Roberta di Mario

Valzer in A Minor, l’intervista alla pianista e compositrice Roberta Di Mario

Valzer in A Minor è il nuovo brano della pianista e compositrice Roberta Di Mario che sceglie Wild Italy per raccontare il suo lavoro

roberta di mario

Fonte: Adnkronos

Roberta Di Mario, pianista e compositrice, presenta Valzer in A Minor. Il brano è stato scelto per la pubblicità della Tiscali e anticipa l’uscita del nuovo disco di Roberta di Mario, dal titolo Disarm.

Disarm sarà un concept album che racconta il tema del dis-armarsi, in ogni senso e direzione, e uscirà prossimamente per  Warner Music Italy.

La regia del video di Valzer in A Minor è di Howard Greenhalgh, che ha già lavorato con artisti del calibro dei Muse, George Michael e Pet Shop Boys.

Abbiamo raggiunto Roberta Di Mario per parlare di Valzer in A Minor e del suo prossimo disco Disarm:

Parliamo di Valzer in A Minor, scelto per la pubblicità della Tiscali. Come descriveresti questo brano?

Un brano potente, che disturba e consola, come le onde del mare. Nella tonalità intima e coinvolgente del la minore.  Ogni brano nasce da una certa ispirazione, da una certa sensazione.  Il valzer è nato per raccontare del mare, del tema dell’immigrazione sdrammatizzato dall’apparente leggerezza del valzer, la danza popolare per eccellenza.

roberta di mario

Fonte: Il Popolano

Il videoclip di Valzer in A Minor utilizza il bianco e nero e molte immagini del passato. Perché questa scelta? Pensi riesca a trasmettere in maniera efficace il senso del brano?

Amo molto il bianco e nero, lo trovo più suggestivo, più coinvolgente.  Senz’altro il significato trapela di più, in maniera più potente.

In un periodo di pubblicità con jingle “fastidiosi” tu ha scelto Valzer in A Minor. Come valuti questa scelta? Pensi possa essere un riscatto per i compositori?

La scelta è stata di Tiscali che ha trovato nel mio mondo e nel mondo del valzer la giusta sonorità.  Più che riscatto dei compositori, si può pensare ad un riscatto delle compositrici donne, sempre in minoranza. Questa bella operazione è un augurio anche per loro e per la parità di valore. 

Valzer in A Minor va ad anticipare l’uscita di Disarm, il tuo prossimo disco. Puoi darci qualche anticipazione?

Non posso ancora svelare tanto, solo che sarà un concept album che racconta del Disarmo e dell’abbandono emotivo. Uscirà a brevissimo.

Fonte: allinfo.it

Parliamo del pianoforte nella musica contemporanea. Nell’attuale panorama musicale come “sopravvive” questo strumento? Perché?

Fortunatamente questo periodo storico ha riportato in auge il pianoforte estendendolo ad un pubblico più vasto e trasversale. Come fosse diventato più “young”, più facile. Il pianismo contemporaneo definito “new classic” aiuta a concepire i tasti bianchi e nero qualcosa di non così distante.

C’è un brano o un compositore al quale sei particolarmente legata? Chi o che cosa ti ispira in fase compositiva?

Senz’altro J.S Bach per il suo rigore e per le strutture ipnotiche e C. Debussy per il suo suono sospeso, evanescente e impressionistico. 

Quale è il tuo brano al quale sei più legata? Perché?

Duende.  Uno degli atti più potenti che io abbia mai vissuto e che perfettamente rappresenta il significato del titolo.

 

 

SE QUESTO ARTICOLO TI E’ PIACIUTO, SOSTIENI WILD ITALY CON UNA DONAZIONE!


About

La musica è la mia passione: sul palco dietro una batteria e sotto al palco in un mare sterminato di dischi. Laureato in Letteratura, Musica e Spettacolo e in Editoria e Scrittura a La Sapienza di Roma, passo il mio tempo tra fogli bianchi, gatti e bacchette spezzate. CAPOSERVIZIO MUSICA


'Valzer in A Minor, l’intervista alla pianista e compositrice Roberta Di Mario' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Shares