Vado via / Resto perché…

Vado via perché il tempo è poco

Resto perché non ho tempo da perdere.

Vado via perché ormai è meglio fare i catastrofisti con dei cartelli appesi al collo, urlando che la fine del mondo è alle porte.

Resto perché posso sempre gridare il mio disagio con un cartello appeso al collo.

Vado via perché credo che siano più autorevoli le organizzazioni criminali e le lobbies, rispetto al nostro parlamento.

Restoper non darla vinta alla Mafia… Nonostante il Parlamento.

Matteo e Francesco

Vado viaperché non voglio più sentire, dopo vent’anni di berlusconismo, ancora quell’odore di cetriolo.

Resto perché non voglio altri decenni di governi corrotti e democristiani.

Vado via perché ormai non so più, come cantava Gaber, “cos’è la destra e che cos’è la sinistra”.

Resto perché posso condividere le mie idee con un paese di giovani che, essendo costretti al precariato, sono abituati a lottare ogni giorno per esse.

Vado via  perché Bruno Vespa…Bruno vespa, semplicemente.

Resto  perché Aldo Moro, Peppino Impastato, Giovanni Falcone, Paolo Borsellino, eccetera eccetera eccetera!

Vado via perché ormai, la scritta “la legge è uguale per tutti”, che campeggia in ogni tribunale, sembra solo una presa in giro.

Resto perché la gente del mio paese sa perfettamente da chi è governata, sono loro che si credono furbi.

Vado via perché i lavoratori, per farsi ascoltare, devono salire sulle torri.

Resto per salire su una torre.

Vado via perché qui i giovani come me non hanno futuro

Resto perché voglio sudarmi il mio futuro. Nonostante il Parlamento.

Vado via perché “io non mi sento italiano, ma per fortuna o purtroppo lo sono”.

Resto perché “o si fa l’Italia o si muore!”

POTETE CONTINUARE L’ELENCO NEI COMMENTI. NOI PROVVEDEREMO POI A CREARE UN UNICO POST CHE LI RACCOLGA TUTTI!

La domanda è semplice. Voi ve ne andreste? Restereste qui? E per quale motivo?

 

MATTEO MARINI  e  FRANCESCO MIRABELLI

Segui Wilditaly.net anche su:

Facebook

Twitter

Youtube

Google+

Friendfeed


About

Giornalista pubblicista, fondatore e direttore di Wild Italy. Ha collaborato con varie testate nazionali e locali, tra cui Il Fatto Quotidiano e La Notizia Giornale, ed è blogger per l’Huffington Post Italia. Nel 2011 ha vinto il Primo Premio Nazionale Emanuela Loi (agente della scorta di Paolo Borsellino, morta in Via d’Amelio) come “giovane non omologato al pensiero unico”. Studioso di Comunicazione Politica, ha lavorato in campagne elettorali, sia in veste di candidato che di consulente e dirige, da fine 2016, Res Politics - Agenzia di comunicazione politica integrata . DIRETTORE DI WILD ITALY.


'Vado via / Resto perché…' have 3 comments

  1. 30 aprile 2012 @ 12:15 pm Fabio

    resto: perché per i “non_più_giovani” come me non c’è più modo di andar via…

  2. 30 aprile 2012 @ 1:16 pm Giamporsi

    RESTO: perchè, vaffanculo, l’Italia é il paese più bello del mondo!

  3. 30 novembre 2012 @ 6:47 pm Luca

    Resto: perchè credo che che nonostante sia una presa in giro, la mia parola sarà sempre potente e se io voglio cambiare cambia tutto.


Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Shares