al pensiero unico”. Studioso di Comunicazione Politica, ha lavorato in campagne elettorali, sia in veste di candidato che di consulente e dirige, da fine 2016, Res Politics - Agenzia di comunicazione politica integrata . DIRETTORE DI WILD ITALY.


'Una nuova sfida per Wilditaly: diventare un giornale online' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Shares