Vivo nel paese dei balocchi e non me ne sono mai accorto

Crisi? Quale crisi, Tutte balle inventate dai media che ignorano sistematicamente quanto di buono questo governo del fare, ha realizzato fin’ora.

Meno male che oggi ho assistito in diretta al discorso del Capo del Governo alla direzione nazionale del Pdl.

Non me ne ero accorto, ma vivo nel paese migliore del mondo, governato dall’esecutivo migliore della storia della Repubblica.

Siamo secondi (ma di poco) solo alla Germania nel contrastare la crisi economica (dategli tempo e saremo noi a trainare fuori tutto l’universo, compreso l’abbronzato).

Il debito pubblico attuale e di circa 2 euro e 50 centesimi…

Napoli e la Campania tutta sono posti dove si respira aria pulitissima, la raccolta differenziata è al 110% e i rifiuti vengono raccolti 5 volte al giorno per poter meglio riciclarli.

I terremotati dell’Aquila sono tutti tornati nelle loro case e il centro storico della città è il fiore all’occhiello del turismo Abruzzese (anche se non si capisce bene perché il terremoto dovrebbe essere un’eredità lasciata dal solito governo di Sinistra…).

L’evasione fiscale è solo un ricordo, tutte piccole e medie imprese ma soprattutto le grandi aziende (le sue per prime) pagano le tasse col sorriso sulle labbra.

La mafia è in ginocchio, è solo questione di tempo e sarà definitivamente sconfitta (sono rimasti a piede libero due o tre affiliati che ancora questo Governo non ha arrestato), l’ultimo disperato tentativo che gli resta per salvarsi è provare a screditare, con storielle inventate, questo Governo che, attraverso leggi efficacissime, sta facendo piazza pulita (certo, risulta un po’ strano il cambio di strategia…una volta quando la mafia considerava qualcuno scomodo..lo faceva saltare in aria..e funzionava..non gli infilava nel lettone ragazze minorenni…ma saranno cambiati i tempi..).

Non appena un ragazzo conclude il proprio ciclo di studi gli si aprono infinite occasioni di lavoro grazie soprattutto alla strabiliante riforma dell’istruzione, che premia i più preparati e meritevoli, a discapito delle vecchie gerarchie padronali (meglio se, oltre ad essere il più meritevole e il più bravo, si fosse anche figlio di chi finanzia l’università privata o il figlio di qualche Ministro..).

Per le strade non esiste più criminalità, le nostre città sono sicurissime e una donna sola più tranquillamente fare shopping di sera in periferia.

Gli stranieri sono tutti regolari, lavorano, pagano le tasse e sono perfettamente integrati, quegli odiosi sbarchi sono cessati grazie a mirati(!!) accordi con i paesi africani (tipo sparare ad altezza uomo sulle imbarcazioni sospette, meglio se con unità italiane..).

I pensionati ancora ringraziano per la social card e si chiedono se potranno fruire degli stessi benefici, questo Natale magari.

La giustizia richiede qualche ritocchino qua e la, ma se Fini e i suoi la smettono con queste manie di protagonismo, riusciremo ad aggiustare anche questa…

La colpa dell’aria di pessimismo che serpeggia inspiegabilmente nel Paese è tutta colpa di Grillo (che non appare in televisione da circa 10 anni), Di Pietro e Vendola…

Le ragazzine nel letto del premier? Bambole gonfiabili; i mafiosi in parlamento? Voci infondate; l’evasione fiscale più grande del sistema solare? Ma de che….i rifiuti a Napoli? Spazzatura…mediatica.

Meno male, stavo per farmi prendere dal pessimismo…ora posso rilassarmi e partire per un bel periodo di vacanza, anzi ora vado, altrimenti rischio di perdere la prenotazione a bordo del prossimo..asino che vola….

Viva il popolo delle libertà, Viva il Governo e viva L’Italia…l’Italia che non c’ è… 

 



'Vivo nel paese dei balocchi e non me ne sono mai accorto' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Shares