Roberta di Mario

Valzer in A Minor, l’intervista alla pianista e compositrice Roberta Di Mario

Valzer in A Minor è il nuovo brano della pianista e compositrice Roberta Di Mario che sceglie Wild Italy per raccontare il suo lavoro

roberta di mario

Fonte: Adnkronos

Roberta Di Mario, pianista e compositrice, presenta Valzer in A Minor. Il brano è stato scelto per la pubblicità della Tiscali e anticipa l’uscita del nuovo disco di Roberta di Mario, dal titolo Disarm.

Disarm sarà un concept album che racconta il tema del dis-armarsi, in ogni senso e direzione, e uscirà prossimamente per  Warner Music Italy.

La regia del video di Valzer in A Minor è di Howard Greenhalgh, che ha già lavorato con artisti del calibro dei Muse, George Michael e Pet Shop Boys.

Abbiamo raggiunto Roberta Di Mario per parlare di Valzer in A Minor e del suo prossimo disco Disarm:

Parliamo di Valzer in A Minor, scelto per la pubblicità della Tiscali. Come descriveresti questo brano?

Un brano potente, che disturba e consola, come le onde del mare. Nella tonalità intima e coinvolgente del la minore.  Ogni brano nasce da una certa ispirazione, da una certa sensazione.  Il valzer è nato per raccontare del mare, del tema dell’immigrazione sdrammatizzato dall’apparente leggerezza del valzer, la danza popolare per eccellenza.

roberta di mario

Fonte: Il Popolano

Il videoclip di Valzer in A Minor utilizza il bianco e nero e molte immagini del passato. Perché questa scelta? Pensi riesca a trasmettere in maniera efficace il senso del brano?

Amo molto il bianco e nero, lo trovo più suggestivo, più coinvolgente.  Senz’altro il significato trapela di più, in maniera più potente.

In un periodo di pubblicità con jingle “fastidiosi” tu ha scelto Valzer in A Minor. Come valuti questa scelta? Pensi possa essere un riscatto per i compositori?

La scelta è stata di Tiscali che ha trovato nel mio mondo e nel mondo del valzer la giusta sonorità.  Più che riscatto dei compositori, si può pensare ad un riscatto delle compositrici donne, sempre in minoranza. Questa bella operazione è un augurio anche per loro e per la parità di valore. 

Valzer in A Minor va ad anticipare l’uscita di Disarm, il tuo prossimo disco. Puoi darci qualche anticipazione?

Non posso ancora svelare tanto, solo che sarà un concept album che racconta del Disarmo e dell’abbandono emotivo. Uscirà a brevissimo.

Fonte: allinfo.it

Parliamo del pianoforte nella musica contemporanea. Nell’attuale panorama musicale come “sopravvive” questo strumento? Perché?

Fortunatamente questo periodo storico ha riportato in auge il pianoforte estendendolo ad un pubblico più vasto e trasversale. Come fosse diventato più “young”, più facile. Il pianismo contemporaneo definito “new classic” aiuta a concepire i tasti bianchi e nero qualcosa di non così distante.

C’è un brano o un compositore al quale sei particolarmente legata? Chi o che cosa ti ispira in fase compositiva?

Senz’altro J.S Bach per il suo rigore e per le strutture ipnotiche e C. Debussy per il suo suono sospeso, evanescente e impressionistico. 

Quale è il tuo brano al quale sei più legata? Perché?

Duende.  Uno degli atti più potenti che io abbia mai vissuto e che perfettamente rappresenta il significato del titolo.

 

 

SE QUESTO ARTICOLO TI E’ PIACIUTO, SOSTIENI WILD ITALY CON UNA DONAZIONE!


About

La musica è la mia passione: sul palco dietro una batteria e sotto al palco in un mare sterminato di dischi. Laureato in Letteratura, Musica e Spettacolo e in Editoria e Scrittura a La Sapienza di Roma, passo il mio tempo tra fogli bianchi, gatti e bacchette spezzate. CAPOSERVIZIO MUSICA


'Valzer in A Minor, l’intervista alla pianista e compositrice Roberta Di Mario' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Shares